Come capire se è vero amore (test infallibile al 100%)

Oggi ti spiego come capire se il tuo è vero amore (in un’altra pagina ho anche spiegato come capire se una persona ti ama).
Leggi con attenzione e siediti comodo, o comoda, perché il risultato dei prossimi minuti potrebbe essere sconvolgente, nel bene o nel male.

Comodo? Comoda?
Iniziamo.

Se ami tanto una persona vorresti mai che stia male?
No.
In teoria.

Eppure molti, in una relazione di coppia in cui sentono di amare fortemente qualcuno, desiderano che da solo, questo  qualcuno, senza di loro, stia male.

Non ti è mai capitato di sperare che una persona a cui tenevi stesse male senza di te, per capire quanto tu fossi importante?

Forse però ti è capitato di provare piacere nel sapere che senza di te stesse male, non fosse felice proprio perché tu non c’eri.

Non devi rispondere a questa domanda.
La risposta la conosci bene.
Non serve che la sappia nessun altro.

 

Vero amore: puoi amare chi speri che soffra senza di te?

Come capire se è vero amore
Possibile che amiamo tanto qualcuno da essere felici se sta male senza di noi?
Possibile che ti amo così tanto da sorridere della tua sofferenza?

Certo, il senso di questa cosa è più profondo: significa che questa persona tiene a te, che ti vuole bene, e che quindi potrete vivere insieme felici e contenti.

Ok, fermati un secondo e invertiamo le parti.

Se la persona che dice di amarti è contenta che tu stia male senza di lei?
Immaginala che ti dica: “Sono felice che senza di me stai male e soffri, ti amo così tanto!“.

Le corri incontro e le salti al collo?
O ti chiedi: “Ma come, dici di amarmi e sei felice se sto male e soffro?!?”.

Pensa che viviamo in una società così sciocca da insegnarci che se amiamo qualcuno dobbiamo soffrire per questa persona e che poi se gli altri non soffrono per noi, ovviamente, significa che non ci amano abbastanza.

Già, e così ci hanno ingannato insegnandoci che l’amore fa soffrire.
In realtà il problema è che siamo tremendamente egoisti.

Ma perché mi dovrebbe far piacere se stai male senza di me?

Per un motivo solo: avrai bisogno di me per stare bene.
E così io avrò te, quello che voglio.

Che poi c’è un momento in cui non ti fa piacere che gli altri stiano male senza di te: quando tu non vuoi stare con loro 😀

E così alla fine, quando capisci cosa sto dicendo, con uno sguardo inorridito ti rendi conto che quel che ti fa stare bene non è che ti amino, ma ottenere quello che vuoi.

 

Come capire se è amore quello che provi (test infallibile)

Vero amore
Vuoi la presenza di una persona?
Allora se sta male senza di te ti fa piacere.
Perché significa che lei ha bisogno di te e tu avrai la sua presenza.

Non vuoi questa presenza?
Allora non ci guadagni nulla se sta male, anzi, può diventare un problema di cui non hai nessuna intenzione di occuparti.

Ecco un test rapido per capire se ami una persona: vuoi che sia felice?
Vuoi che sia felice anche senza di te?

Se la risposta è no, allora non ami, ma pretendi e hai bisogno di questa persona.
Se invece vuoi la sua felicità, forse ami davvero.

Forse?
Già, perché se ci stai male, se non puoi essere felice senza questa persona, molto probabilmente vuoi la sua felicità, magari razionalmente, ma di fatto hai bisogno di lei comunque.
Non insisti, non lo dai a vedere, ma è bisogno, non amore.

Per amare devo aprirmi e dare.
Se ho paura e soffro mi chiudo e pretendo.
Opposti.

Se non puoi essere felice senza di me, di certo non riuscirai ad amarmi.

E così ti rendi conto che la prova del tuo amore è che tu sei già felice.
E che sei felice che io sia felice, con o senza di te.

L’amore è gioia.
E questa gioia non esclude nessuno.
Ecco che allora ami.

Un abbraccio
Giacomo Papasidero
Il Tuo Mental Coach


P.S.
Che voto daresti oggi alla tua vita, da 0 a 10?

Rispondi alle 10 domande del Test della Scuola e lo scoprirai subito.
Scegli la frase in cui ti rivedi di più, anche se non alla perfezione.


Ti piace quello che hai letto? Condividilo!

Informazioni sull'autore

Giacomo Papasidero

Mental Coach dal 2010, mi occupo di felicità ed emozioni da oltre 10 anni. Il mio obiettivo è insegnare che ognuno di noi può diventare più forte di qualsiasi problema. Questo per me significa diventare felici. Anche se ho tenuto un seminario all'Università di Parma e sono stato ospite a SKyTg24, la cosa di cui vado più fiero è la Scuola di Indipendenza Emotiva che ho avviato nel 2018, perché è un percorso chiaro, graduale e concreto che sta rivoluzionando la vita di tante persone.

22
Lascia un commento

avatar
9 Commenti con discussione
13 Risposte nelle discussioni
1 Seguono questa pagina
 
Commenti più recenti
Discussioni più vive
11 Partecipanti alla discussione
FrancescaBarbaraGiacomo PapasideronicolettaAlex88 Ultimi che hanno commentato
  Ricevi aggiornamenti  
Notificami
Francesca
Ospite
Francesca

Caro Giacomo, grazie per questa riflessione, è molto utile in questo periodo perché ho una relazione con una persona che vive in un’altra città. Io sto bene con lui, ma sto bene anche da sola e non mi manca non vederlo. Lui non si sente amato e io faccio una fatica enorme a essere disponibile per lui tutti i weekend perché sono costretta a trascurare i miei interessi. Lui lo fa, mette da parte o rimanda le sue cose, quindi quella che non sa anare sono io. Sono un po’ in crisi per questo, perché non voglio rinunciare a lui, ma questo sta avendo un prezzo altissimo: rinunciare a me!

Barbara
Studente
Barbara

Verissimo quello che scrivi, quando mio marito va a correre e per questo ceniamo molto tardi io sono contenta perché so che è una cosa a cui lui tiene molto e anche se sottrae del tempo a noi mi va benissimo !!!
Al contrario quando sono io che voglio fare qualcosa da sola , anche una semplice passeggiata , lui mi viene dietro dicendomi che senza di me non può stare … evito di dirgli : non mi sembra sia così quando corri .
Quindi vuol dire che non mi ama quanto
lo amo io ?

nicoletta
Ospite
nicoletta

da un punto di vista logico può anche funzionare, ma nella realtà come si supera il desiderio di stare con l’altro, il dolore per il tradimento, la gelosia e tutto questo bell’armamentario? tutti vorremmo essere altruisti e spirituali e invece ci ritroviamo in questo orrido bisogno e vuoto, soprattutto quando veniamo lasciati e ci sentiamo scartati. Perchè, giriamola come si vuole, amare ed essere amati ci fa sentire felici

Alex88
Iscritto
Alex88

Parole giuste, l’unica cosa forse, viste troppo da un punto di vista romantico della questione…

Laura Marchiorello
Iscritto
Laura Marchiorello

Bellissimo, concordo pienamente! L’Amore vero é pura gioia indipendentemente da. Anche John Lennon lo cantava… Imagine… grazie Giacomo!

Marco
Ospite
Marco

Ciao Giacomo,
ti seguo da un po’, reputo giusto ciò che scrivi, ma a me sorge sempre un dubbio. Come faccio a far capire all’altra persona che la amo, se non mi importa, il caso in cui c’è o non c’è nella mia vita? Non c’è bisogno di reciprocità? Grazie.

Giovanna Marino
Iscritto
Giovanna Marino

Buongiorno Giacomo, io penso che un po’ di sano egoismo in questi casi non guasta, senza eccedere, la virtù è nel mezzo, basta non esagerare. Esiste un limite entro il quale si può osare nel mettere alla prova l’altro? Dopotutto capire se l’altro sente la nostra mancanza ci incoraggia a proseguire nella creazione di un legame. Essere consapevoli che il partner sente la nostra mancanza deve diventare il mezzo, non il fine, per il raggiungimento di un obiettivo: l’unione con l’altra persona. È possibile ciò senza che questa strategia diventi una pretesa? Naturalmente con il giusto autocontrollo, ossia cercando di capire se si sta esagerando in quella direzione e il bisogno dell’altro da parte del partner sta diventando per noi il fine (e non più il mezzo) nel rapporto di coppia.

PAOLA
Iscritto
PAOLA

Ciao Giacomo, quello che tu dici è vero, ma da sempre l’uomo ha cercato altri simili per non vivere in solitudine e la prima cosa che viene in mente è che sia stato per bisogno e per paura e non per amare e basta. C’è sempre un fondo di possessività quando tu pensi di aver trovato una persona con cui più o meno riesci a capirti e soffri se poi non c’è più. Certo questo evidenzia la nostra fragilità umana ma pur capendolo se ti muore un caro, è molto difficile elaborare il fatto che doveva andare così e in fondo il mio amore lo posso donare a tutti gli altri….ovvio che quella è la strada ma non credo che tu quando per esempio ti è morto il cane abbia superato il dolore velocemente come se il cane non fosse stato in casa con te ma fosse stato il cane di qualcun altro….poi la mente ti porta a ragionare ed a elaborare ma come ha scritto anche l’autore del piccolo principe noi consideriamo nostra una cosa di cui ci siamo presi cura, alla quale ci siamo dedicati e pur capendo che ragionevolmente non sarebbe giusto però avviene questo.

TTTT
Ospite
TTTT

Essere umani non significa essere fragili.

Sere
Iscritto
Sere

“L’Amore è Gioia”… è una frase bellissima!
E io aggiungerei: la gioia nasce dal sono di sé.
Questa è la strada, non ce n’è un’altra.
L’unica cosa che conta è vivere per amare.
Grazie

Sere
Iscritto
Sere

L’amore nasce dal DONO di sé