Amare senza misura: basta rispondere 21 volte alla stessa domanda

Amare senza misura cosa significa?

Guarda questo video, te lo spiega bene, in modo molto chiaro e semplice.

 

Fino a che punto amare?
Senza misura significa sempre. Significa senza condizioni.

Molti dicono che l’amore di un papà, o di una mamma, verso i propri figli è l’amore perfetto. L’amore incondizionato.

 

Amare senza misura: sai perché ami?

Amare senza misura

Un papà ama il figlio perché lo ama, o perché è suo figlio?

Spesso, nelle commedie, andava di moda inserire figli sconosciuti che un giorno spuntavano nella vita dei loro genitori dicendo: “Ciao, io sono tuo figlio!”.

Questa è una modalità narrativa che trovi anche in molti romanzi.

Ci hai mai pensato che se scoprissi che una persona è tuo figlio, o tuo fratello, o tua mamma, improvvisamente cambierebbe quel che provi?

Certo, non è obbligatorio.
Ma se tu iniziassi a pensare che quella persona adesso non è uno sconosciuto, ma è “tua”, fa parte della tua vita, allora è molto probabile che i tuoi pensieri, e quindi le tue emozioni, cambierebbero.

E allora mi chiedo: per quale motivo dovremmo considerare giusto che un papà possa amare senza misura un figlio, mentre questo amore così profondo, bello, commovente, non lo ammettiamo in altre relazioni?

Perché se mio figlio mi chiede 21 volte “Cos’è quello?” io rispondo con calma e amore, mentre se a chiedermelo è un amico, un papà, un fratello o chiunque altro, perdo la pazienza alla terza o quarta volta che mi ripetono la stessa domanda?

Cos’ha insegnato questo papà al proprio figlio?
Ad amare senza misura.

Amare e basta.

Se sei un papà, ama tuo figlio.
Se sei un figlio, ama tuo papà, o tua mamma.
Se sei un fratello, ama tua sorella.
Se sei un amico, ama i tuoi amici.
Se sei una persona, ama il tuo prossimo.

Insomma, per farla breve: ama.

Io ho scoperto che la tua felicità (ossia quanto vivi bene la tua vita) è direttamente proporzionale a quanto ami.

Se ami senza misura, sarai felice senza misura.
Non è male come prospettiva.

Per cui accetta che chiunque possa chiederti per 21 volte (o più): “Cos’è quello?“.
E tu, con amore, rispondi semplicemente l’unica cosa sensata di questo mondo: “Un uccello“.

E se vuoi, puoi lasciare un commento per dire cosa pensi del video.
Ah, sì, “Che cos’è quello?” 😀


P.S.
Che voto daresti oggi alla tua vita, da 0 a 10?

Rispondi alle 10 domande del Test della Scuola e lo scoprirai subito.
Scegli la frase in cui ti rivedi di più, anche se non alla perfezione.

Chi ha scritto questa pagina:

Giacomo Papasidero

Mental Coach dal 2010, mi occupo di felicità ed emozioni da oltre 10 anni. Il mio obiettivo è insegnare che ognuno di noi può diventare più forte di qualsiasi problema. Questo per me significa diventare felici. Anche se ho tenuto un seminario all'Università di Parma e sono stato ospite a SKyTg24, la cosa di cui vado più fiero è la Scuola di Indipendenza Emotiva che ho avviato nel 2018, perché è un percorso chiaro, graduale e concreto che sta rivoluzionando la vita di tante persone.


Ti piace quello che hai letto? Condividilo!

Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
63 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Paola
Studente
Paola
2 mesi fa
In risposta a  Giacomo Papasidero

probabilmente perché dentro di me resto convinta del fatto che entrambe le cose siano fondamentali per il mio benessere. Che io ami prima di tutto, ma subito dopo che io sia amata da chi amo. Spero di arrivare presto ad una nuova ma autenticamente mia consapevolezza, che non sia un autoconvincimento, stile la volpe e l’uva.

Giovanna
Ospite
Giovanna
5 mesi fa

Ciao Giacomo, il video mi ha commosso e mi ha fatto riflettere. Ti ringrazio ?

Maria
Ospite
Maria
5 mesi fa

Bellissimo e commuovente nn e facile amare tt perché le persone sono sempre con il dito puntato su un minimo errore ma oo dico che sbagliare è umano

Carmen Gabriele
Ospite
Carmen Gabriele
5 mesi fa

Bellissimo questo video , mi sono commossa! Quanta poca pazienza abbiamo e x cosa? Cosa effimere Ke ci annebbiano la mente! Ma dove stiamo andando! Dio mio aiutaci tutti!

Francesca
Ospite
Francesca
5 mesi fa

Un uccello

massimiliano
Ospite
massimiliano
5 mesi fa

a volte quando mio figlio mi chiede mille cose …alla 999esima perdo la pazienza, e mi accorgo che sono impegnato con la mente ad altro, ecco perche’ . io alleno i portieri di una squadra di calcetto ma ultimamente l allenamento dei portieri e’ andato un po in secondo piano ; qualche ora fa , mio figlio , terminati i compiti mi ha detto che aveva voglia di uscire o meglio di non stare sempre a casa ( si sa l inverno per loro e’ una sofferenza), cosi gli ho proposto di venire con me all allenamento . Io ero preso mentalemente dagli esercizi da proporre ai miei portieri, in quanto non ho avuto tempo e modo di metterli nero su bianco e quindi mentre siamo usciti di casa per andare al campetto il mio piccolo grande uomo mi ha cominciato a fare domande su domande , si sa a 9 anni e’ loro cibo , fare domande, alche’ mentre ero sempre col pensiero agli esercizi , all ennesima domandaa di fila, ho perso un po la pazienza sbuffando e rispondendo non con dolcezza. Arrivati al campetto non c’era nessuno e io e mio figlio abbiamo giocato assieme con la luce spenta, abbiamo giocato come papa’e figlio devono fare , i giocatori da buoni pigroni che sono visto il freddo si sono presentati con la dovuta calma al campetto e quindi non c’e’ stato piu tempo per i miei esercizi dei portieri.
A volte credo che la necessita’ di sentirmi importante per qualcuno o la mancanza di amici da frequentare ogni giorno mi faccia sentire come se mi mancasse qualcosa ma in realta’ ho tutto ….e a volte non me ne accorgo.
ma una cosa devo dire solo coi miei figli il cuore mi batte forte da uscire dal petto

Giacomo…pian piano mi sto avvicinando al tuo profilo, ho acquistato l audiolibro ma ho ascoltato solo il primo capitolo..forse ho paura non so di cosa….ma leggere tutti questi commenti alla newsletter in oggetto..(newsletter che invece leggo con costanza ) mi ha riempito di gioia e mi ha fatto sentire meno solo , anche se in realta’ non lo sono avendo una famiglia , un lavoro e una vita sociale….
forse dopo questa risposta mi sentiro meno solo perche’ la gente che ha inviato un commento al video la sento molto vicina a me

un abbraccio a tutti …Max

Alexsia
Studente
Alexsia
5 mesi fa

UN VIDEO BELLISSIMO! Grandioso Amare… incondizionatamente senza misura tutto è tutti. sempre!…

Stella Alpina
Stella Alpina
5 mesi fa

Toccante il video. Trasmette la poca pazienza e tolleranza che spesso contraddistinguono gran parte delle relazioni.

Paola Potestà
Ospite
Paola Potestà
5 mesi fa

Un film vero..verso i figli e verso i genitori si dona amore incondizionato.. Una volta mio papà mi ha chiamato per 24 volte e io con leggerezza sono andata da lui 24 volte, e così è successo altre volte… Credo che perdere la pazienza di fronte ad una cosa improvvisa nuova tipo un’allucinazione della propria mamma faccia paura, ti senti frustrato senza scampo perché cerchi soluzioni per far smettere una cosa naturale.che non si sa come affrontare .. Dopo 4 volte che mi chiamava ho capito che l’unico modo per gestire la situazione era abbracciarla e accarezzarla… Sono entrata nella sua allucinazione e abbiamo viaggiato insieme in questa sua dimensione HA continuato per due notti e due giorni… Ma almeno sapevo come gestire la situazione.. Amandola… Questo gioco lo facevo anche con mia nonna Per le persone ho rispetto e dipende anche da quale situazione ci si trova ad affrontare.. Ma il primo passo è cercare di capire per offrire ascolto…

Paola☆.
Studente
Paola☆.
5 mesi fa

Grazie!