Gioia e felicità sono la stessa cosa? Che differenza c’è?

Mi sono imbattuto in questa domanda: gioia e felicità sono la stessa cosa?

Cos’è la felicità? E la gioia di vivere?

Mi diverte sempre cercare di capire.
E anche questa volta ho voluto farlo.

A me le definizioni teoriche, astratte e arbitrarie interessano poco.
Ma noto che quasi tutti si concentrano su questo.

E si confonde la propria opinione con la realtà.

Ad esempio ho letto un articolo in cui si diceva che la gioia è profonda mentre la felicità è superficiale.

Alcuni sostengono che la gioia sia una scelta.
La felicità sia l’effetto poco duraturo dell’aver raggiunto un certo risultato.

E chiaramente ho letto contenuti ed esperti che dicono l’esatto contrario.

 

Gioia e felicità sono la stessa cosa?

gioia e felicità - primo piano di una ragazza sorridente

Provando a fare ordine vado così a cercare la definizione del dizionario di gioia e felicità.

La felicità viene spiegata solitamente come una “condizione di perfetta soddisfazione“.
Potrei dire uno stato in cui non ti manca nulla.

Chi dice che la felicità dura poco e dipende dai successi che ottieni, penso la confonda con la soddisfazione.

Sono soddisfatto quando ottengo ciò che voglio.

E sì, la soddisfazione dura poco, è superficiale e lascia presto posto al senso di vuoto e all’insoddisfazione.

Se vuoi evitare di cascarci, guarda questo video gratuito in cui lo spiego bene.

E il dizionario cosa dice ella gioia?
La definisce sia come sinonimo di felicità.

Sia come condizione di completa soddisfazione.

O anche solamente come effetto dell’aver ottenuto qualcosa di importante che consideriamo prezioso.

Confusione?

Te lo dicevo io: stare a fare il “capello in quattro” cercando di dare alla realtà la forma che ci piacelo lascio agli altri.

Alla fine non se ne viene fuori se non con arbitrarie definizioni.

Ad esempio leggevo che la gioia la si sceglie, la felicità ti arriva.
Però ho anche scritto come trovare la felicità, e spiego che non è affatto così.

Ora chi ha ragione?
Tutti e nessuno, come accade quasi sempre in psicologia!

A me piace distinguere tra realtà e opinioni.

Io definisco la felicità così: “Uno stato di autentico, profondo e duraturo benessere“.

Niente a che vedere con la soddisfazione.
La felicità è una scelta, come alcuni dicono della gioia.

Il punto è questo: sono solo parole.

 

Lascia stare le parole, andiamo alla sostanza

Spesso quando uso “felicità”, molti mi dicono che non ci credono, che non esiste, che è utopia.

Sembra che tanti abbiano paura della parola felicità e preferiscono parlare di serenità.
Cambia qualcosa?

Altri dicono che la felicità è effimera, che la provi se tutto va bene e non hai problemi.
O quando ottieni quel che desideri.

La gioia, per altri, è addirittura una condizione quasi mistica, sfuggevole, che ti arriva se raggiungi una “profonda connessione col tutto”.
(frase che spesso non vuol dire niente!)

Ma quindi, gioia e felicità sono la stessa cosa?
Sono opposti?

Io la dico così: che te frega?

Dico sul serio.
Chiamala gioia, chiamala serenità o chiamala felicità.

Pensi cambi qualcosa?
No.

Le parole sono solo convenzioni, un modo per poter comunicare.

Ma l’esperienza che tu vivi è ciò che conta e le parole non sapranno mai descriverla.

Ci sono momento in cui mi commuovo.
Per la gioia? per la felicità?

No, mi commuovo per come sto vivendo quel momento.

Quello che sento, che sperimento, come lo vivo, questo è la realtà.
Poi ti dirò che ho provato gioia, in quel momento.

O magari ti dirò che ero felice, in quel momento.

Ma tu non potrai mai, attraverso queste parole, comprendere cosa ho vissuto esattamente.

Chiamale se vuoi, emozioni.

 

Tu cosa desideri veramente dalla vita?

Usa la parola che preferisci, ma che sia gioia o felicità, alla fine a te interessa sperimentare un benessere che sia reale.

Ecco, al di là del termine che userai (a me piace felicità) io credo che sia la tua esperienza ciò che conta.

  • Quel che senti è un benessere passeggero?
  • Oggi c’è e domani passa e torni a stare male?
  • Lo sperimenti ma poi resta l’amaro in bocca e disperatamente elemosini di provarlo nuovamente?

Se hai risposto sì, io lo chiamerei soddisfazione o piacere.
Che per loro natura sono effimere e superficiali.

Anche se qualcuno, parlando dei “piaceri della vita” potrebbe fare invece riferimento alle cose più importanti e alle esperienze più profonde.

Parole, come dicevo prima.
Non andare dietro alle parole.

Tu cerchi questo:

  • Un benessere che si autentico, che sia reale e vero.
  • Un benessere che sia profondo, che non ti sfiori ma che pervada ogni tua cellula.
  • Un benessere che duri, che non finisca ma che invece ti accompagni in ogni situazione.

Questo vogliamo tutti.

Stare bene nonostante le difficoltà, le sfide della vita.

Sei oggi capace di vivere questo benessere?
Scoprilo rapidamente con il nostro test sulla felicità.

Alla base di questo c’è la nostra indipendenza emotiva.
Una delle poche cose certe in psicologia.

Gioia e felicità potrebbero essere la stessa cosa, sfumature differenti, sensazioni opposte.
Dipende tutto da come le vivi tu.

Per questo io da anni ho smesso di farmi ingannare dalle parole.
Così quando qualcuno mi dice che prova gioia gli chiedo “cosa intendi?”.

  • Cosa intendi con gioia?
  • E con felicità?
  • E con soddisfazione?

Alla fine usa la parola che preferisci, ma ricorda che tu vuoi, semplicemente, stare bene.
E anche questo potrebbe significare tante cose diverse

Non dare mai per scontato che quello che gli altri provano sia quel che provi tu.
Solo perché usate le stesse parole per esprimerlo.

Quello che tu desideri io lo chiamo felicità.
Come ci si arriva?

Attraverso quelli che noi chiamiamo “I 6 Pilastri della felicità” che è anche il titolo del nostro più apprezzato corso gratuito.

In sostanza sono processi psicologici fondamentali per poter vivere una vita felice.
(il corso gratuito lo trovi in questa pagina).

Concludo però lasciandoti un video nel quale ti spiego uno per uno questi pilastri e per quale motivo sono così importanti nella nostra vita.

Iscriviti GRATIS al corso

 

Approfondimenti

emozione
emozioni positive
la felicita e
vivere di emozioni
tristezza
gioia etimologia




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti