Emozioni: cosa sono, come nascono e come funzionano davvero

Emozioni: cosa sono? Come nascono? Di cosa sono fatte?

Partiamo dalla definizione teorica: un’emozione è una reazione valutativa. (Nathaniel Branden)

Reazione: l’emozione è una risposta, il modo in cui reagisco a qualcosa, a una situazione.

E con situazione puoi intendere un gesto, una parola che ti dicono, un evento atmosferico, un risultato, un ricordo, un profumo.

Valutativa: dipenda dal modo in cui valuti quello che sta accadendo (la situazione), dal giudizio con cui la classifichi come positiva (per te) o negativa (contro di te).

Le emozioni sono le nostre risposte non a quello che ci accade, ma alla nostra valutazione di ciò che sta accadendo.

Semplificando avrai un’emozione positiva ogni volta che valuti (giudichi) positivo qualcosa, e proverai un’emozione negativa ogni volta che valuti (giudichi) negativo qualcosa.

Contrariamente a quanto pensiamo, l’emozione non dipende dunque da cosa viviamo, ma dalla valutazione che facciamo delle situazioni della nostra vita.

 

Emozioni: la prima legge psicologica umana

Emozioni

Ora ti mostro un video in cui ti spiego quale processo entra in gioco nella nostra mente per generare ogni emozione.

Quello che vedrai è valido per tutti gli esseri umani, indipendentemente dal sesso, dall’età o dalla cultura.

Inoltre è un processo fondamentale dal momento che tutto quello che facciamo è condizionato dalle nostre emozioni.

Questo video è tratto dalla nostra Masterclass di Indipendenza Emotiva.

Come vedi niente teorie o ipotesi, ma esempi pratici, dimostrazioni concrete, dati di fatto che ognuno di noi più verificare.

Puoi capirlo in modo ancora più immediato rispondendo alle domande del nostro test gratuito sulle emozioni.

Daniel Goleman spiega bene lo stesso procedimento mostrando come sia la cultura a definire le regole con cui noi creiamo e manifestiamo le nostre emozioni.

Lo fa nel suo libro “Emozioni distruttive” quando riprende gli studi di uno dei più conosciuti antropologi contemporanei, Paul Eckman.

[…] L’esperienza sociale influisce sugli atteggiamenti emotivi, crea regole su come sentire e su come manifestare quello che si sente […]

in altre parole la cultura modella quali emozioni manifestiamo e quando“.

L’emozione non dipende mai dagli eventi in cui siamo coinvolti, ma sempre dal modo in cui li valutiamo, dalle regole con cui giudichiamo quello che accade.

Quello che provi dipende dal significato che tu dai a quello che accade.

Di solito, come spiega bene Ekman, è la nostra cultura a decidere le nostre emozioni. E se qualcuno ti dice cosa è giusto provare, si rischia di finire in una dittatura emotiva.

La condizione psicologica peggiore, in cui viviamo normalmente. Niente “complotti”, si tratta di un fenomeno psicologico che si sviluppa facilmente in ogni contesto sociale.

 

E tutto si svolge nella nostra mente.

 

La chimica delle emozioni: come crei quel che provi

Le emozioni chimica

Le emozioni hanno una triplice componente: sono un pensiero, sono una reazione chimica, sono una certa condizione fisica e muscolare.

Io poteri sedermi comodamente sul divano di casa mia.
Chiudo gli occhi e torno con la mente a una scena erotica vista in un film, o magari vissuta da me realmente.

Se la mia mente è molto concentrata, se rivivo ogni singolo dettaglio in modo vivido, inizierò ad eccitarmi.

Questo produrrà un aumento della mia temperatura, la mia tensione muscolare cambia, il battito cardiaco aumenta.

Questo cambiamento chimico e fisiologico dipende solo da un pensiero fatto sul divano di casa mia.

Ora però posso concentrarmi su una scena vista in un film horror, o un thriller molto violento.
Se la mia mente rivive fedelmente quelle scene, inizierò ad agitarmi.

Questo produrrà magari mani fredde, sudore, un battito cardiaco accelerato, agitazione, magari tremore.

Questo cambiamento chimico e fisiologico dipende solo da un pensiero fatto sul divano di casa mia.

A questo punto potrei immergermi mentalmente nel posto e nel momento che considero più rilassanti.

Una passeggiata su una spiaggia solitaria con il rumore del mare, o un bosco di montagna in cui sento il fruscio del vento che muove le foglie.

Se mi immergono davvero in questa immagine, mi rilasserò. Il battito cardiaco sarà calmo, i muscoli rilassati, il viso disteso.

Questo cambiamento chimico e fisiologico dipende solo da un pensiero fatto sul divano di casa mia.

La mente, attraverso il solo pensiero, non solo è in grado di controllare la nostra dimensione emotiva, ma genera reazioni fisiche e chimiche dentro di noi.

Solo col pensiero.

La mente è il luogo deputato per natura a generare e gestire ogni nostra emozione.

Chiaramente questo equilibrio è influenzabile dall’esterno: posso alterare il mio stato fisico o chimico mangiando qualcosa, assumendo sostanze stupefacenti, facendo sport e molto altro.

Ma il centro di controllo primario è la mente, il canale naturale di gestione emotiva il pensiero.

Tutto questo significa che la nostra felicità, o la nostra sofferenza, sono una creazione che parte dalla mente e dai nostri pensieri.

 

A cosa servono le nostre emozioni

Lo scopo principale di ogni emozione è di darci la giusta indicazione su come affrontare quello che ci accade.

Ogni emozione negativa è un segnale di pericolo, che ci indica la possibilità di una minaccia che potrebbe danneggiarci.

Tutte le emozioni negative sono naturalmente e FASTIDIOSE. Tanto più le ignoriamo, tanto maggiore sarà il disagio che ci provocano (senza per questo diventare patologiche).

Le emozioni positive ci dicono invece se quello che viviamo è una cosa positiva, sono segnali che ci invitano ad aprirci e agire.

Come ti spiegavo prima, tuttavia, l’emozione non è legata a cosa ci accade, ma alla nostra valutazione.

Per cui sorge la domanda: cosa ti dice ogni tua emozione?
Che messaggio ti porta?

Qual è il significato delle nostre emozioni?

Te lo spiego molto bene in questo video.

 

Emozione, razionalità e indipendenza emotiva

Quello che ti sto mostrando non ha niente a che vedere con la razionalità.
Con questa parola, di solito, intendiamo un prevalere della logica sull’aspetto emotivo.

Questa divisione è falsa.

Non esiste una contrapposizione tra pensiero, logica, emozione.

L’emozione è il frutto di un pensiero. La logica anche.

Nella nostra mente tutto è pensiero.
Inteso non come “ragionamento freddo e distaccato”, ma come ciò di cui è fatta la nostra mente.

Voglio spiegartelo meglio mostrandoti questa breve lezione gratuita che spiega il processo sano di comprensione e gestione emotiva.

In psicologia si chiama indipendenza emotiva, e significa molto semplicemente che la tua vita emotiva non dipende dagli eventi e dalle situazioni.

La tua vita, le tue emozioni, dipendono solo da come vivi tutto questo, dalle tue regole, dalla tua visione della realtà, dalle tue valutazioni.

Ogni azione, parola, gesto, scelta, tutto quello che tu fai nella vita dipende strettamente dallo stato emotivo in cui ti trovi.

Basta aprire un giornale, o guardare la televisione per notare come tutti noi siamo guidati dalle nostre emozioni.

E capire che queste emozioni sono create dal modo in cui viviamo ogni situazione, significa prendere il controllo della tua vita.

Per approfondire tutto questo puoi leggere il mio libro “Indipendenza Emotiva“, in cui avrai molti esempi che non lasciano dubbi su come si creino le emozioni. Lo trovi in questa pagina.

Qui sotto ti offro diversi invece approfondimenti sulle emozioni, per poterle comprendere e vivere meglio.

Voglio però concludere con un ultimo video, sempre tratto dalla nostra Masterclass, che ti mostra quelli che sono i principali errori emotivi che commettiamo.

E che spesso, vedrai scoprendoli, sono consigliati su larga scala (favorendo quella dittatura emotiva di cui parlavamo prima).

 

Approfondimenti

Qui trovi altre risorse per approfondire. Se il tema di tuo interesse è senza link, significa che quella risorsa non è ancora disponibile. Puoi lasciare un commento per farci le tue domande.

emozioni primarie e secondarie (elenco)
emotivo
sentimenti
emotività
emozione etimologia
non provare emozioni
frasi sulle emozioni
sentimenti positivi
persona emotiva
essere razionale
emozioni negative
emozioni positive
teoria centrale delle emozioni
riflessione sulle emozioni
come non provare emozioni
sensazioni
motivazione
come riconoscere le emozioni
reazioni emotive
stati d’animo
Come gestire le emozioni negative
Come controllare le emozioni

Elenco emozioni negative

rabbia
tristezza
senso di vuoto
senso di colpa
delusione
angoscia
paura
ansia
gelosia
invidia
indifferenza
odio

Elenco emozioni positive

gioia di vivere
entusiasmo
serenità
amore
felicità
fiducia
gratitudine
voler bene




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti