Ho creato per te una selezione dei migliori libri di crescita personale che potranno aiutarti a cambiare vita. Dei tanti disponibili, tu dovresti partire proprio da questi:

  1. Indipendenza emotiva: come imparare a essere sempre felice (per davvero!)
  2. Messaggio per un’aquila che si crede un pollo: la realtà che vivi è diversa da come la vedi.
  3. Amore: il più bel libro che parla d’amore che abbia mai letto.
  4. Le armi della persuasione: come comunicare e non farsi fregare dagli altri.
  5. Come trattare gli altri e farseli amici: il titolo dice tutto e non tradisce le aspettative!
  6. Il potere delle abitudini: per capire come eliminare quelle che ti imprigionano.
  7. Emozioni distruttive: per comprendere meglio la nostra dimensione emotiva.
  8. L’arte di amare: la capacità più importante che devi sviluppare.

E questi sono solo i titoli e una breve anticipazione.

Non perdiamo altro tempo, hai molto da leggere 🙂

Ti interesserebbe diventare più forte di qualsiasi problema?
Avere sicurezza, autostima e serenità per vivere al meglio la tua vita, ogni giorno?
Ho realizzato un progetto che ti permetterà di riuscirci, ed è gratuito.

Scoprilo subito ⇒

 

I migliori libri di crescita personale

Libri di crescita personale

Perché dovresti leggere i libri di crescita personale che ti consiglio in questa pagina? C’è un ottimo motivo: perché ti saranno utili, proprio come lo sono stati (e lo sono tutt’ora!) a me.

Ho selezionato i libri che mi hanno dato di più nel mio percorso personale.

Ho scelto solo quelli che ho segnato sul calendario, quelli davvero significativi.

Sono i più sottolineati, o semplicemente quelli che mi hanno indirizzato in una certa direzione, aperto gli occhi su un certo aspetto della mia vita.

Non è un semplice elenco: per ognuno ti spiego cosa mi ha dato, perché lo consiglio e anche quello che non mi piace e non condivido.

In questo modo, quando li leggerai, potrai riflettere meglio su quello che leggi.

Terrò aggiornata questa pagina aggiungendo sempre nuovi libri.

Se sei pronto, o pronta?

Cominciamo!

 

Indipendenza emotiva – Imparare a essere felici

indipendenza emotivaUno dei migliori libri di crescita personale di sempre è il tuo?

Onestamente sì, e ti spiego subito i motivi di questa scelta che potrebbe sembrare presuntuosa:

  • Ho letto quelli che sono considerati i libri migliori e Indipendenza emotiva nasce anche dalla ricchezza che ognuno di essi ha saputo trasmettermi.
  • Non ho mai trovato un libro che concentrasse in modo così diretto e semplice i principi per essere felici e desse così tanti esercizi semplici ma davvero efficaci.
  • Di tutti i libri di crescita personale che ho letto, questo è l’unico che condivido in ogni sua virgola 😉

Ti consiglio di leggerlo perché non l’ho scritto per guadagnare, ma per condividere in modo chiaro e completo il segreto per essere felici.

Ho tirato fuori la mia esperienza per fare tantissimi esempi in cui potrai rivederti e capire come funziona la nostra mente.

Non solo.

Ho inventato oltre 40 esercizi molto pratici: molti sono frutto del mio percorso personale, altri li ho creati per semplificare la vita a chi mi ha chiesto una mano in questi anni.

Ti spiego in modo molto chiaro e semplice quali sono i due segreti per essere sempre felici, come arrivarci, cosa, di solito, ci frega e come cambiare profondamente la tua vita.

Parlo del nostro passato e ti mostro come liberarti da qualsiasi sofferenza tu ti stia portando dietro.

Parlo di realtà, di come interagirci senza che ti schiacci, parlo di come risolvere qualsiasi problema, spiegandoti un metodo che uso e che funziona sempre, ovunque.

Parlo di emozioni e ti spiego come scegliere quelle che ti fanno stare bene.

L’ultimo capitolo di Indipendenza emotiva, poi, è un enorme archivio di suggerimenti pratici, esempi specifici che ti mostrerà come risolvere qualsiasi situazione, come vivere in modo positivo qualunque problema.

Di teoria ne trovi quanta ne basta, ma c’è soprattutto tantissima pratica, molti esercizi semplici da realizzare e numerosi esempi.

Sono sincero, Indipendenza emotiva a me piace un sacco, è un libro che ti farà capire quello che ti serve, senza che perdi tempo e soldi in corsi e seminari costosissimi fatti per offrirti qualche tecnica che funziona per poco.

Indipendenza emotiva ti spiega come trasformare la tua vita una volta per tutte, in un modo così profondo che forse nemmeno lo ritieni possibile.

Ma accadrà se seguirai quello che ti insegno in questo libro.

Ti dirò di più: per me Indipendenza emotiva non è solo uno dei migliori libri di crescita personale, ma è il primo che consiglierei e suggerirei a tutti di partire da qui nel proprio percorso di crescita personale.

Lo so, sono di parte, ma è quella buona 😉

Lo trovi su Tempovissuto, la Casa Editrice, e puoi scaricare gratis l’anteprima.

 

Messaggio per un’aquila che si crede un pollo

Messaggio per un aquila che si crede un polloDevo tornare con la memoria a circa sei anni fa, quando iniziai a leggere questo libro di Anthony De Mello.

È una specie di trascrizione di un ritiro spirituale durato alcuni giorni.

De Mello era un gesuita, ma anche psicologo e psicoterapeuta.

La dimensione spirituale che propone mi lascia a volte perplesso, sinceramente la mia visione della spiritualità è differente.

Quello che mi ha interessato è la consapevolezza di cui parla.

Il libro è pieno di domande, riflessioni, affermazioni che mostrano in maniera eccellente, semplice ma chiarissima, quanti schemi condizionano la nostra vita.

Leggendolo ti si apre la mente e cominci a guardare tutto e tutti con occhi davvero differenti, a cominciare da te stesso, o te stessa.

Se avessi un figlio, gli farei leggere questo libro, aiutandolo a capire alcuni passaggi magari, ma vorrei che sapesse quel che la maggior parte di noi non capisce in una vita intera.

Messaggio per un’aquila che si crede un pollo è anche ricco di storie divertenti, aneddoti che fanno sorridere ma soprattutto riflettere.

La frase che mi ha colpito, rileggendolo proprio qualche giorno fa per consigliartelo, è questa:

[…]Sapete qual è il segnale del risveglio? È il momento in cui ci si chiede – o sono io il pazzo o lo sono tutti gli altri?”.

Al posto di risveglio io uso la parola “consapevolezza”. Il senso è lo stesso.

Quando lessi questo libro la prima volta, pensai qualcosa di simile, perché agivo, ragionavo e vedevo le cose in modo molto differente da tutti.

Sono passati oltre sei anni, e posso assicurarti che non ero pazzo, e non lo era neanche De Mello quando spiegava queste cose.

Fermo restando che non condivido la sua dimensione spirituale, non del tutto al meno, sul discorso consapevolezza è davvero un libro meraviglioso.

Quando avrai finito di leggerlo, ti ritroverai davanti agli occhi una realtà nuova, diversa. Quindi, leggilo subito!

 

Amore

AmoreQuesto è uno dei libri di crescita personale che mancano sempre negli elenchi classici.

Forse non è crescita personale imparare ad amare e quindi a vivere?

In accordo totale con l’autore, Leo Buscaglia, penso che amare sia la cosa più importante, e che sia il vero segreto della felicità.

Sinceramente, in questo caso, non mi pare di avere nulla da ridire su niente.

Condivido quel che Buscaglia dice dalla prima all’ultima pagina, ed è un testo meraviglioso.

Amore parla della natura umana, dell’amore non come fanno gli esperti o gli psicologi, che lo analizzano forse senza averlo nemmeno compreso.

Buscaglia teneva una specie di corso, all’università, proprio sull’amore.

Come racconta lui stesso nel libro, non è che lui insegnasse ad amare, anzi, era un’occasione per tutti di imparare, dialogare, condividere e discutere sull’argomento più interessante e importante, ma spesso bistrattato e incompreso.

Amore scorre veloce perché è ricco di aneddoti e racconti personali di Leo, e soprattutto parla un linguaggio semplice nel quale è difficile non trovarsi ad annuire e vedersi ritratti nelle parole del libro.

Dai racconti della vita in un paesino italiano dell’infanzia, le esperienze nella scuola, negli Stati uniti dove la famiglia si era trasferita. Da ragazzino fu inserito in una classe per bambini ritardati a causa del suo pessimo inglese. I rapporti con i compagni che, poiché italiano, lo consideravano diverso.

E poi il suo viaggio in oriente dopo aver venduto tutto quel che possedeva, il corso sull’amore avviato all’Università, l’aglio sempre presente, da ragazzino, in un fazzoletto legato al collo. Insomma, è un libro che si fa leggere!

La parte finale, poi, offre una serie di punti che danno forza e voglia di scegliere l’amore come strada, anche se è una via abbastanza solitaria.

Infatti non stiamo parlando delle solite romanticherie di coppia, basate su possesso ed esclusività: Buscaglia parla di Amore con la A maiuscola, indica le sue caratteristiche e mostra com’è una persona che ama.

No, non insegna dalla cattedra, ma condivide anni di esperienza e di vita, di vite, quelle di centinaia di allievi con cui ha scoperto, giorno dopo giorno, il senso dell’amore.

Al pari del libro di De Mello, Amore è capace di aprire la mente e gli occhi e ti aiuterà a renderti conto che forse, dell’amore, ne sappiamo davvero poco, anche se tutti lo abbiamo ogni giorno sulla bocca.

Imparare cosa significa amare è davvero la lezione più importante.

Senza comprendere il messaggio di questo libro non sarà possibile nessuna vera crescita personale.

 

Le armi della persuasione

Le armi della persuasioneRobert Cialdini è uno psicologo.

Le armi della persuasione è uno dei libri più utili e pratici che abbia mai letto.

Il libro è ricco di esperimenti sociali davvero interessanti, anche se tutti hanno qualche decennio sulle spalle.

Cialdini spiega che esistono 6 armi per persuadere qualcuno a fare qualcosa.

Una, ad esempio, è la riprova sociale, ossia osservare cosa fanno gli altri per decidere cosa fare noi.

Tra esperimenti e vicende reali che dimostrano la validità di questa teoria, Cialdini spiega anche come abbia influito su uno dei più impressionanti suicidi di massa del nostro secolo.

Anche fenomeni come gli incidenti mortali sono spesso correlati a fattori di emulazione sociale.

Sembra assurdo, ma il libro non è una grande teoria, ma una miniera di studi, esempi reali e riflessioni sperimentate in tante situazioni.

Davvero illuminanti sono test ed esperimenti sociali in cui le persone vengono coinvolte.

Quelle che oggi chiameremmo candid camera, in cui vediamo come reagiscono le persone a situazioni particolari.

Le armi della persuasione mi ha permesso di cogliere certi meccanismi automatici della nostra mente e cominciare a osservare con maggiore attenzione me stesso e gli altri.

Cialdini spiega anche le strategie difensive, cioè come evitare di essere ingannato, o ingannata, da chi cerca si manipolare le tue decisioni.

Farei leggere le armi della persuasione nelle scuole, ma anche a tutti i miei amici, perché capire come funziona la nostra mente è fondamentale per poter cambiare la nostra vita.

Il mio consiglio è di leggerlo subito, ti farà osservare con più chiarezza tutto quello che ti circonda.


 

Come trattare gli altri e farseli amici

Come trattare gli altri e farseli amiciQuesto è un classico nella crescita personale, uno dei primi libri di questo genere pubblicati.

L’ho letto la prima volta qualche anno fa, e ricordavo che fosse interessante e piacevole. Ricordavo male.

In questi giorni ho ripreso Come trattare gli altri e farseli amici sia per curiosità, sia per recensirlo meglio per te.

In sostanza è un libro fantastico. Parla di tutto quello che serve davvero per stare con gli altri.

A qualcuno potrebbe sembrare un libro pieno di tecniche e trucchi per manipolare chi ci sta intorno, ma non è affatto così.

Attraversando la storia di eventi come le guerre Americane, piccoli e grandi successi di impiegati, madri di famiglie, presidenti degli Stati Uniti, ogni pagina è ricca di esempi di come, con l’atteggiamento giusto, sia possibile trattare bene gli altri.

Qual è questo atteggiamento? L’interesse sincero. E Dale Carnegie, l’autore, lo dici con chiarezza più volte.

La verità è che ogni capitolo finisce troppo presto, purtroppo: appena prendi gusto a leggere esempi, racconti, storie, ecco che il capitolo è già finito. Ma ti ha insegnato molto.

I primi tre sono la base fondamentale, e probabilmente anche tua nonna conosce bene questi consigli. Infatti non sono scoperte, ma osservazioni della natura umana e di come funzionino i rapporti tra le persone.

Come trattare gli altri e farseli amici ti permette di riflettere sulle ovvietà che diciamo, ma non facciamo. Sappiamo cosa sarebbe giusto fare, ma poi pensiamo più a noi stessi e ai nostri problemi.

Questo è un libro da provare, nella propria vita, ogni giorno. Si possono ottenere risultati eccellenti, non solo nel rapporto con gli altri, ma anche, e forse soprattutto, nel rapporto con noi stessi.

Sinceramente è uno dei libri più utili e concreti che abbia mai letto.

 

Il potere delle abitudini

Il potere delle abitudiniQuesto è l’ultimo libro, in ordine di tempo, che ho letto.

Devo ammettere che è stata una lettera interessantissima.

Charles Duihigg racconta ogni cosa in modo eccellente, trasformando tutto in storie che ti coinvolgono e appassionano. Ma di contenuti ce ne sono tanti.

Il potere delle abitudini inizia spiegandoti cos’è e come si forma un’abitudine. Poco interessante?

Considera che molti psicologi sostengono che noi siamo, sostanzialmente, un’insieme di abitudini.

Attraverso le storie vere di persone capaci di stravolgere la loro vita, smettere di fumare, dimagrire, diventare professionisti di successo pur partendo da condizioni difficili, il libro ti aiuterà a comprendere meglio cosa accade nella tua mente.

Leggendo le storie, ti mostra come si crea un’abitudine, cosa la caratterizza e come cambiare quelle che reputi negative.

Il processo non è facile, e la parte che ho trovato più interessante è quella centrale in cui viene messo a fuoco cosa accade in aziende e imprese di successo.

In queste Duhigg ti aiuta a vedere le chiavi che fanno la differenza nella tua vita, nella tua famiglia e in qualsiasi relazione.

Esempi, storie e fallimenti che ti aiutano a capire quanto possa essere potente l’azione meccanica che mettiamo in atto quando agiamo per abitudine.

Il bello è che non te ne accorgi neanche.

Nell’ultima parte del libro, poi, ci sono due storie molto interessanti. Un uomo che ha ucciso la moglie da sonnambulo ed è stato assolto in quanto non colpevole, e una donna che ha distrutto la sua famiglia per il vizio del gioco.

Nessun giudizio.

Il potere delle abitudini mi ha permesso di riflettere su quanto possa essere pericoloso non capire perché abbiamo bisogno di fare qualcosa.

Spesso le nostre sono abitudini piccole, poco rilevanti, ma funzionano esattamente come quelle che per molti sono devastanti.

Capirlo ti può dare strumenti in grado di cambiare la tua vita sin da subito, e questo libro da spunti molto interessanti e un modello di azione, nell’ultimo capitolo, per mettere in pratica quanto scoperto pagina dopo pagina.

Personalmente non sono troppo convinto sulla tesi finale, e cioè che le abitudini possano solo essere modificate e mai eliminate.

Io penso che sia raggiungibile un livello di consapevolezza per cui riesci a gestire anche le abitudini.

Arrivarci è possibile, poter gestire quei meccanismi automatici che normalmente ci controllano e ci fanno agire senza freni.

In questi anni io ho eliminato alcune abitudini senza sostituire comportamenti negativi con altri migliori, semplicemente eliminando proprio il meccanismo.

Quindi non condivido questa sua convinzione.

A me è piaciuto molto, è un libro interessante e, comunque la guardi, ti serve sapere ciò che Duhigg ha scritto.

 

Emozioni distruttive

Emozioni distruttiveDaniel Goleman è famoso per il suo libro Intelligenza emotiva. Il Dalai lama, perché è il Dalai Lama.

Insieme sono autori di Emozioni distruttive, un libro che ritengo molto prezioso.

Il libro racconta un incontro di scienziati e appartenenti al Buddhismo, in cui scienza e spiritualità si sono confrontate alla ricerca di risposte condivise sulle emozioni che diventano distruttive.

La prima parte è davvero interessante. Riporta i dati di esperimenti di laboratorio cui si sono sottoposti vari monaci, esperti di meditazione.

Dai test hanno dimostrato di saper gestire reazioni, considerate involontarie, con la propria mente.

Venivano fatti sedere in laboratorio, monitorati con centinai di elettrodi e poi sottoposti ad un rumore molto forte.

Normalmente questo porta a trasalire chiunque di noi e alcuni muscoli del viso si muovono in modo involontario.

Nessun è mai riuscito a gestire questi processi. Un monaco, di nome Öser, sì.

Aveva la capacità, considerata straordinaria dai ricercatori, di controllare fenomeni apparentemente fuori controllo della mente, e ci riusciva in modo consapevole.

Questo spiega come sia possibile arrivare a una consapevolezza tale da poter gestire qualsiasi aspetto che consideriamo inconsapevole.

È possibile, per quanto difficilissimo.

Ovviamente non mi interessa suggerirti di fare anni di meditazione, ma farti capire come Emozioni distruttive mostri una cosa semplicissima: la mente può molto più di quanto immaginiamo.

Altro punto interessante è la parte in cui viene spiegato, dalle ricerche di Paul Ekman, cosa accade quando proviamo un’emozione.

Siamo noi che le gestiamo, secondo schemi culturali imparati crescendo. In sostanza la cultura ci dice come dobbiamo sentirci in certe situazioni e come dimostrarlo.

Questo è un punto importante per capire come gestire le emozioni negative e trasformarle in positive. Obiettivo alla portata di tutti.

Non sono Buddhista e non condivido alcuni approcci e la visione spirituale che spesso passa dalle parole di alcuni protagonisti.

Io, però, credo che questo libro sia fondamentale per riflettere sulle tue emozioni, per comprendere meglio come influenzano la tua vita e come crescono dentro di te.

Se vuoi essere felice, questo è un tema centrale.

Emozioni istruttive è un libro chiaro e utilissimo per comprendere molte cose che ti serviranno ogni giorno.


 

L’arte di amare

Arte di amareQuesto è il libro di Fromm che preferisco, capace di farti pensare all’amore in modo molto differente dal solito.

L’arte di amare ti accompagna in una scoperta di cosa sia veramente l’amore, mettendo in evidenza una cosa molto semplice: noi non sappiamo amare.

Fromm ci mostra come spesso confondiamo l’amore con l’idealizzazione dell’altro, o magari con un attaccamento legato alle nostre paure.

Amiamo o abbiamo bisogno di essere amati?

Siamo follemente innamorati della persona che abbiamo accanto, o abbiamo una tremenda paura di restare soli?

L’arte di amare non vuole, ovviamente, fare terrorismo sentimentale, anzi, vuole aiutarti a capire profondamente cosa significa amare, mostrandoti come l’amore, prima di tutto, significa dare.

Fromm sottolinea come oggi si consideri l’amore alla stregua di un “oggetto”, per cui il solo problema sembra essere quello di trovare la persona giusta.

Ma questo ci farà amare?

Ovviamente no, perché l’amore, dice Fromm (trovandomi pienamente d’accordo!) è un atto di volontà, cioè una nostra scelta.

Così come non impari a dipingere quando trovi il paesaggio giusto, non imparerai ad amare quando incontri la persona perfetta.

Imparare ad amare è un’arte, dunque, che va coltivata.

E l’ultima parte del libro spiega proprio da dove partire, come cominciare a coltivare questa capacità fondamentale perché l’amore è, e resta, la soluzione unica al problema dell’esistenza umana.

Se vuoi essere felice, capire la realtà e cambiare la tua vita, devi leggere L’arte di amare.


Il Corso per Diventare Felici

Un vero e proprio percorso in cui imparerai come diventare più forte di qualsiasi problema e plasmare la tua vita per diventare felice.

Un percorso COMPLETAMENTE GRATUITO in cui ti allenerò a mettere in pratica quello che hai appena letto e vincere tutte le difficoltà che oggi ti hanno portato sul mio sito.

Chiunque altro ti farà pagare per darti molto meno.

Inizia subito ⇒