Come comportarsi con le persone che si lamentano sempre?

L’altro giorno una ragazza mi ha chiesto come affrontare i lamenti degli altri.
aiutarli a risolvere i loro problemi.

Senza subire lamenti e sfoghi (cosa che ti stanca e appesantisce)…
senza allontanarti o creare attriti nella relazione.

Questa newsletter è perfetta per i nostri allievi del Corso per diventare Mental Coach.
Ma è preziosa per tutti.

 

Come comportarsi con le persone che si lamentano sempre?

Come comportarsi con le persone che si lamentano sempre - Donna che alza gli occhi al cielo mentre un uomo si lamenta con lei

La prima cosa da capire è che devi identificare cosa c’è dietro il lamento.
C’è sempre un motivo, per tutto.

Dietro ogni lamento c’è un problema.
Spesso anche più di uno.

La prima cosa da fare è capire qual è il problema.
Per cui va benissimo che la persona che si lamenta voglia parlare.

Il segreto è che sia tu a dirigere la conversazione.
Come?

Domande.
Io ti consiglio queste ad esempio:

  • Qual è la cosa che ti da più fastidio?
  • Cosa ti pesa (o secca) di più?
  • Come vorresti che fosse (o cambiasse) la situazione?

Queste domande servono a guidare dolcemente la persona verso la comprensione del problema.

Come spiego sempre ai miei allievi, se tu capisci il problema, lo capisce meglio anche l’altro.

Per spiegarmi che problema hai, in effetti, devi averlo chiaro anche tu.
Se ti aiuto a farmi capire, ti aiuto anche a capirti molto meglio.

Sì, perché di solito sappiamo che problema abbiamo.
Ma non è sempre chiaro, definito e preciso.

un problema indefinito e confuso non si risolverà mai.

Una volta capito il problema, cominciamo a cercare la soluzione.
E qui il segreto è NON DARE soluzioni.

A te magari viene in mente cosa si potrebbe fare.
Fantastico.

Ecco come comportarsi con le persone che si lamentano sempre: Fai domande.

Chiedi alla persona se, ad esempio, ha mai pensato di fare quella cosa che tu faresti.

O se pensa che funzionerebbe la soluzione che hai immaginato.
O se pensa che riuscirebbe a farlo, se le piacerebbe farlo.

Aiutala a riflettere e quando torna al problema, delicatamente riportala verso alternative.
Senza imporle, ma semplicemente proponendole.

Ascoltamolto.
Parlapoco.

Fai domandenon interrompere (se non per fare domande).

Guida la conversazione, ma non pretendere che ti diano retta o facciano come desideri.

A volte, semplicemente, le persone vogliono lamentarsi e non risolvere i loro problemi.

Però ho visto che se le riesci a far riflettere, se in loro instilli il dubbio giusto…

Tutti vogliono stare bene e superare blocchi e difficoltà.

Considera anche che a volte ci vorrà tempo.
Tu dici una cosa, li fai ragionare e poi…

Non fanno nulla per giorni o mesi.
Per poi, improvvisamente, agire.

Ricorda che il cambiamento richiede pochi istanti.
Spesso ci vuole molto a decidere di cambiare.

E poiché tanto più gli altri si fidano di te tanto più ti ascoltano…
Il punto di partenza è creare i presupposti di questa fiducia.

Il primo ingrediente lo spiego in questo video gratuito tratto dalla nostra Masterclass di Indipendenza Emotiva.




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti