Cosa conta nella vita: non sempre quel che luccica vale di più!

Una di queste sere stavo seguendo un corso di aggiornamento in Croce Rossa in cui si parlava di rianimazione neonatale.

Quando il bambino nasce il suo corpo subisce tutta una serie di piccole, ma importanti trasformazioni che gli permettono di distribuire il sangue ossigenato a tutto l’organismo, mente nel grembo materno è la parte destra a ricevere più ossigeno.

Senza tutte queste trasformazioni il bimbo morirebbe.

Così mi è parsa estremamente evidente l’assoluta importanza dell’ossigeno.

Cosa conta nella vita: oro o ossigeno?

Cosa conta nella vita

Ma se chiedessi a chiunque qual è la cosa più preziosa? Cosa risponderebbe la gente a questa domanda?

Credo che la maggior parte delle persone risponderebbero qualcosa tipo: l’oro.

Ma prova a immaginare di cercare l’oro.
In natura lo troverai setacciando fiumi o scavando in miniera. Lo troverai in qualcosa di più o meno simile a un sasso qualunque che dovrai poi lavorare per estrarre il minerale.

Fare tutto questo ti costerà fatica fisica e quindi per respirare brucerai ossigeno più del normale praticamente senza neanche accorgertene, senza goderne, sprecando la cosa più preziosa che hai.

E se per trovarlo devi entrare in una profonda miniera e non pensi all’ossigeno credi che riuscirai ad arrivarci?

Forse ci arriverai respirando a fatica e invece di apprezzare l’oro, allora sì che comincerai a pensare all’ossigeno. Potresti anche morire in quella miniera se dimentichi quanto è importante e non te ne metti sulle spalle una bombola piena!

Ora rifletti. Pensi di dare il giusto valore alle cose che fanno parte della nostra vita?

Spesso vedo situazioni di questo tipo:

  • Cerco di ottenere una promozione, ma non mi accorgo del lavoro che faccio e non me lo godo.
  • Studio sodo per ottenere un bel voto, ma quasi non so nemmeno cosa sto studiando.
  • Mi aspetto che mio figlio ottenga un risultato impeccabile e magari non mi accorgo neanche di lui.

Molte volte diamo enorme valore a tutte queste cose, ma trascuriamo tante piccole meraviglie quotidiane che consideriamo invece scontate e banali (un fiore, un sorriso, un buon cibo o un tramonto per esempio).

Ma in base a quale parametro decidiamo il valore delle cose?

Beh, se tu avessi bisogno di soldi, possedendo qualche oggetto d’oro venderesti quello, mica l’ossigeno!

Ma se anche l’ossigeno avesse maggiore valore economico, lo venderesti sapendo che facendone a meno morirai?

Io credo di no.

Quindi, in fin dei conti vale di più l’oro o l’ossigeno?

Il valore dipende da come guardi la realtà

Osservare per capire

Come vedi ciò che per noi ha più valore dipende dai parametri che usiamo per valutarlo e siamo noi a decidere quali usare.

L’eccellente risultato di tuo figlio ti dice che sa fare una certa cosa, ma cosa vale di più, lui o quello che sa fare?

La tua promozione al lavoro dice che guadagnerai più soldi e avrai più prestigio, ma valgono di più soldi e prestigio o fare bene il lavoro che fai, con cura e passione, divertendoti e rendendo spettacolare ogni attimo che vivi mentre lo fai?

Un buon voto a scuola dice che hai saputo fare una buona prova, un buon esame, ma vale di più quello o cosa stai imparando?

Cosa è più importante per te?

Come vedi quello che vale di più per te è un po’ diverso da quello che di solito pensiamo.

Ma imparare a dare valore a queste cose significa imparare ad amare. E imparare ad amare è come imparare a respirare.

Senza amore moriremmo dentro, non amare significherebbe togliere ossigeno alla nostra anima.

Ti dico di più, pensa al neonato.
È necessario che l’ossigeno vada ovunque perché sopravviva, così il corpo si modifica.

Vale anche per noi. L’amore deve andare ovunque, a costo di cambiare qualunque cosa sia necessario cambiare.

Così, non ti sto dicendo che il risultato di tuo figlio, la tua promozione e un buon voto siano cose sbagliate, ti sto solo ricordando di prendere la bombola di ossigeno per poter respirare mentre cerchi l’oro.

Poi vedi tu se prenderla o meno 😉

Un sorriso
Serena Sironi
Mental coach della Scuola di Indipendenza Emotiva
Ama e fai ciò che vuoi

Serena collabora con me da novembre, ed è la prima persona che pubblica un proprio contenuto su diventarefelici.it

Direi che è un giorno importante 😀
Lascia un commento per dire cosa ne pensi, così potrai condividere la tua opinione e confrontarti direttamente con Serena.

Vuoi diventare più forte di qualunque problema?

Mettere in pratica quello che scrivo non è facile. Ma è possibile.
Come Mental Coach posso allenarti in questo.
Non un semplice miglioramento della tua vita, ma diventare tu, per sempre, una persona capace di affrontare qualsiasi problema senza che nulla possa abbatterti o fermarti.

Ti bastano 20 minuti di allenamento al giorno e il programma giusto...

Scopri il programma ⇒

Informazioni sull'autore

Serena Sironi

Il percorso nella Scuola di Indipendenza Emotiva mi ha permesso di diventare realmente più forte di ogni problema, guadagnando una tale indipendenza emotiva da permettermi di cogliere l'opportunità delle opportunità: quella di mettere me stessa a disposizione delle persone per aiutarle a diventare a loro volta più forti di ogni problema. Occasione che intendo assolutamente cogliere perché questo è il canale attraverso cui è possibile diffondere in massima misura ciò che ha davvero dato una svolta alla mia vita e che ha permesso la mia rinascita.

56
Lascia un commento

avatar
22 Commenti con discussione
34 Risposte nelle discussioni
0 Seguono questa pagina
 
Commenti più recenti
Discussioni più vive
24 Partecipanti alla discussione
Giacomo PapasideroAnnaLaraLauraPatti Ultimi che hanno commentato
  Ricevi aggiornamenti  
Notificami
Anna
Ospite
Anna

Grazie per le vostre utili mail. Sono da mesi in un momento molto angosciante della mia vita,dal quale non riesco a venir fuori,ma cerco di seguire i vostri consigli.

Giacomo Papasidero
Mental Coach

Ciao Anna,
felice di poterti essere utile.
Se ti serve una mano possiamo anche sentirci e parlare, leggi questa pagina e proviamo 🙂

Laura
Ospite
Laura

Ciao Serena, bell’articolo, lo condivido. Vorrei due tue opinioni. Ho anche chiesto a Giacomo.
A lavoro, provo a svolgerlo con amore e dedizione, nonostante sia faticoso essendo fisico.
Pulisco in pratica.
Purtroppo mi ritrovo una collega in particolare che critica tutto e tutti, e adesso ha preso di mira anche me bisbigliando alle mie spalle e alludendo davanti a me che dovrei fare anche altre cose oltre a quelle che faccio. Purtroppo il titolare non mi ha voluto dare un piano di lavoro, lasciandomi in balia di 3 persone. Due di loro mi hanno detto il primo giorno cosa fare. Loro due ogni tanto mettono il naso in come pulisco, loro sono più brave, io evito di rispondere. Mi sembra una inutile,sciocca, bassa “guerra fra comari” (donne che si criticano per come cucinano e puliscono casa. Una tristezza infinita, che le donne hanno portato avanti per secoli, essendo state “nominate” regine del focolaio domestico, alias donne delle pulizie, cuoche, tate e badanti vita natural durante). Dunque le ignoro, a parte questo sono abbastanza innoque.
Questa terza persona, invece, a quanto pare, non è contenta e continua ad alludere che devo fare ben altro “come tutti gli altri” (tutti tranne lei, che ha ottenuto un certificato medico che deve fare meno di tutti). Io lavoro metà ore di tutte loro, metà stipendio dunque.
Non è una persona con cui si possa dialogare. Urla appena contraddetta. Ho pensato di parlare con le altre due e scrivere i miei compiti con loro, così l’altra potrà parlare quanto vuole, ma lo farà a vuoto.
Tu cosa ne pensi? Io provo a vivere con amore e l’attimo presente, ma mi ritrovo persone che una volta varcata la soglia del posto do lavoro mi mettono di cattivo umore, si accapigliano per sciocchezze e sono sempre arrabbiate.

Patti
Classe agosto 2019
Patti

Grazie Serena.
È bello leggere anche i tuoi messaggi.

Teo
Studente
Teo

Direi che c’è poco da commentare ma tanto invece da riflettere unito a tanto lavoro per mettere in pratica davvero quanto scritto…il tutto non prima di averti dato il mio caloroso benvenuto! Grazie per questo spunto…

Trilli88
Studente
Trilli88

Grazie Serena, hai scritto cose davvero belle e vere!!!
È fondamentale avere le giuste priorità, io è anni che cerco di farlo giorno per giorno, a badare solo alle cose veramente importanti.
Bisogna staccarsi dalla “massa”, ragionare con la propria testa, andare spesso controcorrente, smetterla di essere superficiali, arrivisti, puntare al successo, al prestigio…
il significato di questa vita è ben altro e dobbiamo viverla donando amore agli altri.

Amalia
Ospite

Bellissima neswletter, brava!! 😀

Enzuccio
Ospite
Enzuccio

Ciao Serena,
sicuramente sceglierei la vita che viene prima di tutto! Poi penso che comunque dopo tanto lavoro e sacrificio nel ricercare l’oro col tempo prima o poi si arrugginisce da non essere più quell’oro che hai trovato la prima volta che era oro oro. D’altra parte è prezioso se ci ricavi un qualcosa di importante o lo vendi traendo un buon benificio, non solo soldi ma anche un qualcosa di più caro a noi. Poi nella maggior parte dei casi tralascio l’oro per godermi appieno la vita che non sai quali belle occasioni o esperienze ti donerà col tempo.
Un abbraccio! 🙂

Consolata
Ospite
Consolata

Che vere e sentite queste parole!!!
Quante cose abbiamo fatto solo per i risultati per poi dimenticarci tutto o quasi, ed il peggio era quando non riconosciuti perdevamo anche l’entusiasmo e mollavamo tutto.Come un allenarsi solo per la medaglia, senza comprendere lo stato di benessere nel sentire il proprio corpo che reagisce con più elasticità, flessibilitå, forza e resistenza.Senza a vertire nemmeno il benessere mentale che deriva da un impegno salutare. Se riduciamo il tutto ad un risultato, tralatro molto variabile, ci perdiamo il vero senso che , a mio parere è l’esperienza💜

Francesco
Classe agosto 2019
Francesco

Ciao Serena! Faccio fatica ad aggiungere un commento sei stata chiara semplice esaustiva. Mettere l’amore al primo posto è la strada giusta, l’unica strada possibile per un’esistenza sana e felice anche quando amare significa fare delle rinunce e delle scelte difficili. Amare non è facile ma amare fa stare bene!

valbona
Ospite
valbona

Bello, far pensare in una maniera sanna congratulazioni ☺️

Send this to a friend