Come combattere l’ansia eliminandola dalla tua vita

Oggi ti spiego come combattere l’ansia. E vincerla.

Qualche anno fa una ragazza si è iscritta a due miei corsi perché volva capire come gestire l’ansia e gli attacchi di panico.

Dopo soli due mesi nella nostra Scuola mi ha scritto questo:

Due mesi di corso e riscontrare che non sono solo parole la descrizione della scuola di indipendenza emotiva, ma fatti riscontrabili giorno dopo giorno nella mia vita quotidiana.

Continuavo già 1 anno fa a fare ricerche sul web, io soffrivo proprio di attacchi di panico, seguita anche da uno psicologo e non riuscivo ad uscirne. Poi casualmente leggo la presentazione dei corsi di Giacomo ma scettica come ero faccio solo il test ed accetto l’invio delle newsletter gratuite.

E li giorno dopo giorno comincio a notare che può esistere una soluzione, un modo di vivere concreto, diverso dal mio vedere solo negativo e farmi schiacciare dalle emozioni.

Non so più cosa sia un un attacco di panico, lo psicologo stesso mi ha confermato che potevo interrompere le sessioni.

I problemi esistono ma trovo sempre una soluzione… e questo è già un passo. La felicità esiste dipende davvero da noi, ho scelto di andarla a prendere… agendo, lavorando su me. – Deborah

Ho scelto di aprire questa guida con la sua testimonianza perché io non mi occupo di attacchi di panico e nella nostra scuola non ne parliamo e non è materia di nostra competenza.

Per cui nelle mie lezioni lei non ha trovato “soluzioni per gli attacchi di panico”: queste soluzioni le ha trovate dentro se stessa.

Quello che stai per leggere permetterà a te, come è accaduto a me, Deborah e tanti altri nostri studenti, di eliminare l’ansia dalla tua vita.

Non si tratta, come vedi, di “chiacchiere” ma di un approccio concreto e che funziona davvero. Tra pochi minuti potrai attuarlo anche tu.

Ma considera che se finora hai provato di tutto e l’ansia torna sempre, probabilmente hai uno (o più) dei 4 BLOCCHI che trattengo l’ansia.

Nella nostra Scuola abbiamo ricercato e sviluppato un test di autovalutazione sperimentale, con cui identificare in modo preciso e oggettivo quali blocchi hai (e se ne hai).

Attualmente il test è gratuito e richiede poco più di un minuto per essere eseguito.

 

Per superare l’ansia devi prima capirla

Come combattere l'ansia

Mi servono solo pochi secondi per essere chiaro e spiegarti le poche cose essenziali per eliminare l’ansia dalla tua vita.

Online nessuno ti spiega chiaramente come funzionano ansia, stressa, paura e ogni altra emozione negativa.

O se lo fanno, sembra che siamo tutti malati.

 

Cosa ti fa venire l’ansia?

Perché viene l’ansia?

Posso provare ansia solo se si verificano 2 condizioni essenziali:

  1. Penso che ci sia una minaccia, qualcosa che mi farà del male.
  2. Penso di non essere in grado di gestire questa minaccia.

Gli stati di ansia dipendono sempre e solo da queste due condizioni. Nathaniel Branden, Psicoterapeuta canadese, spiega che l’ansia è una reazione valutativa.

Una risposta (reazione) alla tua valutazione di una possibile minaccia. Ma anche di fronte a cose pericolose siamo ansiosi solo se pensiamo di non saperle gestire.

Tutte le tecniche o le terapie non funzioneranno mai se tu prima non capisci che l’ansia, da un punto di vista chimico e scientifico, la creano i tuoi pensieri.

Si chiama tecnicamente indipendenza emotiva.

 

L’ansia è dovuta SOLO a quello che tu pensi

Una mia studentessa un giorno mi scrive: “Mi sento agitata come calmarsi quanto stai male“?

Le rispondo come mai si sente agitata, e mi spiega che suo figlio sta facendo un esame medico importante e ha paura che succeda qualcosa di brutto.

Le consiglio di usare gli strumenti per calmare la mente che ti spiegherò tra poco. L’ansia passa dopo qualche minuto.

Il figlio torna a casa e l’esame non ha evidenziato nulla di grave: lui sta bene.

Nervosismo e ansia sono spesso collegati ma dipendono, come ti spiegavo prima, da cosa pensiamo.

Tutti gli ansiolitici leggeri e i farmaci per l’ansia non fanno altro che intervenire sulla mente, rallentando i pensieri e togliendo lucidità e portando, tra gli effetti collaterali, sonnolenza.

Come mai?

Se l’ansia dipende dalla realtà, da ciò che vivo, anche se sono intontito, sto male comunque, visto che il problema è sempre lì.

I farmaci, come anche il tavor, sono pensati per fermare i pensieri, perché sono i pensieri che creano l’ansia (e tutte le nostre emozioni).

Non voglio dilungarmi troppo, in questa guida voglio spiegarti cosa fare concretamente.

Per capire meglio, e più velocemente l’ansia e la sua natura, usa il nostro test: attualmente è l’unico progettato per farti conoscere meglio l’ansia mentre capisci come eliminarla.

 

Solo comprendendo che devi concentrarti, nel modo giusto, sui tuoi pensieri negativi puoi combattere l’ansia e vincerla.

 

Quali sono i sintomi fisici dell’ansia?

L’ansia è un’emozione e non una malattia (anche se il mondo sembra impazzito e cerca di convincerci che siamo tutti malati: adesso ci torniamo con dati precisi).

Come ogni emozione negativa, anche l’ansia deve essere fastidiosa: il suo compito è segnalarti che qualcosa non va (la minaccia che tu non pensi di saper gestire). Adesso mi spiego meglio.

Reazioni come la tachicardia, lo stress, tremori interni, dispnea, agitazione, nausea, angoscia, dolori, vertigini, formicolio, urinare spesso, gola secca sono effetti collegati all’ansia.

Quando l’ansia diventa patologica?

 

Come curare l’ansia: naturale o patologica?

Secondo Allen Frances, psichiatra curatore del DSM VI, su 100 persone che hanno ansia, solo 5 circa potrebbero avere un disturbo d’ansia.

Curare l’ansia, quindi, riguarda poche persone, perché quasi tutti noi possiamo avere un’ansia forte senza che sia patologica. Chi cura l’ansia questo lo sa bene.

Ansia e depressione sono spesso correlate, ma i numeri che ti ho detto prima riguardano tutte le patologie mentali.

Le cure e i farmaci per l’ansia, spiega sempre Frances, andrebbero riservate a persone realmente malate. Che l’ansia diventi limitante è anche normale, come anticipavo prima: il suo compito è segnalarti un problema da risolvere.

Ma che l’ansia ti limiti non significa che ci sia un disturbo mentale, questa è l’eccezione, stando ai numeri della psichiatria che lavora per guarire chi è realmente malato.

Per far passare l’ansia ci sono tanti rimedi ma la maggior parte di quelli che trovi online non funzionano.

Fosse il contrario, vivremmo in una società con poche persone ansiose, e invece sembra un’emozione dilagante.

Puoi vincere l’ansia, come ha fatto Deborah, mettendo in pratica i prossimi 3 passi (gli stessi che ha applicato anche lei).

 

Come combattere l’ansia: il processo naturale che nessuno ti spiega

Come gestire l'ansia

Accettare l’ansia o combatterla?

Farsi la guerra da soli o capire davvero cosa succede quando ti trovi in crisi per via del malessere che senti?

Innanzitutto ti spiego come scacciare l’ansia in pochi secondi. Così vedrai subito diminuire la paura che ti paralizzi.

Poi ti aiuto a dominare l’ansia e togliere a questa emozione il potere di condizionare la tua vita.

Poi ti spiego come sconfiggere l’ansia in modo semplice e concreto: io non ricordo di averla provata negli ultimi anni.

Pensa come sarebbe la tua vita se potessi ridurre l’ansia a pochi secondi, qualche volta al mese.

Ecco come farlo.

 

Come calmare subito l’ansia (metodi efficaci in pochi secondi)

Scaricare le tue emozioni è la scelta peggiore, il rimedio meno efficace di tutti. Serve spesso solo a distruggere la tua capacità di vincere l’ansia.

Eppure quasi tutti ti consiglieranno di fare questo. L’esercizio che ti mostro ti spiega anche come calmare il nervoso e come ridurre lo stress.

Il motivo per cui le tecniche di rilassamento, la meditazione per ansia e paura, i rimedi naturali e i vari metodi per sfogarsi non funzionano, è perché l’ansia la crei tu.

Avendo lavorato con migliaia di studenti (molti di loro cercavano di capire come combattere l’ansia) ho visto che ci sono tante situazioni in cui potresti provarla:

  • ansia al mattino
  • ansia dopo mangiato
  • angoscia di andare a lavoro
  • ansia da controllo
  • ansia di sera
  • ansia da vacanza
  • ansia d’approccio

E chissà quante altre. In tutte queste situazioni non sempre puoi applicare i rimedi che tutti consigliano.

Puoi fare meditazione in auto, mentre guidi? O se sei al telefono o al ristorante, in riunione o in ufficio? Anche la musica per l’ansia o la camomilla, non sono rimedi efficaci o sempre adottabili.

Per questo, nella nostra Scuola, abbiamo elaborato un metodo semplice che fa 3 cose:

  • Ti permette di fermare l’ansia in pochi secondi.
  • Rende la tua mente più forte.
  • Puoi usare questi esercizi SEMPRE e in OGNI situazione.

Comodi, straordinariamente efficaci.

Nel nostro corso “Calmare la mente” ne insegniamo 11 differenti. Nel video che ti mostro ora, estratto proprio dal corso, ti mostro i primi due.

Tutti ti propongono per l’ansia rimedi di ogni tipo ma che hanno 3 limiti che ti renderanno più sofferente:

  1. Sono rimedi che spesso creano dipendenza (poi non puoi stare bene senza utilizzarli)
  2. Non rafforzano la tua mente (servono solo a distrarti, ma tanto lo sai… l’ansia torna!)
  3. Non puoi usarli sempre (come detto prima).

Questi che ti ho mostrato nel video, invece, sono i rimedi per l’ansia più efficaci esistenti, perché si basano sul processo scientifico con cui viene generata a livello chimico ogni emozione.

Se volevi capire come controllare l’ansia velocemente, ora hai FINALMENTE gli strumenti giusti per farlo.

Ricordi Deborah? Anni di percorsi e poi in 2 mesi, applicando anche questi esercizi, ha saputo curarsi gli attacchi di panico da sola.

Se però vuoi sconfiggere l’ansia per sempre non puoi fermarti qui. Nei prossimi due punti voglio spiegarti come eliminare l’ansia definitivamente.

 

Come affrontare e sconfiggere il vero motivo della tua ansia

Come non avere ansia?
È possibile non provarla?

Assolutamente sì, come detto io non la provo praticamente più da anni e senza dover ricorrere all’evitamento di situazioni difficili o usare inutili tecniche di rilassamento.

L’ansia senza motivo non esiste.
L’ansia generalizzata non esiste.

Per poter capire come vincere l’ansia devi innanzitutto definire bene cosa temi. Ricorda le due condizioni biologiche per provarla: minaccia e insicurezza.

Devi pensare che qualcosa che potrebbe accadere (l’ansia anticipatoria non è che l’ansia, che è sempre anticipazione di un pericolo) sia una minaccia e tu non sia in grado di gestirla.

Tutti i rimedi contro l’ansia falliscono perché non ti portano a identificare esattamente quale minaccia ti aspetti.

Si può sconfiggere l’ansia da soli partendo dal definire cosa temi. Ogni volta che tu provi ansia devi capire esattamente quale minaccia ti immagini di poter affrontare.

Questa è la parola chiave: cosa ti immagini?

Scrivilo.
Nella nostra Scuola consigliamo l’uso del diario emotivo, uno strumento potente che ti permette di comprendere la vera minaccia.

Facciamo un esempio: un mio studente aveva l’ansia non sapendo se fare una nuova esperienza.

Cosa temi? Gli domando.

Aveva paura di lasciare per diversi giorni il suo cane da solo, ma anche di non saper cosa dire, di incontrare e non trovarsi bene con le persone che avrebbe conosciuto, che ci rimanesse male la mamma che lasciava sola qualche giorno.

No, non sono state le prime risposte, ma con le giuste domande, dall’ide confusa iniziale “Non so, ho paura di stare male, di non sentirmi a mio agio“, abbiamo definito queste paure.

Spesso è la paura di perdere il controllo (situazioni nuove, persone che non sai come agiranno) o anche la paura di tutto (qui siamo molto sul vago).

Ricorda sempre che ansia e paura non arrivano mai “da sole” e che l’ansia va via da sola non è vero.

C’è sempre un motivo, e si tratta di quella minaccia che ti immagini, delle conseguenze che ti immagini nel dover affrontare qualcosa che pensi avrà un impatto negativo.

La paura di soffrire, di stare male, è il punto chiave.

Identifica le minacce che vedi.

Fai un elenco adesso, che magari non provi ansia, per definire le cose che temi: pensa a situazioni specifiche, alla tua vita in generale, o ricordati le volte in cui hai provato ansia nei giorni scorsi.

Per combattere l’ansia e vincere la paura questo è il processo naturale. Scrivi le cose che temi e cerca di farlo in modo specifico.

So che non è semplice, per cui puoi lasciare qui sotto un commento e scrivere questo elenco, così ti potremo aiutare a definirlo bene in vista del prossimo passaggio.

Ora ti spiego come non essere ansiosi sia alla portata di tutti: la semplicità di quello che devi fare sarà disarmante.

 

Come vivere senza ansia (senza controllare le tue emozioni)

Prendi una a una tutte le conseguenze che temi, le minacce che hai scritto prima e per ognuna devi trovare una soluzione.

Sì, tutto qui.
Ricorda questo: la vita è semplice, i professionisti la complicano per farsi pagare 😀

Scherzi a parte, torniamo ad analizzare la tua ansia: la prosi SOLO SE tu:

  1. Pensi che ci sia qualcosa che possa farti del male (la minaccia che abbiamo identificato prima)
  2. Pensi di non poterla gestire.

L’ansia non la provi per via di quello che vivi, ma solo se tu pensi che sia qualcosa di negativo e non credi di poter affrontare questa minaccia.

Apro una piccola parentesi (

A volte provi ansia per cose belle e intriganti.
Potrebbe sembra che quindi l’ansia sti anche in cose positive.

Ma osserva meglio: magari prima di un evento che aspetti con gioia c’è ansia non se pensi all’evento, ma se ti immagini che possa accadere qualcosa di negativo (non vai bene, sbagli qualcosa, salta tutto, non ti diverti come speravi…)

Chiudo la parentesi )

I rimedi per ansia e paure che trovi su quasi tutti i siti o libri di settore non funzionano proprio perché non partono da una comprensione profonda delle tue emozioni.

I metodi contro l’ansia funzionano solo se vanno alla radice del problema: minaccia e insicurezza.

Pensando alle possibili conseguenze negative, quelle scritte prima, fai finta che quel che temi possa accadere… sia già accaduto.

Ora che fai?

Di cosa avresti bisogno per gestire questa situazione, per affrontarla?

Spesso quel che ci serve sono una serie di cose basilari:

  • Saper come fermare l’ansia subito (e tu hai gli strumenti che ti ho mostrato prima nel video)
  • Saper risolvere i problemi, riuscire quindi a venirne sempre fuori anche se si tratta di situazioni che non hai mai affrontato prima.
  • Avere fiducia in se stessi, ossia credere di potercela fare, perché se non ci credi, neanche ci provi.
  • Imparare quello che oggi non sai.

Una mia studentessa mi disse che aveva paura di svenire. Bene, allora le chiedo come si gestisce uno svenimento. Non lo sapeva.

Un’altra qualche anno fa temeva di restare coinvolta in un attentato terroristico. Ottimo, allora le chiedo come si gestisce questa situazione. Lo sapeva.

Aveva fatto ricerche online e scoperto come agire, che atteggiamento tenere, a chi chiedere aiuto e come comportarsi.

A cosa pensi che servano le simulazioni per terremoti, incendi o altri eventi naturali?

Per quale motivo vigili del fuoco, poliziotti, militari, ma anche medici vengono addestrati a gestire anche la situazione peggiore?

Se sono impreparato e non so cosa fare (e non penso di riuscire a gestire la situazione che vivo come una minaccia) allora avrò ansia e paura.

Un incendio o un attentato terroristico sono situazioni OGGETTIVAMENTE pericolose, ma vissute senza ansia, con calma e lucidità, da chi è preparato per farlo.

 

Conclusioni: ecco cosa fare in caso di ansia

come farsi passare l'ansia

Ora sai come combattere l’ansia. Ricapitoliamo tutto:

  1. L’ansia è un’emozione e non serve curarla nel 90/95% dei casi in cui non è patologica (se hai dubbi, chiedi almeno due o tre diagnosi, per evitare errori diagnostici, come suggerisce Frances).
  2. L’ansia ha effetti ma non sintomi (non serve curarli se non è patologica) che hanno ovviamente un effetto negativo sulla tua vita. Ma è naturale che sia così.
  3. Puoi fermare l’ansia in pochi secondi se usi gli esercizi che ti ho insegnato oggi.
  4. Provi ansia SOLO SE pensi che ci sia una minaccia (e c’è sempre un motivo preciso se lo pensi, anche se spesso è un processo inconscio che non vedi).
  5. Non basta la minaccia, devi anche PENSARE di non saperla gestire (tutta questione di autostima).

Vorrei spendere due parole sulla minaccia.
Minaccia per cosa?

Per la tua felicità.

Io per felicità intendo che stai bene, provi emozioni positive, ti senti in armonia, hai gioia di vivere ed entusiasmo.

Se pensi che ci sia qualcosa che possa toglierti questa felicità e che tu non sarai capace di difenderla (con il risultato che la perderai), allora vai in ansia.

Sempre.

Come dicevo all’inizio, nessuno ti dirà che puoi vivere senza ansia. Il motivo è che nessuno riesce a vivere una vita felice senza aver costante paura di perdere questa felicità.

Il problema è che si confonde la felicità con piacere e soddisfazione, due cose totalmente diverse. E da qui possiamo trovarci con un’ansia perenne, sempre nella paura di perdere tutto e soffrire.

In questa pagina ti ho spiegato il processo naturale e scientifico con cui eliminare l’ansia dalla tua vita: 

  1. Identifichi il problema (minaccia).
  2. Trovi una soluzione.
  3. La metti in pratica, affronti la minaccia e la superi.

Attenzione: non è la mia teoria, o il mio metodo. Questa è la natura umana e non ci sono altre strade.

Come avrai notato, ho inserito molti link: sono risorse gratuite che ti aiuteranno a fare un lavoro sulla tua crescita personale (altro link!).

Il segreto per cui io non provo più ansia è proprio questo: ho scoperto come raggiungere la felicità in un modo per cui niente e nessuno può più togliermela.

Pochi ti diranno cosa serve per farlo, nessuno come riuscirci concretamente ma solo in teoria. In questo la nostra Scuola è l’unica specializzata.

Hai tante risorse, sfruttale.
Ci aggiungo anche il libro “Come eliminare l’Ansia“, l’unico attualmente disponibile che ti mostra tutto il processo passo passo, in modo semplice e concreto.

Se dovessi avere fretta, poca voglia di aspettare e vuoi fare meno fatica (magari sono anni che lotti con l’ansia), possiamo farlo insieme nelle sue pagine, è il miglior punto di partenza.




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti