Amore incondizionato: cos’è e come può cambiare la tua vita

Non ho dubbi: tu vuoi un amore incondizionato.

Vuoi che gli altri ti amino perché sei tu, non per i tuoi capelli, il tuo lavoro o il tuo denaro.

Ecco cosa devi sapere per vivere felice:

  1. A te non piacciono i “se” e i “ma”, e hai ragione!
  2. La storia del meccanico ligure che mi ha mostrato cosa vuol dire amare.
  3. Scommettiamo che tu vuoi solo amore incondizionato?
  4. I 3 livelli dell’amore: tu dove ti trovi adesso?
  5. Si, ma in pratica che devo fare?

Quando ho capito le cose che sto per mostrarti, ho smesso di stare male.

Del tutto? Sì, del tutto.

Non solo, questa è la strada più sicura che consiglio a chi vuole capire come dimenticare un amore. Se soffri è perché non ami in modo incondizionato!

In realtà vedrai che se impari ad amare così, proverai che l’amore eterno esiste, eccome! Ma per comprenderlo ti suggerisco anche di leggere che differenza c’è tra innamoramento e amore.

Se sei pronto, o pronta, ti spiego subito come farlo anche tu.

Però prima di mostrarti ciò che ho imparato io e sta cambiando la vita a molti, rispondi alle domande del mio test. Ti aiuterà a misurare la tua attuale capacità di amare.

Poi scoprirai come aumentarla in modo enorme 😉

 

Amore incondizionato: di cosa stiamo parlando?

Amore incondizionato

Di cosa stiamo parlando?

Ovviamente parliamo di amore. In un altro approfondimento ho spiegato dettagliatamente cosa significa amare.

Penso proprio che dovresti leggerlo.

L’amore non è semplicemente un emozione, ma un modo di agire, pensare e vivere.

Quando pensi a una persona che ami, ti verranno in mente gesti e azioni che compi nei suoi confronti.

Lo stesso avviene se pensi a una persona che ti ama.

Per esempio, amare significa:

  • Perdonare gli errori degli altri.
  • Accettare le persone per quello che sono.
  • Rispettare anche se si hanno idee diverse.
  • Dare una mano quando gli altri hanno bisogno di noi.
  • Essere disponibili e far sentire la nostra presenza.

Ora pensa a una persona che dice di amarti: le crederesti se non facesse niente di tutto questo?

Probabilmente sono azioni che già ricevi dalle persone che tengono a te e dicono di amarti.

Incondizionato significa che non ci sono condizioni, quindi, non ci sono “se”.

Se vuoi capire se una tua azione, qualunque sia, è incondizionata, ti basta cercare i “se” che potrebbero averti spinto ad agire: se ci sono, vuol dire che ci sono delle condizioni.

Qualche esempio? Eccone:

  • Ti faccio un favore se poi tu mi aiuti.
  • Sono gentile con te se tu lo sei con me.
  • Ti ascolto se mi presti cinque euro.
  • Ti perdono se fai come dico io da ora in poi.
  • Ti lascio guidare se andiamo dove dico io.
  • Ti amo se cambi e diventi come dico io.
  • Ti rispetto se mi tratti come penso giusto.

L’amore incondizionato è l’amore che diamo senza mettere nessun “se” davanti ai nostri gesti.

Nessuna condizione. Infatti cosa succede se questi “se” non vengono esauditi?

Smetti di amare.

Se mi ascolti solo a patto che io sia gentile con te, nel momento in cui a te non piace come mi comporto, smetti di ascoltarmi.

In sostanza non è che tu mi ami perché vuoi amarmi, ma solo perché ci guadagni qualcosa.

Guadagnare? Con l’amore?

Se tu baratti i tuoi gesti con i miei, è uno scambio, e va anche bene, ma non è amore.

Qualsiasi crisi di coppia dipende sempre da questi “se” che poniamo all’amore.

Quando l’amore è condizionato, quando pretendi qualcosa, allora i tuoi gesti diventano tutti basati sulla convenienza.

Infondo se smetti di agire con amore è proprio per questo motivo: non ci guadagni nulla.

Ovviamente non parlo di soldi o cose materiali.

Ecco cosa cerchiamo spesso in cambio del nostro amore:

  • Vogliamo essere amati.
  • Vogliamo che gli altri ci rendano felici.
  • Vogliamo che qualcuno ci faccia sentire speciali.
  • Vogliamo ricevere rispetto e apprezzamento, sentirci importanti.
  • Vogliamo essere capiti e accolti.

Ovviamente sono solo alcune delle tante cose che desideriamo.

Queste sono solo una parte delle motivazioni per cui diamo il nostro amore, sempre se verranno soddisfatte. Arrivare alla consapevolezza che barattiamo il nostro amore è difficile, pochi ci riescono.

Prima di raccontarti la storia in cui un meccanico mi ha mostrato cosa fosse questo amore incondizionato, guarda il prossimo video e vediamo se indovini cosa c’è di strano 😉

 

Non è questo che vuoi?

Non vorresti trovare qualcuno che si così generoso con te?

Io ho capito una cosa: sia chi è la persona più felice, serena e ricca d’amore del video? Sì, il ragazzo.

Però pensaci: lui non riceve nulla da nessuno, nessuno gli da nulla.
Lui non chiede niente.

Eppure lo vedi che è felice.

Di sicuro lui ama senza condizioni e inonda la vita degli altri, e la sua, di gioia. Lo vuoi anche tu?

Vuoi anche tu stare bene, sorridere di cuore, vivere serenamente nonostante le difficoltà? Perché quel ragazzo ha anche i suoi problemi, lavora ogni giorno, ma è felice e la sua vita è piena d’amore.

Qualche anno fa avrei pensato: vabbé, è un video!

Oggi ti dico: cavolo, l’ho provato ed è proprio vero!

Ed è ovviamente difficile, come dicevo all’inizio, e qualcuno dice che non è umano. Ma si sbaglia. Ora ti racconto una storia vera che mi è accaduta personalmente.

 

Con o senza condizioni? La storia del meccanico ligure

La storia del meccanico ligure

Quando ero adolescente sono andato in auto fino in Francia, con la mia famiglia.

Vista la distanza comprammo per l’occasione una nuova auto, poiché quella che avevamo non sarebbe stata adatta a un viaggio così lungo.

Nuova relativamente, però, dal momento che era comunque di seconda mano. Ma a noi andava bene così.

Arrivati in Liguria, l’auto comincia a dare grossi problemi.

Ci rivolgiamo a un meccanico e scopriamo quello che non avremmo voluto sapere: la testata del motore andava rifatta.

Eravamo senza macchina, a metà strada e a oltre 1000 chilometri da casa, considerando che venivamo dalla Calabria.

A quel punto accadde qualcosa che non dimenticherò mai: il meccanico ci offrì la sua auto mentre riparava la nostra, per continuare il viaggio.

E lo fece gratis.

Non lo avevamo mai visto prima d’ora e per lui eravamo dei perfetti sconosciuti venuti dall’altra parte della penisola.

Ma ci diede ugualmente la sua auto.

Non mise condizioni.

Non ci chiese di lasciare un documento, una caparra o qualcosa che gli garantisse che saremmo tornati (la sua auto era meglio della nostra!).

Nessun “se”.

Noi avevamo bisogno di aiuto, lui poteva fare qualcosa per noi, e senza chiedere nulla, lo fece.

Ho scoperto, scrivendo questa pagina, un video davvero molto bello realizzato da Life Vest Inside.

La colonna sonora è la canzone “One Day” di Matisyahu, e lo puoi vedere qui sotto.

 

Ovviamente i personaggi del video sono attori.

Se quel che hai visto nel video sembra poco reale è solo perché l’amore incondizionato è poco visibile attorno a noi.

Sai cosa manca alla realtà di ogni giorno per somigliare al video?

La scelta individuale di fare quel semplice gesto.

Tutto qui.

Ma tu, sinceramente, non troveresti bellissimo ricevere gesti e attenzioni come quelle del video?

Da persone che non ci guadagnano nulla a darti una mano?

In fondo non è molto diverso dal video di prima: amore incondizionato. Gentilezza. Ciò che tu desideri e chi è che sta davvero bene? Sempre chi dona.

ne ho parlato in una guida dove spiego se sia giusto dare per avere.

Ma tu non fare l’errore che commettono quasi tutti: ama.

Quand’è che si apre il cuore, che sorridi nel vedere qualcosa che ti riscalda dentro?

Quando vedi amore.

Quando vedi qualcuno che si spende per gli altri, e non ha interesse per farlo.

Lo fa solo perché vuole che altri stiano meglio, vuole dare qualcosa che ha.

Tutto qui.

Amore incondizionato, senza se e senza ma.

Il nostro amore, invece, è spesso pieno di “se” che rendono così “assurdo” il messaggio che hai appena visto.

Sono convinto che tu preferisci un mondo dove le persone fanno quelle scelte.

Quali sono i se che ci condizionano? Eccone alcuni:

  • Rispetto le persone se loro mi rispettano.
  • Faccio favori se ci guadagno qualcosa.
  • Ti amo se tu mi ami.
  • Ti perdono se dimostri di essere pentito e fai come dico io.
  • Ti ascolto se dici qualcosa che mi piace, altrimenti non mi interessa.

Vuoi qualcosa in cambio per i tuoi gesti? Ve bene, non c’è nulla di male.

Ti metti d’accordo con gli altri e fate uno scambio.

Ma tu vuoi essere felice?

Sì, lo so che lo vuoi. Dici di no?

Vediamo subito, rispondi solo alle prossime due domande:

  1. Vuoi stare bene o stare male?
  2. Preferisci emozioni negative come la rabbia, la delusione, la tristezza e l’ansia, oppure quelle positive come la gioia, la calma, l’allegria?

Risposto?

Bene, se hai detto sì a tutte e due le domande vuoi essere felice.

Lo so, la felicità sembra a volte impossibile, alcuni la spiegano come uno stato di perfezione.

Si sbagliano!

Felicità significa stare bene e provare emozioni positive.

Per capirlo meglio leggiti cos’è la felicità, una risorsa che ho scritto per mostrarti che è quello che cerchiamo tutti.

Ebbene, se vuoi essere felice hai una sola possibilità: l’amore incondizionato.

Ti consiglio di leggere un’altra guida che ho realizzato e ti spiega come essere felici.

Se la leggi subito, tutto diventerà più chiaro.

A questo punto cerchiamo di capire che amore vuoi tu.

 

Ma tu, che amore vuoi?

Che amore vuoi

A molti parlare di amore incondizionato sembra una cosa astratta.

Come hai anche visto nel video sembra poco concreto pensare che le persone possano vivere in quel modo.

Siamo convinti che se noi amassimo senza chiedere nulla, difficilmente gli altri saprebbero fare altrettanto.

Nonostante questo e malgrado non ti conosca, so una cosa di te: tu vuoi ricevere un amore incondizionato dagli altri.

Sai per quale motivo?

  • Vuoi che le persone ti amino per quello che sei e non perché fai quello che loro vogliono.
  • Vuoi che le persone ti amino anche se fai scelte diverse da quelle che farebbero loro.
  • Vuoi che le persone ti amino senza perdere la libertà di vivere come meglio credi.
  • Vuoi che le persone ti amino anche se sbagli, anche se fai errori.
  • Quando qualcuno ti ama “solo se”, tu metti in dubbio che sia davvero amore.

Lo so, non mi sbaglio.

Pensa a qualcuno che dice di amarti, ma pretende sempre qualcosa da te in cambio del suo amore.

Ci credi?

  • Tuo marito dice di amarti ma ti fa un regalo solo quando cucini le cose che dice lui.
  • La tua ragazza dice di amarti, ma ti butta fuori dal letto se non la chiami 10 volte al giorno.
  • Tua mamma dice di amarti, ma se continui a frequentare certe compagnie non ti vuole parlare.

Amore?

Questo è quello che vuoi dagli altri?

Sai perché non ti piace?

Perché ti toglie libertà.

Non puoi fare come preferisci perché gli altri pretendono da te qualcosa di differente.

Non è amore se non lascia liberi.

Solo questo, perché è il meglio che tu possa desiderare.

I “se” e i “ma” sono vincoli, catene che usiamo per controllare gli altri a ottenere quello che vogliamo.

Si chiamano pretese: lo faccio solo se.

Tu vuoi amore incondizionato, e lo vuoi sempre.

Anche in una relazione di coppia?

 

Eccezione alla regola: l’amore di coppia

Se l’amore incondizionato è dare senza chiedere niente in cambio, sembra ovvio che una relazione di coppia faccia eccezione.

Questa è la cosa che mi dicono quasi tutti. Mi scrivono e dubitano che sia possibile amare in modo incondizionato in una coppia.

Facciamo un discorso logico, senza prendere posizioni prevenute.

  • Quale relazione è più importante per te: quella che hai con il tuo partner o quella che hai con uno sconosciuto che incroci per strada?
  • Tra l’amore condizionato e quello senza “se”, quale consideri più straordinario, quale ti colpisce di più per intensità?
  • Non ti sembra assurdo che le relazioni più importanti debbano “accontentarsi” di un amore di serie B? Minore per intensità e straordinarietà?

Certamente preferisci ricevere amore senza condizioni. Quasi certamente la coppia è la relazione più importante.

Perché non dare il meglio alla persona con cui condividi (quasi) tutto?

Perché darle un amore che tu scarteresti, potendo scegliere e che, probabilmente, spesso non definiresti nemmeno amore?

Ecco cosa ho imparato: se ami il tuo partner solo se vieni ricambiato, questo non è davvero amore e non ti renderà infelice.

Ti riporto le parole che usa Leo Buscaglia nel suo libro “Amore”, un libro che ti consiglio davvero di leggere al più presto.

 

[…]Attenderci qualcosa da un altro perché è nei nostri diritti significa candidarsi all’infelicità.

Gli altri possono e vogliono darci solo quello che sono in grado di accordare, non ciò che noi vorremmo vederci concedere.

Solo quando cessiamo di porre condizioni al nostro amore, cominciamo davvero a comprendere cosa significhi amare”.

Che senso ha stare insieme se non mi ama

Ok, ma se amo senza che l’altra persona mi ami,

che senso ha stare insieme?

 

Ottima domanda, scusami se ti rispondo con un’altra: quando ho scritto che devi avere una relazione di coppia con una persona che non ti ama?

Io ho detto una cosa diversa: devi amare la persona che ti sta accanto senza porre il “se mi ami”.

Immagina per un attimo che sia possibile.

Tu ami e non chiedi di essere amato, o amata.

L’altra persona fa esattamente la stessa cosa.

Sai cosa accade?

  • Tu non poni condizioni e dai tutto, senza chiedere nulla.
  • Il tuo partner fa la stessa cosa, e da tutto senza chiederti nulla.
  • Tu ami, attivamente e ricevi amore senza pretenderlo.
  • Il tuo partner ama attivamente, e riceve, a sua volta, il tuo amore, senza pretenderlo.
  • La vostra relazione è piena d’amore ma nessuno dei due chiede nulla. Questo amore è incondizionato, il meglio.

Che cosa succede se invece il vostro amore è condizionato?

Prima di tutto pretendi che chi ti ama faccia come dici tu.

Non parlo di chissà cosa, ma di attenzione nei tuoi confronti, parole, disponibilità, scelte.

Se questo non accade (cosa probabile) proverai emozioni negative, magari rabbia, fastidio o semplicemente nervosismo.

Così facendo ti allontani e smetti di agire con amore.

Una relazione piena di “ti amo se tu” diventa un rapporto di scambio.

Sei cortese perché ricevi cortesia, non perché ami, e allo stesso modo sei gentile perché ricevi gentilezza.

Vi ritrovereste a restare insieme per convenienza, comodità, abitudine.

Qualcuno dovrà domandarsi, prima o poi, che fine ha fatto l’amore.

Ho letto che molti professionisti della coppia considerano l’amore incondizionato irrealizzabile, o addirittura immaturo.

Eppure ti ho mostrato che è quello che desideriamo tutti.

Il problema è che è difficile, è più comodo pensare che sia fuori dalla nostra portata, ideale, magari sbagliato, piuttosto che affrontare al realtà: dobbiamo imparare ad amare in modo incondizionato.

Ora ti racconto una storia.

 

In viaggio nel deserto

In viaggio nel deserto

Un uomo camminava nel deserto da giorni, senza orientamento, con i vestiti strappati e senza una goccia d’acqua.

Quando ormai era convinto che sarebbe morto, in lontananza scorse la figura di un altro uomo che veniva nella sua direzione.

Quando i due si incontrarono furono felici.

Entrambi senza acqua e soli nel deserto temevano di morire, ma ora che si trovavano insieme avrebbero sicuramente trovato il modo di salvarsi.

Ripresero il viaggio con fiducia e speranza, ma dopo qualche ora fu chiaro a entrambi che il problema principale non era risolto: erano senza acqua.

Inizialmente non ci badarono, convinti che avrebbero presto trovato un’oasi.

Con il passare dei giorni e il caldo sempre cocente, iniziarono a litigare, ad accusarsi di aver scelto la strada sbagliata, a darsi la colpa della loro condizione.

Il viaggio insieme diveniva più insopportabile a ogni passo e la decisione finale sembrò inevitabile, la migliore per entrambi.

Si separarono e proseguirono ognuno per la propria strada.

 

Se io non ho acqua e tu nemmeno, la nostra unione non ci permetterà di dissetarci, perché nessuno di noi ha qualcosa da bere.

Due persone si incontrano e cercano amore l’uno nell’altra.

Entrambe non hanno questo amore, dal momento che lo stanno cercando.

Da dove dovrebbe saltare fuori, dunque?

Possiamo dare acqua a chi ha sete se ne abbiamo, così come possiamo dare amore a chi ci sta vicino, solo se amiamo.

Ho scritto una risorsa sull’amore eterno, che io ritengo possibile.

Se la leggi capisci cosa rende solida e felice una relazione di coppia, e non sono certo le pretese reciproche o i compromessi.

Mi rendo ovviamente conto che amare senza pretese (cioè amare davvero!) è la cosa più difficile che esista.

Da questo veniamo a una domanda fondamentale: tutti possono dare amore incondizionato?

 

L’amore incondizionato è per tutti, ma non tutti riescono a viverlo

La speranza è l'ultima a morire

Possiamo dire che esistono tre livelli d’amore.

 

“Ti amo se” – Ma potremmo anche dire ti rispetto se mi rispetti, sono gentile se sei gentile.

A questo livello, che io non chiamerei nemmeno amore, diamo solo se gli altri danno a noi, prima o dopo.

È un livello di scambio e la nostra vita dipende da quel che fanno gli altri, totalmente.

Diamo amore se riceviamo qualcosa in cambio, abbiamo rispetto se gli altri ci trattano bene.

In poche parole le tue scelte, le tue decisioni dipendono da cosa faranno gli altri.

La tua felicità è una puntata su un numero fisso: hai tante possibilità di perdere tutto, pochissime di vincere.

 

“Ti amo senza se” – A questo livello amiamo senza aspettarci in cambio niente, neppure di essere ricambiati.

Diamo rispetto e amore anche se gli altri non fanno altrettanto e non poniamo condizioni alle nostre scelte.

Ovviamente questo significa essere padroni della nostra vita, molto più liberi del livello precedente.

La nostra felicità è quasi totalmente in mano nostra, poiché amiamo senza pretese o condizioni.

Dico quasi perché c’è un livello superiore, in cui l’amore incondizionato è al suo massimo splendore.

 

“Ti amo anche se mi odi” – Amiamo tutti, senza chiedere niente e amiamo anche coloro che, al contrario, ci odiano e sarebbero pronti a farci del male.

Questo non significa che subiamo le loro azioni: evitiamo la loro cattiveria ma continuiamo a provare amore per loro e vogliamo che siano felici.

Neanche il male degli altri ha più il potere di ferirci, siamo completamente liberi, senza eccezioni, e a questo livello proviamo la felicità più grande possibile.

 

Ovviamente il terzo livello è l’obiettivo cui aspirare. Per quale motivo?

Semplice, perché più siamo liberi di dare amore, più siamo felici.

Difficile arrivarci?

Certo, è difficile.

Pensi che sia facile imparare una nuova lingua, conoscere gente nuova in una città in cui non hai mai messo piede o imparare un lavoro mai fatto?

No, sono tutte cose difficili. Ma non per questo non le affronti comunque.

Amare in modo incondizionato è una scelta difficile, ma possibile.

Vuoi una buona ragione per tutta questa fatica? Sarai felice.

E se vuoi che la tua felicità sia autentica e profonda, se vuoi che nessuno o niente possano togliertela, devi puntare dritto al terzo livello.

Non è divino, o favoloso, ma è alla portata di tutti, te e me compresi.

È umano arrivarci. Fa parte della nostra natura.

La nostra educazione è differente, la nostra società promuove il primo livello, considerando quest’ultimo irrealizzabile.

Si sbaglia di grosso.

Questo è il vero problema: considerare qualcosa impossibile.

Il segreto per riuscirci è il senso stesso della crescita personale.

Leggi questa risorsa perché ti spiego che cosa ti renderà possibile arrivare ad amare in modo incondizionato.

 

Conclusione: infondo devi solamente amare!

Cosa significa amare

Ecco alcuni consigli molto pratici e concreti che puoi realizzare subito nella tua vita.

  • Riguarda entrambi i video e osserva con attenzione gesti, azioni, scelte. Scrivili tutti. Usali come azioni tipo da compiere ogni giorno. Inizia subito e dona questi gesti alle persone che incontri.
  • Scegli una persona con cui condividi la tua vita. Scrivi alcune cose che le farebbero piacere o che potrebbero essere utili.
  • Mettile in pratica, almeno una al giorno, senza curarti delle sue reazioni.
  • Se ti viene da pensare che “non se le merita” per come si comporta, raddoppia le azioni d’amore nei suoi confronti.
  • Osserva le persone che ti circondano. Chiediti semplicemente: “se fossero mio figlio, o mia moglie, o il mio fidanzato, come agirei nei loro confronti?” Scegli una di queste persone e trattala con lo stesso amore che daresti a una persona molto cara.

Ovviamente passare dal primo livello al secondo e infine arrivare al terzo non è facile ed è un processo graduale.

Questi consigli pratici possono essere utili per iniziare.

Cambiare vita richiede sempre impegno, pazienza e tanta forza di volontà.

Più ami in modo incondizionato, più diventerà facile farlo.

Posso fare di più per te? Certo!

Ti suggerisco una serie di risorse che ti serviranno a crescere e maturare nella convinzione che sia possibile amare.

  • Avere fiducia negli altri. Senza non esiste amore.
  • Non perdere mai la speranza. Legata alla fiducia è il fuoco che alimenta la nostra vita.
  • Imparare ad amare. Una guida ricca di idee e consigli per mettere in pratica l’amore.
  • Come aiutare gli altri, perché è sempre bene saper come dare questo amore e come accettare anche un rifiuto.
  • Indipendenza emotiva. I professionisti di cui ti parlavo non hanno capito che niente e nessuno può condizionare le nostre emozioni, ecco perché non comprendono l’amore incondizionato. Ma tu puoi saperne di più 😉

Ora sai che l’amore incondizionato è il segreto più autentico per una vita felice.

Sai anche che è tutto quello che vuoi, il meglio che puoi dare.

Difficile, è vero, ma hai anche capito che è possibile, basta volerlo.

Per concludere voglio dirti da dove io attingo personalmente la forza per scegliere questa strada: la fede in Dio.

Non voglio farti prediche o roba simile.

Voglio solo che tu legga perché credere in Dio e come riuscirci.

Ti spiegherò come puoi verificare personalmente se Dio esiste.

Perché è importante?

Perché l’amore incondizionato non ha fine, non ha eccezioni, non esclude nessuno.

Avrai la forza di darlo sempre e comunque?

Di continuare ad amare quando non riceverai nulla e magari saranno pure negative le reazioni degli altri?

La fede mi ha permesso di fare proprio questo, per cui è l’ingrediente segreto per una vita felice.

Forse l’amore di cui ti parlo è troppo?

Che succede altrimenti? Non sarai felice.

Non è una questione di principio o moralità.

Se non vuoi amare, nessuno te le impone.

Solo non sarai felice.

La felicità la crei tu amando.

Quando non ami, magari perché gli altri sono cattivi e non se lo meritano, tu punisci te stesso, o te stessa, per i loro errori.

Ha senso?

Io dico di no.

Usa tutte le risorse presenti nel sito, scrivimi commenti se vuoi una mano e chiedimi aiuto se ne hai bisogno.

Ricorda solo che questa strada non la prendi perché va di moda, la scegli per essere felice.

E questo credo sia un motivo più che sufficiente!

5 Verità sulla tua vita

Ci sono 5 verità che ti riguardano da vicino e che in questo preciso momento stanno decidendo chi sei, se sei felice, perché hai trovato il mio sito.

In 5 semplici domande ti aiuterò a scoprirle.

Inizia il test

Cambia vita in 10 passi

Cambia la tua vita in 10 semplici passi

Accetta la sfida dei 30 giorni: scarica GRATIS il mio manuale e applica i 10 semplici passi con cui cambiare la tua vita.

Azioni semplici ma concrete che ti aiuteranno a cambiare, quasi senza fatica, il tuo modo di vivere.


Scarica il manuale GRATUITO ⇒

Condividi
Da oltre 7 anni mi occupo di felicità: la studio, la osservo, la vivo e la condivido. La mia missione è aiutare tutti a cambiare la propria vita ed essere felici. Su Diventarefelici.it porto la mia esperienza personale e quella delle tante persone che ho conosciuto e aiutato in questi anni per dare il mio contributo: voglio migliorare questo mondo, e più persone diventeranno felici, più ci riuscirò. Questa è la mia missione.

60 Commenti

  1. Ciao Giacomo, articolo bellissimo che mi fa molto riflettere ancora di più per quello che sto vivendo…
    Stavo con una donna più grande di me a cui tengo tantissimo… problema figli lei ne ha già due grandi e da quando ha saputo che anch’io ne vorrei sono cominciate le difficoltà fino a provare altre strade per avere un figlio facendo un tentativo non andato a buon fine… dopo questo io ho ricominciato a provare frustrazione nel rapporto perché non potevo soddisfare il desiderio di un figlio e ho cominciato a chiudermi fino a che ci siamo lasciati, anche se io la amo ancora tantissimo ma per il motivo figlio è andata male. Ora mi chiedo se posso essere felice con lei anche senza figli perché lei è comunque molto importante per me è pensavo se sarei in grado di amarla incondizionatamente ed essere ugualmente felice?

  2. Gran parte di ciò che scrivi è perfettamente logico,legittimo e sacrosanto. Una piccola postilla andrebbe fatta sulla tua interpretazione negativa del “legame”,laddove per legame tu intendi qualcosa di “limitante” (non è forse ovvio che ci siano dei limiti in una relazione,fosse anche solo d’amicizia? La tua libertà finisce ove lede la mia persona) mentre è ovvio che l’amore non è libertà assoluta, bensì libertà di amare e stare accanto a chi /cosa si ama, perché al di là della concezione prettamente funzionale alle dinamiche consumistiche, l’amore è sacrificio, l’amore è impegno e dedizione,pensare che l’amore basti a sè stesso per tener in piedi una coppia è affascinante ma irrealistico,miope,quanto lo è pensare che si vive solo per essere felici,questa visione deresponsabilizza,lasciando al caso ciò che il caso crea ma,noi dovremo in seguito curarci di mantenere. L’amore incondizionato è effettivamente la base di una vita felice, perché non ci si aspetta più qualcosa in cambio,ma le dinamiche di coppia (ma non solo) prevedono altre variabili: Ama ed amati.

    • Io penso che l’amore basta, perché l’amore è tutto ciò che serve a noi per natura.
      E l’amore è libertà. Se la togli, l’amore svanisce rapidamente e restano relazioni, legami, obblighi.
      Ovviamente amare è sacrifico, ma per chi guarda, per chi ama, no, mai 🙂
      Leggi questa pagina, perché la coppia non fa eccezione all’amore incondizionato, richiede in più che ci sia un reciproco dono, tutto qui.
      Senza contare che per essere felice non puoi essere “irresponsabile” o egoista. Se non ami non sarai felice. Se non ami in modo incondizionato. Leggiti anche questa, ovviamente scrivere tutto in una sola pagina è impossibile 😀

  3. Questo articolo e’ una follia.L’Amore senza condizioni non ha senso se siamo umani.Se domani mattina ti uccido figli e moglie e mi stringi la mano dicendomi grazie ti amo,hai dei problemi psichici molto importanti.Se una persona ti prende a schiaffi e non ti difendi perche’ la consideri inconsapevole stai realizzando una follia.Questo dato e’ ben presente nella PnL che ha storpiato il messaggio Cristiano che ha due letture.Io sono empatico con chi ha cuore per vivere la reciprocita’ emozionale ma con chi non ha empatia MA QUALE AMORE INCONDIZIONATO?FINISCI NEL MASOCHISMO O IN UNA RELAZIONE SADICA CON QUALCHE NARCISISTA MALIGNO.Per me questo testo e’ scritto molto male e nn prende in considerazione le Manipolazioni psichiche del Bisogno tipiche dei Borderline e dei Narcisisti o peggio degli Antisociali.

    • Ciao Franco,
      innanzitutto non faccio pnl, neanche mi piace e non la condivido.
      Inoltre o è incondizionato, o non è affatto amore. Figuriamoci Cristiano.
      Infine le persone con disturbi mentali sono pochissime. La gente normale non va in giro a schiaffeggiare e uccidere.
      E amare senza condizioni non porta a vivere passivamente, lo dico spesso, a chiare lettere.
      Dire di no, difendersi, porre dei limiti è un atto di amore verso se stessi e gli altri.
      Inoltre per amare in modo incondizionato (ripeto, il resto non è amore ma scambio, compromesso, interesse), devi essere indipendente, libero, e nessuno può manipolarti se lo sei.
      In realtà arrivare ad amare incondizionatamente è la più sicura difesa da qualsiasi sofferenza.
      Ma so che è difficile comprenderlo 😉

  4. Ciao Giacomo, hai ragione, amare gli altri porta alla felicità, perchè fare del bene porta il bene. Qualsiasi rapporto si instaura però tra due fattori diversi, me e il mondo, me e un amico….per questo la sopravvivenza di un rapporto dipende sì da me ma anche dall’altro. Per fortuna il mondo non si divide tra stronzi e santi ma tra mortali che convivono più o meno bene con le loro sventure. Sto per scrivere una cosa troppo dura forse ma penso sinceramente che se Dio esistesse avrebbe creato un mondo con meno ingiustizie come per esempio le guerre e le malattie…..si dice che gli ultimi saranno i primi ma se prima di arrivare alle vette devo razzolare nel fango preferisco non esserci. La qualità della vita è fondamentale, trovo singolare che i credenti non la considerino.

  5. Ciao Giacomo complimenti per l’articolo,molto significativo!!
    Da quel che ho capito l’amore incondizionato vale per tutte le tipologie di rapporti,quindi se una persona rifiuta il tuo amore dicendo che per lei se solo un amico,va bene lo stesso continua a donare sempre e fin qui ci siamo perche’ nel donare si e piu’ felici che nel ricevere,ma e giusto poi dedicare un gran pezzo della tua vita solo a questa persona che rifiutandoti di continuo esce con altri ragazzi,lei fa la sua vita,e tu sei sempre li a donare incondizionatamente,oppure sarebbe piu saggio conoscere altre persone che potrebbero amarti a loro volta incondizionatamente e ricominciare tutto da capo?

  6. Ciao sono Franco. …io .. sto pagando a caro prezzo ….l amore incondizionato
    È durato 1 anno di alti e bassi errori miei e suoi. …ma mente io riuscivo a perdonare i suoi….lei no…e si allontanava chiudendo …
    Dovevo essere io a persuaderla ne ricominciare. .. .poi ….se ne è andata
    Dicendomi.. che devo trovare una donna che sappia amarti così come sei…..
    Ora lei dio 3 mesi è già assieme ad un altro uomo….. io …. ancora da solo….xche spero e credo.. nella amore incodizionato

    • Ciao Franco,
      ricorda che l’amore incondizionato non è una relazione di coppia.
      Paghi a caro prezzo l’amore con cui pretendi di ricevere, con cui dai ma perché desideri, infondo, di essere amato a tua volta.
      Il problema è sempre lo stesso: diamo per avere, solo così stiamo male.
      Quando è davvero incondizionato non c’è pretesa o aspettativa, e non c’è sofferenza.
      Solo se capisci che amare non è avere una relazione, che una coppia non è la relazione più importante, smetti di stare male.
      Leggi anche questa pagina, credo sia importante 🙂

  7. Ciao
    Buongiorno
    Mi chiamo Mario
    E sono follemente innamorato di una donna che reputo la donna della mia vita.
    Sono separato ed ho un figlio di 7 anni.
    Io ne compio 40 a giugno.
    La amo tantissimo
    Solo che con il mio essere ,fin troppo diplomatico ,creò in lei tanta confusione ,infatti è un continuo sentirmi dire che la confondo che non sa chi ha davanti e che solo l ‘amore non basta.
    Premetto non mento mai con lei ma ho indorato troppo alcune cose che poi parlandone e uscito fuori che le cose erano un po diverse e di conseguenza dice di non fidarsi vuole capire chi ha davanti.
    Viviamo una relazione a distanza e quando parliamo e discutiamo al telefono e lei mi fa domande puntualmente scatta la paranoia e lei si allontana.
    Ho capito che sbaglio a darle risposte in cui credo ma per non ferire ,ripeto ,le indoro.
    Sembra che in tutte le cose io debba per forza essere perfetto e che debba piacere a tutti .
    Lei tutto ciò mi sta aiutando poi se teniamo conto che i 40 sono alle porte io sto lavorando su me stesso per migliorarmi e non commettere gli stessi errori.
    Tengo a lei tanto
    Desidero sposarla
    Ma più la amo più la allontanò con il mio comportamento non.proprio coerente anche se non la tradiscono non desidero altre donne cazzo voglio lei e nessun altro.
    Sono incasinatoooo
    Ora lei mi ha chiesto un periodo da sola perché confusa non mette in dubbio il mio amore.
    Vuole concretezza e io voglio dargliela
    Cosa posso fare?

  8. salve sig.. giacomo volevo dei consigli da lei le saro molto grado . io sono un uomo sposato ho 48 anni e ho una relazione con un altra donna da 12 anni pur essendo sposato sono in situazioni che non auguro nemmeno al piu grande nemico sono successe delle cose che non so piu gestire le sarei molto grado se lei mi potesse aiutare grazie

  9. Vi racconto la mia storia: ho conosciuto una mia coetanea (51) . all inizio mi sembrava mia nonnna e non avrei mai volute inziare nessun tipo di rapport con Lei. poi magicamente, con l aiuto della luna, la barca, il prosecco….una note cominciamo a baciarci e scoppia l’ attrazione fatale. Sesso stupendo, dormito con lei condivisi momenti bellissimi ma….lei parla solo inglese e io non capisco che si tratta di scopa amici “friends with benefits”!! ma cosa significa? nemmeno lo sapevo! per farla breve sprofondo senza rendermene conto in una sabbia modile e mi invaghisco terribilmente. la cosa dura un mese e mezzo ed ad un certo punto Lei mi dice: ” scusa mi sono crollati gli ormoni e non ho piu desiderio sessuale rimaniamo amici”. what?? ma cosi dal nulla, fine sesso fine storia fine condivisione……ci vediamo ogni tanto come amici…..e io ci sono stato male ma molto male e mi mancava ma, per non spaventarla facevo finta di esserele amico mentr in realtä ero geloso e mi dannavo per starle vicino con ogni scusa…povero me….la amavo? forse si forse no forse non accettavo che mi fosse scappata di mano in un lampo….alla fine tra psicologo e yoga ho superato il momento ma lei rimane nel mio cuore, me ne corrie prendere cura la vorrei coccolare e portare per mano….chiudo con un paccato, peccato davvero…non avrlo potuto piu fare sarebbe stato divino…..

  10. Grazie, bellissimo. Osho dice più o meno la stessa cosa, ed è anche la mia missione, non a caso mi è stato dato il nome Karuna (Compassione) e anziché dire (come troppo spesso accade): è difficile, dico è possibile se ci impegniamo, se lo vogliamo, se davvero vogliamo essere liberi e felici dalle fluttuazioni mentali, dall’ego, dagli attaccamenti e dalle avversione. Come di dice il Buddha con i suoi 5 Impedimenti (Attaccamento al desiderio dei senti, Agitazione, Avversione, Pigrizia, Dubbio)!
    grazie ancora

  11. Quello che fai è bellissimo, e trovare conferma di ciò che pensavo nelle belle cose che dici è fonte di grande felicità. Credo che nessuno nasca cattivo ma agisca spesso in malo modo per rabbia o frustrazione e soprattutto perché non ha imparato a pensare,cosa che tu invece sai fare molto bene. le persone vanno solo capite e hanno bisogno di capirsi… È la prima volta che leggo questo sito ma lo farò ancora. Sai aiutare le persone.Grazie

  12. Ma sei fantastico!!!! Ringrazio te e Dio per essere finita su questo sito nel momento più cruciale della mia vita!!!!
    Grazie grazie grazie!!!
    A presto
    Angie

  13. Ciao Giacomo.
    Molto bello ciò che scrivi… Ed il tuo progetto… Era anche il mio è ho sempre agito come il ragazzo orientale nel video… Ma io sono passata dal livello tre, per carattere e modo mio di essere fin da bambina, al livello uno… Dopo varie vicissitudini davvero pesanti, fisiche, emotive, oggettive… Oggi sto forse cercando qualcosa, non so bene cosa, ma sono davvero affranta dopo aver amato incondizionatamente un uomo difficile… Che ha qualcosa di davvero bello dentro ma un’altra personalità terribile come “corazza” che mi ha tartassati, attratto da me perché poteva essere sé stesso ma poi soffrendo, perché ovviamente lavorando su sé stessi un po’ di sofferenza c’è, ne ha fatte d’ogni… Pur se divisi però magari cerca ancora perché sente credo che io gli ho dato attenzioni che nessun altro gli ha dato e che gli permettevano di cercare di far vivere quella parte interna.. Ora sto solo soffrendo, se cerco di parlargli pur se mi cerca lui , ma a distanza, è uno sfacelo… Difficile. Difficile per me questo periodo anche per altri motivi, difficile aver lottato per nulla e vedere naufragare qualcosa che aveva buone potenzialità.. Uno strazio. Abbraccio.

    • “Per nulla”?
      Io penso che l’amore non è mai sprecato, mai donato per nulla, a meno che non lasciamo che la pretesa di veder soddisfatto qualcosa subentri e ci tolga da quel “livello 3” così meraviglioso ma delicato, sprofondandoci in basso.
      L’amore cambia tutto. Se lo lasci per ottenere qualcosa dagli altri lo perdi e ti perdi. Ma la strada c’è, devi solo cercarla nuovamente, riprenderla.
      Anno nuovo, inizia il mio Corso per diventare felici. Che tu sia qui oggi magari non è per caso 😉

      • Lui mi cerca, ma non vuol darlo a vedere, frequenta un posto da tempo dove andavo solo io, e vien lì all’ora in cui sa che mi trovo con amica… Ma più che “ciao” e ad occhi bassi non osa dirmi.. Io del resto gli voglio bene ma tengo distanze quando lo vedo.. Se mi cerca così, tutti i giorni, qualcosa gli ho lasciato, lo so. Ma frequentarlo in passato vuol dire essere trattata male in modo davvero pesante… Non mi interessava perché ero interessata alla meta, non al percorso.. Ma lui mi faceva sempre più male finché è arrivato a far cose che mi hanno ferita troppo… Anche io ho un limite… Soprattutto ora che già sono provata da problemi pesanti di questi ultimi anni… Ho reagito come non avrei fatti in passato, ma pur chiudendo il rapporto ho cercato lo stesso il dialogo, a fatica, per il SUO bene, per fargli continuare un percorso di apertura.. Ma non è su vede pronto… Non so se lo sarà mai. Ad un certo punto il dialogo era diventato impossibile e ho mollato, non voleva sentire. Ora è tornato, forse posso riprendere a dedicarmi alla sua apertura se reinstauriamo un dialogo… Ma un rapporto tra di noi sarebbe credo di nuovo distruttivo per me. Grazie per l’invito al corso… Proverò a seguirlo.. ^_^

  14. CIAO GIACOMO!! BELLISSIMI I TUOI ARTICOLI LI RILEGGO MA HO BIAOGNO DI AIUTO MI SONO FICCATA IN UN PASTICCIO E ORA FATICO A RIPRENDERMI!

    MI SONO INNAMORATA DI UN UOMO SPOSATO.LA NOSTRA RELAZIONE E’ FINITA LUI NON SE L’E’ SENTITA DI LASCIARE LA SUA FAMIGLIA ANCHE SE IL SUO MATRIMONIO E’ STATO INFELICE, PER DI PIU’ LUI E’ MOLTO AVANTI NEGLI ANNI RISPETTO A ME. LA PAURA DI FARE UN CAMBIO DI VITA LO HA BLOCCATO.

    ORA IO MI SENTO UNA NULLITA’ NON PENSAVO INNAMORARMI COSI’ A 53 ANNI.NON AVREI DOVUTO .
    MI SEMBRA DI NON VALERE NIENTE,O POCO NONOSTANTE IO ABBIA DATO PROPRIO QUELL’AMORE INCONDIZIONATO DI CUI PARLI TU….LIBERTA’ A 360 GRADI ANCHE DI NON VEDERMI PIU’
    IN EFFETTI. QUANDO LA MOGLIE SU E’ ACCORTA DEL TRADIMENTO.LO HA MESSO ALLE STRETTE E LUI HA SCELTO RESTARE IN FAMIGLIA E DI NON VEDERMI PIU’.
    NESSUNA RICHIESTA DA PARTE MIA.NESSUNA PRESSIONE.NESSUNA PRETESA.
    FORSE LO AMAVO SOLO IO!!!
    AIUTAMI PER FAVORW!!
    DIMMI.UNA PAROLA CHE MI STIMOLI PERCHE’ NON VEDO PIU’ LA GIOIA DELLA VITA.
    GRAZIE.

    • Ciao Maria,
      hai letto questa pagina?
      In caso contrario, leggila.
      Il problema è che la gioia della vita c’era prima che lo conoscessi e c’è anche adesso che ha fatto la sua scelta. Solo che stai tenendo, probabilmente, gli occhi chiusi.
      Aprili. Leggi quella pagina, ma poi fai una bella cosa: inizia a seguire subito il mio Corso: sono certo che possa darti la spinta che ti serve per uscire dalla situazione in cui ti trovi adesso 😉

  15. Grazie per l’argomento e la guida,.. è quello che cercavo.
    ecco se posso chiederti ogni volta che abbiamo preso coscienza dei nostri problemi e abbiamo deciso di migliorare e approfondire e mettere in pratica tutto ciò e so di certo che non è una passeggiata..
    è possibile provare a coinvolgere il partner a seguire lo stesso cammino e come farglielo capire senza farlo sentire inferiore o che non è perfetto oppure offenderlo se c’è un metodo di trasmettere la nostra riuscita e il valore di tutto ciò a chi ci sta a fianco?
    Grazie.

  16. Ciao Giacomo stò leggendo le tue guide e le trovo molto interessanti.Mi sono lasciato con il mio compagno dopo quasi 12 anni di vita insieme..Non convivevamo ma eravamo molto uniti…Mi sono innamorato di un altro in vacanza e naturalmente ho deciso di lasciare la persona con cui stavo da anni per cercare di vivere una storia nuova con lui che però vive lontano e non contraccambia in pieno ciò che provo io:ovvero mi dice che anche lui sì è lasicato da poco e non se la sente di afforontare una relazione per così dire seria ,anche se sono convinto di piacergli molto….Hai dei consigli?

  17. Ciao giacomo,
    ti avevo già scritto mesi fa e avevo letto, oltre a tutte le tue dispense, il tuo libro,con grande interesse..ho fatto per mesi il diario emozionale,poi a causa del poco tempo lasciatomi dal nuovo lavoro ho lentamente smesso nonostante avessi visto dei risultati in materia di felicità, anche perchè speravo di essermi assestata nel mio nuovo modo di amare..invece credo di essere ricaduta nelle mie ansie legate specialmente alla relazione di coppia..soprattutto una nuova ansia deriva dalla famiglia del mio partner che mi adora, a tal punto però da essere un pò troppo invadente riguardo il tempo che passo col mio fidanzato (purtroppo poco x ragioni lavorative di entrambi). io avrei bisogno di stare sola con lui e spesso a causa di sua madre nonsempre ciò è possibile..ciò x me non costituiva un problema fino a alcuni mesi fa, quando la presenza di sua madre mi pareva una cosa naturale..probabilmente sono cambiate le mie pretese o aspettative..e ciòmi fa soffrire terribilmente, un pò xchè non riesco a comunicare al mio partner le mie nuove esigenze x timore di offenderlo, un pò x il senso di colpa verso colei che è anche parte della mia famiglia e alla quale voglio comunque bene. non voglio perdere nessuno dei due.. Sento il mio potere di amare schiacciato dalle pretese, che, come dici sempre, avvelenano i rapporti e rendono i sentimenti non incondizionati. Come posso fare?? perchè le pretese tornano sempre a bussare alla nostra mente rendendoci paurosi,fragili e insicuri?? grazie se mi risponderai..

    • Direi che allora, cara Guegua, è il momento di diventare tu più forte di ogni pretesa o problema una volta per tutte 😉
      Innanzitutto iscriviti subito al mio Corso gratuito. Ti piacerà un sacco e ti sarà utilissimo!
      Inoltre il punto è che devi condividere il tuo momento con loro e riuscire a creare un clima di sincerità.
      Leggi questa pagina e poi questa, ti aiuteranno 🙂

  18. bellissimo amare sempre e comunque nonostante le difficoltà…
    metterò in pratica da subito i tuo consigli…
    Amore per tutti la regola

    Grazie
    Federica

  19. Ciao, mi è piaciuto il tuo post.
    Pensavo di non riuscire a provare amore incondizionato e invece lo provo. Ho avuto una relazione durata 12 anni poi è finita, lui non mi ama, ha fatto tanti errori ma io ho perdonato. Sono consapevole che non ci potrà mai più essere un rapporto di coppia perché dall’altra parte non c’è questa volontà. Lui è libero, io ho permesso a me stessa di lasciarlo libero, di mollare la presa eppure posso confermare che amo veramente e profondamente quella persona, non ho nulla in cambio, ma veramente nulla, eppure amo.

  20. Ciao Giacomo, ho scoperto oggi il tuo blog e quello che scrivi mi sembra molto interessante. Mi sono lasciata da poco con il mio ragazzo perché mi diceva che non sapeva più se mi amava e io ho deciso di non voler stare con lui se mancava il sentimento perché pensavo di farmi del male. Il punto è che spesso il suo amore era pieno di condizioni, voleva che cambiassi per lui e dopo avermi detto le cose che non gli andavano di me mi chiedeva di cambiare, di lottare per lui. Io mi sentivo ferita e non amata, e non riuscivo proprio a dimostrargli quello che voleva anche perché non capivo perché dovessi cambiare, anche a me molte cose sue non piacevano eppure ho deciso di accettarle e amarlo così com’era. Nonostante io credo che lui non fosse sicuro dei suoi sentimenti da un po’ mi ha sempre dimostrato qualcosa e pretendeva che io gli dimostrassi il mio amore come voleva lui, non considerando che io mi sforzavo per dimostrarglielo in altri modi. Se è vero che l’amore incondizionato va oltre quello che prova l’altra persona, mi chiedo se ora ha senso rischiare il tutto e per tutto per una persona che vuole un amore con mille condizioni oppure nonostante io provi ancora qualcosa per lui dovrei lasciare perdere perché forse non mi ama? Grazie e spero che risponderai

    • Ciao Annie,
      la cosa davvero importante è non confondere l’amore con una relazione.
      Io posso amarti ma capire che non vogliamo la stessa cosa, che non abbiamo le stesse priorità e, soprattutto, che non è una relazione basata sull’amore.
      Non ha senso creare una coppia dove uno dei due non vuole amare.
      Una relazione di coppia dovrebbe essere l’incontro di due persone che scelgono di amarsi in modo incondizionato.
      Se tu vuoi amare davvero, non puoi fare coppia con chi la vede in modo differente e intende l’amore in modo diverso.
      Non vi troverete in sintonia e vi scontrerete facilmente.
      Leggiti questa pagina, ti spiega cosa intendo quando dico “avere le stesse priorità”.

  21. Ho letto con piacere più di un tuo articolo, molto belli, complimenti!
    Nei prossimi giorni continuerò le letture con altri tuoi articoli.
    Grazie per quello che fai.

  22. Ciao giacomo, mi chiamo stefano, ho 40 anni, sposato dal 2004, una figlia di 7anni, moglie e figlia stupende. Ma mia moglie Eleonora mi ha detto di non amarmi più, io forse pretendo troppo perché mi aspetto sempre un bacio una carezza, insomma aspetto sempre un bel gesto da lei. Ma adesso ho trovato il tuo sito settimana scorsa e mi stai facendo capire che non ho mai capito niente del rapporto di coppia, mi voglio impegnare per cambiare radicalmente perché voglio recuperare amore di mia moglie perché la amo e renderla felice. Attendo tuoi cosigl

  23. Buongiorno,sono contenta di averLa letta questa notte. Condivido pienamente l’idea dell’amore incondizionato, amore gratuito verso gli altri e che io, come sposa e mamma ho cercato di dare prima di tutto in famiglia . Si dona semplicemente senza pretendere niente in cambio. La stessa cosa faccio con i miei colleghi anche se poi. ai loro occhi, sembro un po’ ingenua. Ma non mi preoccupa più di tanto. Alla mia età non si è più sensibile alle critiche.
    Il suo articolo mi è capitato proprio in un momento in cui riflettevo se tale mio comportamento e mi chiedevo se l’amore incondizionato non fosse piuttosto un dovere incondizionato dettato dall’educazione cristiana e famigliare. E’ proprio per questo stavo passando una notte insonne, poiché mi chiedevo se ho mai amato i miei per puro amore o per dovere di amare, rispettare, accudire,perché voluto dalla società. Questo mio pensiero mi mette in crisi, a tal punto da chiedermi se ho mai amato e che cosa significa Amore. La ringrazio di avermi ascoltata.

    • Ciao Olivia,
      ovviamente la società e l’educazione possono spingere a fare molte cose per “dovere”.
      Io ti consiglio di leggere anche questa pagina e poi di considerare l’intenzione.
      Se la tua intenzione è sincera, non farti problemi. E ricorda che nessuno può saperlo, a parte te 🙂

      • Come posso amare chi non vuole farsi amare? Ho dato tutto a questa persona.

        Sto attraversando il periodo piu duro – senza di lui. Accettando che mi ha lasciato.

        Per di piu Sono senza lavoro…

        Speriamo che le cose vadano meglio

        • Ciao Claudia,
          osservando l’amore in modo più ampio. non pensando solo ai gesti che possono essere rifiutati, ma all’atteggiamento, all’intenzione (rispetto, comprensione, perdono, volere la felicità, disponibilità).
          Inoltre il punto è: ho dato tutto ma sono felice di averlo fatto, oppure ho dato tutto ma avrei voluto ricevere qualcosa in cambio?
          Se amiamo per essere amati, non è incondizionato, giusto?
          Leggiti questa pagina, e visto che non hai lavoro (e sperare che le cose cambino è poco), leggiti questa guida, ti aiuterà 🙂

  24. Ciao Giacomo,
    Trovo molto interessante il tuo blog cosi’ come le idee che esponi.
    Vivo all’estero con la mia ragazza, stiamo insieme da sei anni di cui 3 a distanza. Dopo il ricongiungimento, la relazione ha perso entusiasmo credo a causa del fatto che io non stessi molto bene con me stesso. Da un mese a questa parte credo pero’ di aver trovato una sorta di equilibrio interiore, sorrido alla vita e cerco in tutti i modi di riconquistarla : sorprese, fiori, regali, buon umore. Parliamo ababstanza apertamente dei nostri problemi (cui si aggiungono quelli del suo blocco sessuale) e lei si pone mille domande sulla nostra coppia, sul perchè non sia più come prima e se lei provi lo stesso tip di amore che nel passaro. Sto davvero cercando di «amarla » incondizionatamente, ogni giorno, in tutti i modi, senza porre alcuna pressione o pretesa. Ma non so fino a quando tutto questo possa durare : lei mi dice che pensa che le cose possano tornare come prima, e che lei ritrovi la « scintilla » del passato. Ma se questo non accadesse… se fosse solo l’incapacità di ammettere che per lei sia finita ?
    Grazie in anticipo per la tua risposta.

    • Ciao Nino,
      questo nessuno può dirlo, chi conosce il futuro?
      Certo, che la “scintilla” si riaccenda dipende da lei.
      Il punto è: sei disposto ad amarla senza scadenza e senza certezza che tutto torni come prima, o meglio perché no?
      Sei disposto ad amarla anche se un giorno dovesse dirti che effettivamente è finita?
      Come dire, sei disposto ad amarla qualsiasi cosa succeda?

  25. Tutto ciò è bello e spero di riuscire ad applicarlo. Voglio porti però un quesito un po’ particolare. Negli ultimi tempi ho iniziato a pensare ad un ragazzo che non vedo da circa tre anni. Ho provato a ristabilire un contatto ma con esito negativo. Io credo di essermi invaghita di lui. Ad ogni modo vorrei sapere come fargli arrivare il mio amore. Grazie

    • Ciao Rocchina,
      potresti inviargli una lettera. No dai, scherzo 😀
      Credo che i modi per dare amore sono tanti, anche senza la collaborazione degli altri.
      Rispettare, parlarne bene, essere sinceri, desiderare la sua felicità, essere disponibile.
      Ti suggerisco di leggere questa guida che nasce proprio per offrire spunti su come amare.

  26. Ciao Giacomo, complimenti per il tuo blog, mi piace molto. Ti scrivo perchè vorrei capirci qualcosa di più..ho finito una relazione da pochissimo e sto soffrendo molto. Cercherò di essere chiara più che posso, ma la situazione è davvero complessa. Ci siamo lasciati perchè entrambi abbiamo due caratteri difficili, per via del passato di entrambi. Lui si innamora per la prima volta in 36 anni solo di me e io pure. Nessuno dei due in grado di scendere a compromesso, perchè molto abituati a stare da soli e ad essere indipendenti. Dopo solo 4 mesi di convivena, infatti, ci siamo lasciati, lui ha continuato a vivere nella sua casa e in men che non si dica mi ha spedito tutte le cose a casa mia. Ci siamo rivisti un paio di volte e lui ha continuato a dire (piangendo) di amarmi, che ero la donna della sua vita e che avrebbe voluto recuperare questa storia. Che aveva bisogno di stare da solo per un po’ di tempo,ma ogni tanto vedermi e passare del tempo insieme. Ha ammesso di aver affrettato troppo le cose anche nello spedirmi tutto a casa mia. Quella sera ci siamo lasciati sapendo che ognuno avrebbe potuto vedere altre altre persone (lui mi aveva detto che era uscito già con un’altra donna, solo per sesso e lo stesso avevo fatto anch’io). Dopo esserci salutati, in me è salita la tristezza nel pensarlo con altre donne e anche in lui..diceva.. continuava a ripetermi che il suo cuore apparteneva solo a me e quello con le altre donne era solo sesso. Così, dopo qualche giorno, gli ho chiesto di non farmi soffrire, di continuare il nostro percorso da soli, ma che se l’obiettvo sarebbe stato quello di recuperare prima o poi questa relazione, non aveva senso vedere altre persone. Gliel’ho chiesto perchè per me era importante vedere un suo passo verso me. Inizialmente sembrava propenso, poi quando (solo 2 ore dopo!) ci siamo visti per parlarne, mi ha detto che non avrebbe potuto garantirmelo. La sua spiegazione è stata che siccome era libero, la sua libertà consisteva nel seguire anche la sua natura. Ma allora forse non avrebbe dovuto chiedermi di vederci ogni tanto perchè voleva recuperare la storia…Così io ho chiuso definitivamente.
    Tu dici che amare incondizionatamente vuol dire lasciare libero l’altro, senza imporgli nulla, che non bisogna avere pretese. Solo che in questo caso, ho avanzato questa richiesta non per gelosia o per controllo, ma perchè mi ci ha portata lui dicendomi che voleva recuperare la relazione pur ora volendo stare solo. Soffrivo e avevo bisogno di vedere che facesse un passo verso di me. Non l’ha fatto e non me la sono sentita di stare al suo gioco. A sto punto, credo che non mi ami, altrimenti avrebbe accettato. Ma come potevo non chiedergli di restare mio, se anche mentre sosteneva la sua tesi, diceva di amarmi tantissimo?
    Grazie in anticipo per la tua disponibilità.

    • Ciao Pollon,
      una coppia ha delle regole che non vanno pretese ma scelte.
      Una di queste è la fedeltà. Amare è una cosa, avere una relazione comporta una volontà reciproca, è una relazione e si basa sulla scelta di amarsi senza chiedere nulla.
      Forse lui non ha voluto venirti in contro perché ha paura, teme che con te non sarà felice (visti i problemi) e che così facendo perde occasioni (con altre donne)d di stare bene.
      Leggi questa guida e anche questa, ti aiuteranno a rifletterci sopra.

      P.S.
      Per il tuo malessere devi assolutamente leggere questa guida, è indispensabile 😉

  27. Oggi ho baciato e abbracciato mia moglie dicendo con sincerità che era bellissimo per lei aver ritrovato amore e passione in una persona diversa da me. Anni fa vissi una situazione tremenda e simile ed ero solo uno studente. Vivo con lei e forse per lei. Da studente cercai di reagire proprio così e cedetti alla gelosia ed al desiderio di rimuovere il dolore. Non trovai la forza allora e mollai molto, forse tutto, anche gli studi. Ora sono nel mezzo del cammino della mia vita e vivo con meno dolore (per ora) ciò che ho appena lasciato. Credo nel perdono e nel fatto che la sofferenza passata avesse persino il senso di rendermi più forte oggi. Ma non ne ho prove, quindi voglio crederlo per darmi un senso. Ma grazie per aver provato a scrivere tutto questo, grazie per aver dato anche a me una parola disinteressata. Non so davvero come esprimere quanta speranza c’è in me e quanta paura che vorrebbe soffocarla.

  28. Bellissimo articolo Giacomo!
    Stavo pensando che a complicare la situazione sono quelle dinamiche per cui certe persone sono attratte da persone che non sanno amare, e continuano a sentirsi infelici per quel motivo, perche` non si sentono degni di essere amati, e la storia si ripete all’infinito.
    Ovviamente, a loro volta, loro non sanno amare, per cui diventa un circolo vizioso.
    Immagino la prima cosa da fare sia imparare ad amare 😉

  29. Grande!
    Voglio conoscerti di persona, davvero!
    E’ da anni che tento di cambiare il mio modo di vivere l’amore.
    Quando mi piace una ragazza, vorrei amarla senza se, come dici tu. Senza pensare di essere ricambiato o di ricevere amore da parte sua perchè io glielo sto dando.
    Ma non ci riesco.
    Ogni volta che io faccio “qualcosa” e non ricevo un feedback entro in un mood negativo che mi soffoca cervello, cuore e spirito. Una condizione che mi affligge pesantemente.

Commenta