Essere onesti fino a che punto: se trovi 1000 euro li restituisci?

Essere onesti è impegnativo.
Ieri ho accompagnato mio figlio ai giardinetti perché voleva giocare a pallone con gli amici.

Durante il tragitto mio figlio chiede: “papà ma se uno perde 1.000 euro mentre cammina davanti a te, come ti comporti? gli ridai i soldi ?”

Prima di rispondere ho pensato “certo, 1.000 euro sono tanti soldi e possono servire…” ma poi ho risposto: “chiamo il signore e restituisco i soldi”.
Dentro di me ho pensato che forse avrei potuto ricevere, a titolo di ringraziamento, una piccola quota dei soldi ritrovati.

Mio figlio: “perché?
Io: “perché è giusto

A questo punto mio figlio ha voluto capire meglio: “papà sei sicuro? sono tanti soldi? perché li restituisci? possono servire per tante cose…

 

Essere onesti: conviene o è una fregatura?

Essere onesti

I bambini hanno una grande capacità: non si accontentano. Fanno domande semplici (perché?) che ti spingono a ragionare su tante cose che dai per scontato. Spesso rispondere non è facile.

Nella vita siamo chiamati ad operare, in continuazione, tantissime scelte. Ciascuno le compie in base all’educazione ricevuta, al paese in cui vive, al momento storico, alla propria religione…

Con il passare del tempo ed impegnati in tantissime cose, finiamo per agire in modo “automatico” e spesso non ci facciamo più domande. Non siamo più come i bambini.

Può capitare che dopo avere fatto delle scelte non siamo convinti di avere fatto la cosa giusta, abbiamo dubbi e non siamo felici.

Mio figlio non si è accontentato della mia risposta “automatica”, ha volto capire ed approfondire: cosa è bene? Cosa è male? Cosa è giusto? E perché?

Racconto, a questo punto, come è continuato il dialogo con mio figlio:

Io: “se capitasse a te di perdere mille euro e se qualcuno si accorgesse che sono tuoi, tu cosa spereresti ? Cosa vorresti che facesse quella persona?”
Mio figlio: “io sono bambino e non ho tutti questi soldi” 😊
Io: “facciamo finta che tutti i tuoi parenti ti hanno regalato tanti soldi per il tuo compleanno ed hai mille euro che stai perdendo”.
Mio Figlio: “ voglio che mi li ridiano”.
Io: “allora restituiscili anche tu. Essere onesti significa che fai agli altri sempre quello che tu desideri che gli altri facciano a te”.
Mio figlio: “e se il signore perde solo 1 centesimo?”
Io: “se capitasse a te di perdere 1 centesimo, cosa desidereresti?
Mio figlio: “vorrei recuperarli”.
Io: “anche in questo caso. Fai agli altri quello che tu desideri che gli altri facciano a te, fallo sempre e quando hai dei dubbi su cosa sia giusto, fatti questa domanda e scegli
Mio figlio: “ho capito papà… Ora andiamo a giocare a pallone!” 😊

Abbiamo sempre la possibilità di scegliere la cosa giusta, di prendere le decisioni e poi sentirci bene con noi stessi, di essere onesti.

Questo è possibile se osserviamo con attenzione quello che viviamo, se non lo diamo per scontato, se ci facciamo le giuste domande come i bambini e se soprattutto, agiamo e pensiamo seguendo il principio dell’amore:Fai agli altri quello che tu desideri che gli altri facciano a te”.

Certo, non è facile, richiede impegno, ma è possibile per tutti 😊

Se inizi a porre l’amore alla base del tuo modo di vedere la vita, ogni giorno, in ogni scelta che fai, sicuramente sarai felice 😊


P.S.
Che voto daresti oggi alla tua vita, da 0 a 10?

Rispondi alle 10 domande del Test della Scuola e lo scoprirai subito.
Scegli la frase in cui ti rivedi di più, anche se non alla perfezione.

Chi ha scritto questa pagina:

Gianluca Soffietti

Mi chiamo Gianluca Soffietti e sono nato a Napoli nel 1973. Vivo a Napoli e per lavoro per diversi anni ho girato l'Italia. E ora lavoro in modo più stabile a Roma. Sono padre di due figli. Ho capito che essere sempre felici non vuol dire non avere più problemi (ci saranno sempre) ma diventare talmente forti da potere gestire tutti i problemi. È un percorso facile ? No, ma è possibile per tutti. E' un percorso impegnativo ma basta iniziare a camminare e non smettere.


Ti piace quello che hai letto? Condividilo!

Vuoi diventare più forte di qualunque problema?

Mettere in pratica quello che scrivo non è facile. Ma è possibile.
​Come Mental Coach posso allenarti in questo.
Non un semplice miglioramento della tua vita, ma diventare tu, per sempre, una persona capace di affrontare qualsiasi problema senza che nulla possa abbatterti o fermarti.​

Iniziamo gratis ⇒

40

avatar
14 Commenti con discussione
26 Risposte nelle discussioni
3 Seguono questa pagina
 
Commenti più recenti
Discussioni più vive
17 Partecipanti alla discussione
taniaGianluca SoffiettiSergioAlexsiaMony Ultimi che hanno commentato
  Ricevi aggiornamenti  
più nuovi più vecchi
Notificami
tania
Ospite
tania

Ciao…fa piacere condividere punti di vista e ragionamenti: in questo modo si ha la possibilità
di crescere ed approfondire ciò che ancora non si conosce appieno ma che indubbiamente può servire.
In particolare sono spinta ad apprezzare il dialogo con tuo figlio che hai condiviso;
” Essere onesti significa che fai agli altri sempre quello che tu desideri che gli altri facciano a te “.
Condivido pienamente questa espressione perché porta a fare un’azione concreta…in questo modo
non ci si limita a non fare del male ma ci si adopera per fare il bene…
questo insegnamento è tratto dalla Bibbia, infatti la “regola aurea” la si può trovare in Matteo 7:12…
ed è un bellissimo principio che si applica davvero in tutte le occasioni in cui possiamo, con le nostre decisioni,
influire sul benessere degli altri.

Ciao da Tania

Sergio
Ospite
Sergio

Sono in situazioni o tempi come questi che ti accorgi di come la paura sia ovunque, ci “costringono” a casa, mio suocero in campagna faceva il solito giretto in bicicletta per stradine secondarie ed i carabinieri lo hanno rimandato a casa rischiando la denuncia…..vogliono che ci evitiamo, stiamo a distanza di sicurezza, ma il virus dell’influenza è ovunque…. e le persone più anziane le più esposte lasciate sole, chiuse nelle proprie case e nei propri pensieri, quanto bisogno di amore, quanto bisogno di sentirsi vera comunità, di persone come voi.
Grazie di tutto.

Alexsia
Studente
Alexsia

Ciao Gianluca!
Bellissima la tua Newsletter, molto molto significativa. Essere genitore è certamente un ruolo impegnativo, anch’io ho figli,
mio figlio ha 18 anni e mia figlia 13 anni
É importante stabilizzare la fiducia, i valori, le regole.
Trasmettere come per riflesso da poterne fare un tesoro, con la gioia nel cuore,
di un’Amore incondizionato. Grazie!

Sarah
Ospite
Sarah

Ciao Gianluca è la prima volta che ti scrivo e colgo l’occasione oggi, introdotta dalla newsletter sul corona virus, xe mi è piaciuto ciò che hai scritto sul fare ciò che vorresti ricevere. Purtroppo un mio caro amico mi ha chiesto di vederci e io gli ho detto di no xe era troppo rischioso x ognuno di noi e lui mi ha giudicata male xe ha detto che lui x me nn conta abbastanza, che io nn avrei rischiato nulla andando da lui. Che io avevo altre priorità, che n avevo fiducia in lui e che se volevo qlcs avrei lottato x ottenerla ( ciò stare con lui).
Essere stata allontanata da lui e mortificata in quel modo mi ha davvero fatto soffrire. Dimmi dove ho sbagliato? Sarah

Mony
Ospite
Mony

Ciao Sara… Io non sono nessuno ma credo che tu non abbia sbagliato. Hai scelto di amarti… E di essere responsabile, corretta, onesta e sincera. Tutte doti bellissime. Purtroppo è lui che non ha compreso il tuo valore. È lui che ha perso te….

Sarah
Ospite
Sarah

Grazie mony delle belle parole. Sarebbe ciò che avrei voluto sentirmi dire da questa persona ma purtroppo nn è stato così. Io sono e sarò sempre me stessa xe è giusto che io nn mi snaturi x nessuno. Grazie ancora

Mirian
Ospite
Mirian

Ho apprezzato molto quello che hai scritto , forse anche perché ho una forte fede e ciò che hai scritto sull’amore e sul fare agli altri ciò che vorremmo fosse fatto a noi è uno dei pilastri fondamentali del vero cristianesimo

Maria
Ospite
Maria

Gianluca grazie,

😍 è la regola aurea (regola della reciprocità) che SE tutti l’osservassero il mondo sarebbe un paradiso 😍

Bellissimo quando i bambini ci fanno mille domande … a volte anche mettendoci in difficoltà 😍

1 In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è il più grande nel regno dei cieli?». 2 Allora Gesù chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: 3 «In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. 4 Perciò chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli.
5 E chi accoglie anche uno solo di questi bambini in nome mio, accoglie me.

Maria Luisa
Ospite
Maria Luisa

Grazie. Grazie a persone come voi il mondo prenderà una forma migliore. E poter vivere questo graduale cambiamento mi dà gioia.

Raniero
Ospite
Raniero

essere onesti é la cosa più importante della vita bisogna mettersi nei panni delle altre persone prima di valutare un gesto o una risposta, se restituisci ciò che ha perso sicuramente ti sentirai in pace con la tua anima e avrai fatto del bene, ricordatevi siamo tutti fratelli.

rodolfo rizzo
Ospite
rodolfo rizzo

per tre volte ho perso i 1000 euro e nessuno me li ha restituiti anche se in una delle volte c’erano i dati per farlo….oggi se vedo uno che lascia cadere a terra qualcosa lo chiamo subito

Roby
Ospite
Roby

Hai mai letto il libro Cosa ci insegna realmente la bibbia? È incredibile come la tua riflessione sia simile a quelle espresse in quel libro!

Deborah
Ospite
Deborah

Grazie Gianluca 🙂
Eh, si con amore non si sbaglia mai. ❤

CORONAVIRUS

Ne approfitto visto che la newsletter è stata introdotta con il discorso del Coronavirus, dal momento che gli è stato chiesto a Giacomo di dire qualcosa in proposito, per fare un aggiunta:

Di stare tranquilli. E dal 2001 che ormai quasi puntualmente ne esce fuori una, tanto allarmismo e poi di colpo il silenzio assoluto, nessuno più ne parla, nessuno più ci pensa, tutti dimenticano.
Ma nessuno parla come in queste settimane, di quante persone ogni anno muoiono per un incidente, quante persone ogni anno muoiono di fame, quante persone ogni anno muoiono di cancro e nessuno fa tutto questo gran rumore per chi continua a fumare e per chi guarda il cellulare mentre guida.

C’è una parolina che usa spesso Giacomo che mi piace tantissimo: “Capire”

Cerchiamo sempre di capire, infatti nel capire ci renderemo conto, come il più delle volte sprechiamo tante di quelle energie inutilmente con paure, ansie, preoccupazioni e pensieri che ci fanno stare solo male e non hanno alcun potere di cambiare nulla.

Cerchiamo di capire:
Cosa è un virus?
Quali sintomi porta?
Sono sintomi tanto diversi dagli altri Virus? O sono sempre gli stessi come tutti gli altri in precedenza?
Dire che il Virus uccide cosa significa?
È il Virus in se stesso o le condizioni fisiologiche di una persona?
E dal momento che sono le condizioni fisiologiche di una persona, quali sono?
Io rientro realmente tra queste persone? E se così fosse, risolvo qualcosa se mi faccio prendere dalla paura? O fa più senso impegnarmi con amore per fare il possibile per proteggermi è in realtà sarebbe un motivo in più per godermi ogni istante con gioia e felicità?

Paure, preoccupazioni e tante ansie sono uno stress inutile anche per il nostro corpo che di conseguenza andranno ad abbassare le nostre difese immunitarie. A differenza dell’Amore che fa l’esatto contrario e non lo dico io, ma un infinità di studi scientifici.

Concludo con la splendida frase della newsletter:

“Poniamo l’amore alla base di vedere ogni cosa”

questa infatti se ci mettiamo per comprendere ogni cosa scopriamo che è la risposta più intelligente e sana a ogni situazione che ci sembra difficile.

Un abbraccio a tutti. ❤