Eliminare la rabbia: come non provarla più nella tua vita

Oggi desidero parlarti di come eliminare la rabbia.
Possibile?

Io ho provato rabbia nella mia vita tantissime volte ed ogni volta non è stata per me un esperienza piacevole.

Quando sono arrabbiato, non sono felice.

Che cosa è la rabbia ?

La definizione  sul dizionario Treccani è: un sentimento per lo più improvviso e violento che, provocato dal comportamento di persone o da fatti, circostanza, avvenimenti, tende a sfogarsi con parole concitate, talvolta con offese, con atti di rabbia e di risentimento, con una punizione eccessiva o con la vendetta, con chi, volontariamente o involontariamente, lo ha provocato.

La rabbia, quindi, è un’emozione negativa.

Quando provo rabbia è come se dentro di me ci fosse una pentola a pressione che esplode: mi irrigidisco con il corpo, mi muovo a scatti, sudo, urlo, affanno e sento la pancia che si stringe, sono poco lucido.

A me non piace provare rabbia, perché non sto bene. Desidero essere felice e la rabbia si pone come ostacolo a questo mio desiderio.

Molti pensano che per potere limitare al massimo gli effetti negativi della rabbia ci siano due modi:

1) Reprimerla: devo sforzarmi di controllare questa mia emozione e la soffoco. In questo modo evito che esploda e non la riverso sugli altri o nei confronti di me stesso.

2) Sfogarla: urlando o facendo attività fisica.

Queste due possibilità hanno dei limiti. E’ come se a casa avessi una perdita di acqua da un tubo e per gestirla :

  1. Metto il tubo in un secchio o fuori la finestra (ma in questo modo sprecherò un sacco di acqua e sarò costretto a cambiare in continuazione il secchio o a gestire la parte esterna dove riverso l’acqua);
  2. Faccio un bel nodo al tubo, ma in questo caso dopo un poco di tempo la pressione dell’acqua lo farà esplodere, provocando molti più danni di prima.

Il rischio più importante di entrambe le soluzioni è che l’acqua in ogni momento può tornare a perdere e dovrò sempre correre con il secchio o fare un nodo…

Il rischio (direi più certezza), quindi, è che la rabbia torni.

Allora, c’è una altra alternativa per gestire meglio la rabbia e per evitare che la rabbia torni?

È impegnativo, ma esiste ed è possibile per tutti.

È importante capire quali sono i motivi per i quali io provo rabbia.

 

Eliminare la rabbia capendo i motivi per cui la provi

Eliminare la rabbia

Generalmente è convinzione comune, come anche nella definizione che si trova sulla Treccani, che la rabbia non dipenda da noi, ma dell’esterno.

FALSO.
La rabbia dipende da me.
Da quello che penso, dalle mie convinzioni, da quello che mi aspetto da me stesso o dagli altri.

Faccio un esempio.

Io provo rabbia quando una persona che amo tradisce la mia fiducia o mente.
Perché la provo ?

Perché è come se dentro di me ci siano tante regole che reputo importanti ed una di queste mi dice che se amo una persona Lei non DEVE tradire la mia fiducia e non mi DEVE mentire.

Ho riscontrato che questa mia regola è condivisa da moltissime persone.

A questo punto io posso provare rabbia o provare a percorre una strada diversa e farmi delle domande :
1) Perché questa persona ha tradito la mia fiducia ?
2) È possibile che lo abbia fatto perché è in difficoltà ?
3) È possibile che lo abbia fatto perché non trova la forza per parlare di argomenti molto importanti per lei?
4) È possibile che anche io, in qualche modo, ho posto in essere comportamenti o detto parole che non hanno aiutato la persona ad essere sincera ?

Queste domande sono possibili solo se vivo un amore incondizionato verso tutti.

Non pongo condizioni.
Se amo senza porre condizioni posso capire che tutti possono sbagliare, proprio come me.

Amare ponendo delle condizioni vuol dire: io ti amo solo se non fai errori, solo se sarai sempre fedele alle promesse che ci siamo scambiati, solo se farai quello che io mi aspetto che tu faccia.

In questo modo sarò sempre in tensione, perché sono impegnato nel verificare che le mie condizioni siano rispettate. Non sono ammessi errori e quando qualcuno non rispetta le mie condizioni provo rabbia ed infelicità.

Se amo senza porre condizioni mi pongo in una condizione di apertura, di ascolto.

Dono a me stesso ed agli altri la libertà. Ho maggiore forza nel capire ed accettare che tutti possono sbagliare. Ho la forza di perdonare sinceramente qualcuno che chiede scusa.

Posso arrivare a perdonare anche chi non chiede scusa, perché capisco che anche chiedere perdono richiede forza e non tutti la posseggono o comprendono quello che hanno fatto.

Ciascuno di noi è libero di sbagliare, di comprendere i propri errori, di chiedere perdono e ricominciare.

Amare senza condizioni È MOLTO IMPEGNATIVO, ma è l’unica strada che mi dona la forza di potere essere felice.

Quando riesco ad amare senza condizioni, non provo rabbia se il mio partner, mio figlio, un mio amico tradisce la mia fiducia. Cerco di capire con calma il motivo, di parlare ed offro me stesso per aiutarlo.

NON è facile, ma è l’unica strada possibile per essere forti al punto tale da eliminare la rabbia e vivere meglio.

È una scelta che posso fare io, puoi fare tu.

È una scelta che va rinnovata ogni giorno e che rende sempre più forti.

Come ha detto un mio carissimo amico:  “Sarà dura, ma se non ti fermi NON PUOI FALLIRE”.

E tu ?

Vuoi provare a eliminare la rabbia, a vivere l’amore in modo incondizionato e a NON FALLIRE l’obiettivo di vivere felice?




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
22 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti