Egocentrismo: cosa significa, cosa comporta e come uscirne

Oggi parliamo di egocentrismo.

Che cos’è?
Che differenza c’è con l’egoismo?

E soprattutto: è una cosa brutta?
Una malattia?

Facciamo ordine.
Innanzitutto egocentrismo significa tendere a mettere se stessi al centro e vivere tutto in funzione del proprio punto di vista.

Sostanzialmente gli altri punti di vista neanche vengono presi in considerazione.
Quasi come se fossero tutte comparse.

 

Egocentrismo: quando vedi un solo protagonista

Egocentrismo - Una pedina di legno che si alza sopra altre pedine di legno

Immagina un teatro in cui si svolge una commedia.
Sul palco dell’egocentrico c’è lui, attore protagonista.

Tutto quello che accade, accade a lui.

Ogni cosa riguarda lui.
I comportamenti degli altri sono riferiti a lui (in positivo o negativo non importa).

E tutti coloro che “passano” da quel palco sono fondamentalmente comparse.
Il loro è un ruolo non solo secondario e marginale, ma “al servizio” del protagonista.

Di conseguenza spesso chi è molto egocentrico manca di empatia verso gli altri.

Pensa a quanto tu ricordi i personaggi apparsi nella tua serie preferita per 10 minuti e poi mai più visti.
Non contano, non te ne ricordi nemmeno.

Figuriamoci se ti immedesimi in loro.

A questo punto potremmo cominciare a sospettare che ci sia un legame tra egocentrismo e narcisismo.

Quale sarebbe la differenza?

 

Differenza tra egocentrismo e narcisismo

In teoria il narcisista non solo mette se stesso al centro di tutto, e quindi è sostanzialmente egocentrico.
Ma lo fa danneggiando gli altri.

in teoria trae soddisfazione da questo.
Aspetta… qui però un passaggio non torna.

Il narcisista sarebbe contento di danneggiare gli altri.
Ma se è egocentrico, se a lui degli altri non importa, che gli frega di danneggiarli?

In effetti il punto chiave non sono loro.

Un egocentrico non pensa agli altri se non nella misura in cui ci guadagna qualcosa.

Per cui non è danneggiare che soddisfa, ma il proprio benessere che si cerca.

Fermo restando che il narcisismo è una condizione considerata patologica e quindi è un’eccezione.
Sì, lo so, sembra strano.

Oggi viviamo in una società dove paiono spuntare narcisisti come funghi.
E molti professionisti gonfiano questa cosa.

Allen Frances, che il manuale con cui si diagnostica anche il narcisismo lo ha scritto
Spiega che generalmente i casi patologici si aggirano intorno al 5%.

Significa che per ogni 100 persone egocentriche ed egoiste, a cui non interessa nulla degli altri, che mancano di empatia…
Solo 5 potrebbero avere una patologica forma di narcisismo.

Quasi tutti sono sani, fortunatamente.

Anche perché comportarsi male e ferire gli altri NON è segno di malattia mentale.

Sarebbe questo un approccio molto ingenuo.

Cosa cambia tra egocentrismo ed egoismo?
Alla fine, leggendo le definizioni della psicologia, non sembra che essere una percezione di sfumature.

Chi dice che l’egocentrico esagera i comportamenti dell’egoista.
Cui la pensa al contrario.

Le parole sono sempre una convenzione.
Dovrebbero servire a capirci, anche se spesso accade il contrario.

Poiché “ego” deriva dal altino e significa semplicemente “io”
L’egoismo, o l’egocentrismo, sono forme di estremizzazione dall’attenzione che diamo al nostro “io”.

Senza scomodare le teorie di Freud, a noi interessa capire che tutti siamo egoisti.

De Mello diceva che tutti siamo dittatori.

 

Come si comporta una persona egocentrica?

Ti è mai capitato di arrabbiarti con qualcuno perché non faceva come volevi tu?
Non ti ascoltava o non seguiva un tuo consiglio?

Fermati… NON conta se avevi ragione.

Quando tu pretendi che qualcuno viva la sua vita come tu consideri giusto, e non come vuole lui, come lo chiameresti?

Esatto, egoismo.

Tu protagonista, gli altri devono adeguarsi.

Tra l’altro temo che questa moda, irreale come detto, di vedere narcisisti ovunque serve anche a questo.

Noi siamo “giustamente egoisti” in modo sano.
Loro sono malati.

Ma ti dico che 9 volte su 10 agiamo con le stesse, identiche, intenzioni.
Con lo stesso reale atteggiamento.

Ma quello degli altri è sempre peggiore.
Come lo chiameresti questo approccio, se non egocentrico?

Io sbaglio, tu sbagli.
Io però ho un buon motivotu no.

  • Ogni volta che “per te è diverso”
  • Quando “per te non è la stessa cosa”
  • Mentre gli altri sono cattivi, tu ti comporti male perché soffri…

Siamo nel campo dell’egoismo, o egocentrismo se preferisci.

In sostanza tu hai un ruolo speciale.
Ma in effetti ce l’hai questo ruolo.

Su quel palcoscenico ognuno di noi è DAVVERO il protagonista della propria vita.

Egocentrismo ed egoismo non sono malattie.
Sono atteggiamenti.

 

Per qual emotivo diventiamo egocentrici?

Per quale motivo mi disinteresso a tutti e penso solo a me?
Perché ho paura.

Paura di soffrire se non farò così.
Ma ce lo insegnano continuamente.

  • Tutti vogliono fregarti, non fidarti di nessuno.
  • Se non ti prendi tu quello che ti serve nessuno te lo darà.
  • Se aspetti non resterà nulla per te, vai e conquista quello che è necessario per stare bene.
  • Fregatene degli altri, loro se ne fregheranno di te.

Noi siamo educati dalla nostra cultura all’egoismo.
E mettere noi stessi al primo posto e usare gli altri per stare bene.

Se le persone fanno come vogliamo, siamo gentili e premurosi.
Altrimenti ne cerchiamo di altre.

Il modo in cui viviamo le nostre relazioni di coppia è quasi sempre all’insegna dell’egoismo.

Sto con te se mi fai stare bene.
Cosa significa?

Che se tu “funzioni” e mi dai quel che voglio, bene.
Altrimenti mi trovo qualcuno più soddisfacente di te.

La soddisfazione è considerata la chiave di volta e tutti vogliamo soddisfare i nostri bisogni.

Quasi tutti i professionisti nel benessere psicologico ignorano l’indipendenza emotiva e ti spingono a cercare di soddisfare i tuoi bisogni.

Gli altri non lo fanno?
Bene, cambia partner, relazioni, ambiente, cerca chi ti soddisfarà meglio.

Lo chiamano “sano” egoismo.
Ma l’egoismo sano non esiste, è sempre un considerare te più importante degli altri.

L’amor proprio è una cosa differente.
Per amare se stessi davvero, bisogna prima imparare ad amare davvero.

E in una cultura egocentrica come la nostra, pochi comprendiamo cos’è l’amore.

Tra l’altro l’egocentrismo porta spesso a sembrare altruista.
Alcuni dicono: “Io mi annullo per gli altri“.

Di solito questo è un inganno con noi stessi.
Cosa intendo?

Che è vero, mi annullo per dare agli altri tanto.
Ma per quale motivo?

Per ottenere altrettanto in cambio.

E sto male quando non succede.

Allora per cosa mi sono “annullato” se non per me stesso?
Per conquistare dagli altri qualcosa che desideravo?

De Mello non solo sosteneva che siamo tutti “dittatori” e vogliamo imporre a tutti al nostra visione del mondo.

Ma diceva anche che siamo egoisti e spesso anche le cose più nobili le facciamo per guadagnarci qualcosa.

Nessuno dà niente per niente” recita un proverbio.
Davvero siamo tuti egoisti?

Forse sì.
Forse no.

 

Nessuno è egoista o egocentrico

Ma tutti siamo capaci di agire, pensare e vivere in modo egocentrico.

Noti la differenza?
Scelte.

Possiamo scegliere l’egoismo, pensare a noi stessi usando gli altri e rilegandoli a ruolo di comparse sul palcoscenico della vita.

Illudendoci che la vita si svolga tutta sul “nostro” palco, e usando la parola “sano” per dirci che siamo bravi e che gli altri sono cattivi, o malati.

Oppure possiamo scegliere l’amore, pensare a noi stessi e agli altri riconoscendo che tutti sono protagonisti della loro vita.

Capendo che la vita si svolge su tanti palchi differenti che possono comunicare tra loro.
E imparare a volersi bene e amare in modo autentico.

Non tu prima degli altri.
Non gli altri prima di te.

Ma tu tanto importante quanto ogni altro.

Capendo che ogni persona che “passa sul tuo palcoscenico” è un protagonista come te.
E che la sua presenza è un dono.

Esattamente come la tua nella vita altrui.

Per fortuna non siamo, ma diventiamo.

Nessuno “è egocentrico o egoista”.
Ma tutti possiamo agire, pensare e vivere così.

La scelta è sempre tra l’amore e la paura.

Fromm sosteneva che l’egoista non si ama troppo.
E così neanche l’egocentrico o il narcisista.

Ma poco o niente.

Non è amore quando non amo anche gli altri.
O quando dico di amare loro più di me.

L’amore vero è sempre equilibrio.

Non mi resta che lasciarti al nostro test sull’egoismo.

Così misuriamo quanto tu possa essere una persona egoista o egocentrica in questo momento.
E da qui scegliere se e come cambiare.

 

Approfondimenti

Frasi sull’egocentrismo
Comportamento infantile nell’adulto
Manie di protagonismo
Persona egoista
Egocentrismo infantile
Significato di egoista
Contrario di egocentrico
Piaget




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti