Rispetto nella coppia: cosa vi rende unici ogni giorno

Cosa vuol dire avere rispetto nella coppia?

Partiamo dal presupposto che la parola rispetto ha assunto significati differenti e che oggi, anche seguendo quanto ci suggerisce il dizionario, significa “riconoscere i diritti della superiorità, della dignità e del merito altrui” sinonimo di onorare, avere riguardo.

Onestamente, se rispettare significa riconoscere la superiorità altrui, mi chiedo che posto abbia il rispetto in amore: devo considerare superiori gli altri? Il mio partner? I miei amici?

All’interno di una coppia, di solito si intende anche concedere le stesse opportunità che si pretendono, o magari avere stessi diritti e doveri, non utilizzare un linguaggio offensivo oppure avere un atteggiamento di superiorità.

Rispettare, di solito, significa anche riconoscere i meriti altrui o anche comportarsi con l’altro secondo le sue aspettative.

Ma il rispetto è decisamente altro.

Per comprenderlo ancora meglio ti propongo di verificare anche quanto tu sia capace di amare in questo momento.

Più hai questa capacità, più vivrai una relazione felice. Certo non dipenderà solo da te, ma sei tu che leggi questa pagina 😉

 

Rispetto nella coppia significa rispetto nel tuo modo di essere

Rispetto nella coppia

Rispetto viene dal latino, dalla parola respicere  che significa guardare. Questo già ci pone ad una certa distanza dal concetto espresso dal dizionario.

Rispettare qualcuno non significa portare omaggi, assecondare o umiliarsi riconoscendo la superiorità altrui: queste sono costruzioni sociale figli di una mentalità che bada solo all’apparenza dell’accettazione formale da parte degli altri.

Qualche anno fa è avvenuto un episodio che è costato la vita ad un uomo: fermo al semaforo sulla propria moto ha avuto un diverbio con un anziano in automobile ed ha pensato bene di sputargli in faccia.

L’anziano, dal canto suo, ha ritenuto opportuno investirlo più volte con l’auto fino ad ucciderlo. Sentire che difendeva la sua reazione sostenendo che gli aveva sputato in viso (quasi a dire: è ovvio che l’ho ucciso, mi ha sputato in faccia!) mi ha fatto riflettere molto.

Qual è il concetto di rispetto che abbiamo?

Rispettare, in senso autentico, significa osservare, avere la capacità, come scriveva Erich Fromm nell’Arte di Amare, di vedere una persona per come è, di conoscerne la vera individualità… desiderare che l’altra persona cresca e si sviluppi per quello che è.

Rispettare, quindi, vuol dire concedere la libertà di essere ciò che scegliamo di essere e di non pretendere, mai, niente. Ecco che il rispetto in amore diventa un ingrediente fondamentale.

Il problema di fondo, a mio avviso, è che il rispetto sia oggi abusato con lo scopo di pretendere una sorta di parità: dove la coppia (anche di amici) è vista come un luogo di scambio alla pari, ecco che rispettare significa contraccambiare ad esempio, con la stessa moneta, concedere gli stessi vantaggi che esigi ed ottieni.

Dove sta il problema? Che il rispetto nella coppia è qualcosa di diverso.

Dobbiamo imparare a costruire relazioni che siano basate sull’amore e non sul baratto di comportamenti: non rispetti qualcuno perché ti rispetta, ma perché lo ami. Il rispetto è prima di tutto un atto d’amore. Se non scegli di amare, non avrai mai rispetto per qualcuno.

Il rispetto, invece, è considerato il metro per misurare quanto valiamo: siamo così dipendenti da quello che pensano gli altri che per noi essere rispettati significa avere l’approvazione di tutti. Chi attacca questa immagine prestigiosa è una minaccia per noi stessi, e dobbiamo difenderci.

Ma il vero concetto di rispetto è amare gli altri: imparare ad osservarli e accettarli per quello che sono, non imporre a nessuno di adeguarsi a te, alle tue pretese, accettare che ognuno sia chi preferisce e possa vivere come vuole.

Soprattutto significa rispettare gli altri senza che loro debbano per forza rispettare noi: non ha senso dare o togliere il rispetto a seconda di come gli altri si comportano con te. Il vero concetto del rispetto richiama l’amore verso gli altri e la loro dignità: dovresti avere rispetto verso le persone in quanto esseri umani, a prescindere da tutto, compreso il loro comportamento.

Sempre? Sì. Il rispetto è ingrediente fondamentale anche per arrivare, ad esempio, al perdono.

Il rispetto nella coppia deve tradursi quindi in una capacità di osservare l’altro in modo autentico, mettendo da parte le tue pretese oppure l’immagine ideale che ce ne siamo fatti.

Significa anche non pretendere, di conseguenza, che si adegui a te, alle tue idee o al tuo modo di vedere le cose.

Rispetto fa rima con libertà, nel senso che non impongo agli altri di essere qualcosa di differente da ciò che loro vogliono essere. Non forzo nessuno a cambiare per farmi piacere: questo è rispetto nella coppia.

Rispetto in amore significa anche sincerità ed onestà nei confronti degli altri, niente “bugie a fin di bene”, niente inganni o manipolazioni: d’altronde non ce ne sarà alcun bisogno se siamo realmente interessati agli altri e pronti ad amare.

Anche l’apprezzamento è un segno del rispetto che provi per gli altri perché dichiara che ti piace una persona per quello che è, perché sai vedere ciò che di buono ha dentro di sé.

La fedeltà e la correttezza sono poi due conseguenze logiche del rispetto. Tradire e amare è impossibile perché un tradimento è una delle peggiori mancanze di rispetto che possiamo avere verso una persona che diciamo di amare.

Ma anche l’assenza di perdono centra poco con l’amore e poco anche con il rispetto di sé. Farsi rispettare è un’altra cosa, e se vuoi essere felici è importante anche imparare come perdonare un tradimento.

Il rispetto in amore richiede perciò una notevole forza, maturità e sicurezza interiore perché solo una persona forte può accettare e valorizzare gli altri senza esserne in soggezione o senza bisogno di manipolare o ingannare. Insomma, un vero e proprio percorso di crescita personale, senza il quale difficilmente arriviamo ad avere rispetto in una coppia.

E questo non significa che una coppia sia sempre la cosa migliore. A volte dovrai capire quando la fine di una relazione è la strada migliore.

E non solo lì 😉

Il rispetto, infine, è anche una delle qualità, e delle scelte, che meno si applicano oggi in modo sincero: di solito ci si comporta secondo le regole e l’etichetta sociale ma il vero rispetto non sta nella forma esteriore, ma nel nostro modo di essere e nelle nostre reali emozioni.

Fingere rispetto non serve a nulla, maschera soltanto la nostra incapacità di amare.

Queste idee possono aiutarti a riflettere sul valore del rispetto e a fare questo passo importante sulla strada dell’amore:

  • Comincia da subito a parlare e agire come se le persone interessate dalle tue azioni siano sempre presenti di fronte a te. Agisci come se loro fossero li ad osservarti, parla come se ti stessero ascoltando. Usa questo espediente per imparare l’importanza del rispetto in amore e fare del rispetto un tuo modo di essere e non di comportarti.
  • Fai un elenco di tutte le cose utili o positive che qualcuno compie a nostro vantaggio. Elenca anche ciò che questa persona fa per dovere o per il suo ruolo, anche le cose più elementari e banali. Rispetto vuol dire anche apprezzamento per l’ovvio, per i dettagli che fanno realmente la differenza.

Se amiamo qualcuno lo accettiamo per quello che è, anzi, è proprio per il suo modo di essere che lo amiamo.

Rispettare vuol dire imparare a conoscere gli altri, accantonare i pregiudizi che puoi avere e saper osservare con attenzione: manchiamo di rispetto ogni volta che smettiamo di scoprire chi hai di fronte, ogni volta che diamo gli altri per scontato, che ci convinciamo di averli capiti e  smettiamo di imparare chi sono.

Quando rispetti solo coloro che si adeguano ai comportamenti che ritieni giusti, quando il rispetto lo concedi solo a chi segue le tue idee, quando lo elargisci solo in presenza di un’omologazione al tuo punto di vista, o ai tuoi valori, allora il rispetto reciproco non esiste, semplicemente perché non stai affatto rispettando, ma solo cercando di manipolare gli altri.

Il rispetto nella coppia emerge dalla tua costante ricerca di scoprire chi sta diventando l’altro, consapevole che giorno dopo giorno, sia noi che gli altri, cambiamo, cresciamo, diventiamo sempre più complessi e differenti.

Accantonando i nostri bisogni e non pretendendo che le persone ci diano soddisfazione, aiutandole a diventare ciò che vogliono essere, ecco come noi rispettiamo gli altri.

Coppia fino a che punto
Ha senso andare avanti? Clicca sull’immagine che ti spiego come scoprirlo.

Nessuna coppia più resistere nel tempo senza il rispetto reciproco, senza la voglia, cioè di scoprirsi ogni giorno, di accettarsi e sostenersi nella crescita personale che ci porta a divenire persone sempre differenti ed uniche.

a se impari a rispettare chi hai di fianco, allora vedrai che l’amore eterno non è un’utopia.

Non credo che ci sia rispetto maggiore dell’accettare l’altro nella sua unicità.

5 Verità sulla tua vita

Ci sono 5 verità che ti riguardano da vicino e che in questo preciso momento stanno decidendo chi sei, se sei felice, perché hai trovato il mio sito.

In 5 semplici domande ti aiuterò a scoprirle.

Inizia il test

Cambia vita in 10 passi

Cambia la tua vita in 10 semplici passi

Accetta la sfida dei 30 giorni: scarica GRATIS il mio manuale e applica i 10 semplici passi con cui cambiare la tua vita.

Azioni semplici ma concrete che ti aiuteranno a cambiare, quasi senza fatica, il tuo modo di vivere.


Scarica il manuale GRATUITO ⇒

Condividi

Da oltre 7 anni mi occupo di felicità: la studio, la osservo, la vivo e la condivido. La mia missione è aiutare tutti a cambiare la propria vita ed essere felici.
Su Diventarefelici.it porto la mia esperienza personale e quella delle tante persone che ho conosciuto e aiutato in questi anni per dare il mio contributo: voglio migliorare questo mondo, e più persone diventeranno felici, più ci riuscirò.
Questa è la mia missione.

11 Commenti

  1. Ciao scusa se esco un po fuori tema ma come si puo rispettare una persona per esempio un pedofilo che caso mai è stato perdonato piu volte ma ha commesso sempre questi atti osceni?e un altra cosa secondo te è sbagliato provarci con una ragazza fidanzata anche se questa ci asseconda?C’è secondo me è impossibile rispettare tutti o comunque come la vedo io perchè dovrei rispettare persone che mi hanno fatto del male…non dico che le faccio del male ma che non le faccia del male e non le consideri semplicemente non vuol dire che le sto rispettando….

      • Ok sul fatto della ragazza ma quindi il giusto è soggettivo?dovrei comportarmi per come vorrei fossi trattato…e se fosse sbagliato come voglio essere trattato?e invce riguardo alle altre situazioni?:
        1)C’è secondo me è impossibile rispettare tutti o comunque come la vedo io perchè dovrei rispettare persone che mi hanno fatto del male…non dico che le faccio del male ma che non le faccia del male e non le consideri semplicemente non vuol dire che le sto rispettando….
        2)come si puo rispettare una persona per esempio un pedofilo che caso mai è stato perdonato piu volte ma ha commesso sempre questi atti osceni?

  2. Come hai scritto tu nel titolo, il rispetto nella coppia, mi fa comprendere che deve essere reciproco, altrimenti nn può esserci una coppia. O sbaglio?

  3. Ciao Giacomo, sono un pò in crisi per una cosa che mi è successa e vorrei un tuo parere. Ho conosciuto un ragazzo, che da subito mi è piaciuto, non solo per il suo aspetto fisico ma anche e soprattutto per quello che da lui proveniva, ci siamo visti poche volte di persona e tra di noi è iniziato uno scambio di sms,il tono era gentile, affettuoso. Un giorno per puro caso l’ho visto con una ragazza, poi ho chiesto in un sms di averlo appunto visto con una ragazza e se fosse la sua ragazza se insomma era sentimentalmente impegnato. Mi disse che era super impegnato sentimentalmente, I messaggi continuavano e sempre co un tono affettuoso, di chi sembrerebbe interessato. IIo apertamente gli ho confidato il mio interesse per lui, e lui a parole contraccambiava. Mi ha sempre dato l’impressione di una persona non troppo chiara, penso che uno non possa illudersi se dall’altra parte non c’è qualcuno che ti illude, per come sono io se sono veramente impegnata non mi troverei a mandare sms affettuosi ad un altro…e che in questa situazione non so se ho sbagliato solo io, nell’illudermi appunto e magari a non essere stata io corretta con lui e la sua ragazza…se uno è super impegnato avrei dovuto lasciar perdere e basta, e finirla lì…o se anche lui ha delle responsabilità in quanto se capisci che dell’altra parte c’è chi prova qualcosa per te e non puoi contaccambiare (perché sei impegnato)basta essere chiari e uno non prende lucciole per lanterne…grazie.

    • Ciao Sara,
      che cambia se ha sbagliato anche lui?
      Se prendo la strada sbagliata anche per i tuoi consigli, alla fine magari posso “incolparti” di avermi fatto sbagliare, ma in sostanza resta che ora sono sulla strada sbagliata e devo cambiarla, tornare indietro magari e imboccare quella giusta.
      Consiglio: fregatene se lui ha sbagliato. Tu hai commesso un errore? Bene, anche se lui ti avesse aiutata, devi pensare a cosa hai sbagliato tu e come non ripeterlo, come migliorarti, come diventare forte da non ricaderci domani.
      lascia stare se gli altri sbagliano, migliora tu, è l’unica cosa saggia da fare 😉

      • …Sai ci ho pensato,mi è venuto in mente il film L’attimo fuggente, la parte in cui Knox si è dichiarato…carpe diem. Mi sono innamorata, sì della persona ”sbagliata”, ma ho provato per lui sentimenti autentici, e un cuore che batte…non ragione ed è giusto così ho dato e di questo non mi pento perché come ho imparato da Te il Dare è importante, poi se dall’altra parte uno traffica, accetta, non comprende o altro è una sua libertà ne ha il diritto…mi viene da piangere, non perché le cose non sono andate ”bene”…ma perché tutto questo se lo sai vivere nel modo giusto ti fa crescere, allora anche le Persone ”sbagliate”, smettono di esserlo, e le vedi per quello che sono…lezioni che miglioreranno la tua vita…e questa consapevolezza invece che fartele maledire, gli Auguri ogni bene…come è giusto che sia…nella Vita ho capito che ci vuole forza e coraggio, negli anni ho imparato(con difficoltà) ad accettare gli altri per quello che sono…vorrei vedere solo cose giuste, buone e belle…ma la realtà è diversa ognuno è (temporaneamente)sul proprio gradino evolutivo(la consapevolezza)e fa con quello che ha…quindi vere e proprie colpe non ci sono. Grazie perché sei un Amico…e non sai quanto apprezzi le tue parole, anche se non ti conosco personalmente so che sei quel tipo di persona che vuole il bene degli altri…e cosa c’è più di questo. Grazie e ti voglio bene! 🙂

Commenta