Indecisione sentimentale: come eliminarla per sempre

Di indecisione sentimentale leggo tante email.

Spesso si ha una relazione ma si incontra un’altra persona che ci piace, che magari ci fa provare determinate emozioni (che magari non sentivi da tempo) e questo mette tutto in discussione.

Chiudere la propria relazione? Iniziarne una nuova? Scegliere tra due uomini, o tra due donne.

Molte volte basta semplicemente la propria crisi di coppia a mettere in dubbio la relazione e farci sentire insicuri.

Ora ti spiego per quale motivo nasce e soprattutto come fare per eliminarla.

 

A cosa è dovuta l’indecisione sentimentale?

Indecisione sentimentale

Come ogni altra forma di indecisione, anche quella in una coppia dipende dalla nostra insicurezza.

L’indecisione ti dice che non sai qual è la scelta giusta in una determinata situazione. Non sai se sia meglio proseguire in quella relazione o chiuderla.

Non sai se sia meglio iniziarne una nuova, magari con qualcuno che ti fa “stare bene” oppure se sia solo un’illusione destinata a finire.

Da tutti questi dubbi nasce la nostra indecisione in amore.

Sostanzialmente il punto è: quale sarà la scelta giusta per te?

 

Perché sono una persona indecisa?

Sei una persona indecisa nel momento in cui non riesci a stabilire con assoluta certezza quale sia la scelta giusta per te in questo momento della tua vita.

Una ragazza che ho seguito aveva un matrimonio soddisfacente e 2 figli.
Poi incontro un altro uomo che “le ha fatto provare emozioni dimenticate da tempo“.

E così mette in forse il matrimonio, decide di provare e dopo qualche mese “l’altro” le comunica che le condizioni della loro relazione non sono quelle giuste.

E così lei si ritrova in case separate col marito e lasciata sola de quello che doveva essere il nuovo compagno.

Perché sei una persona indecisa?

Perché hai paura.
Paura di sbagliare, paura di decidere e di pentirti della scelta fatta perché non si rivela quella davvero giusta per te.

E in una relazione, l’indecisione è quasi sempre legata al dubbio sulla reale autenticità dei propri sentimenti.

 

Come si fa a capire se si ama una persona?

Questa è forse la domanda principale a cui cerchiamo risposta quando subentra l’indecisione nelle nostra relazione: lo amo davvero? La amo avvero?

Il nodo chiave è questo: se lo amo e mi ama, sarò felice.
Per cui nel momento in cui non stai bene, provi emozioni negative all’interno della tua relazione, il dubbio è logico.

Se stai male con la persona che hai accanto, significa che qualcosa non va.
Significa che forse non la ami davvero questa persona (o non ti ama realmente).

In fondo, se vi amate non dovreste essere felici?

Il problema è che ci hanno detto delle enormi bugie su innamoramento e amore, facendoci credere che incontrando la persona giusta, “magicamente”, questa ci avrebbe reso felici.

Leggiamo frasi sull’indecisione in amore che ci convincono che per capire devi ascoltare le tue emozioni.

Così se non sei felice metti in dubbio la tua relazione.

Davvero le tue emozioni ti dicono se ami una Persona?
In realtà no.
Non te lo dicono.

Le tue emozioni ti dicono se pensi che quella sia la persona giusta per te, ti dicono se tu pensi che lei ti renderà felice, ti dicono se tu pensi che con lei vivrai una vita meravigliosa, oppure no.

Noti cosa dicono le tue emozioni?
Ti dicono COSA PENSI TU.

Considera questo: all’inizio di una relazione, quando “va tutto bene”, noi proviamo di solito tante emozioni positive.
E magari quella non è neanche la persona giusta.

Pensa alle relazioni finite che hai avuto: erano la persona giusta?

Ma all’inizio, quando stavate bene e pensavi di non poter vivere senza di lei, lo avresti detto che NON era la persona giusta?

O PENSAVI che il vostro amore sarebbe durato per sempre?

 

Come fare quando sei indecisa in amore?

La prima cosa da fare quando subentra l’indecisione sentimentale è capire che i tuoi sentimenti non ti dicono molto sulla scelta da fare.

Lo so, sembra un controsenso.

Il punto è che le tue emozioni, i tuoi sentimenti, ti dicono cosa pensi di quella persona.

Se state bene insieme, se tutto è perfetto, se lei si comporta come tu desideri e ritieni giusto, proverai grandi emozioni positive.

E che succede se invece qualcosa non va come tu vorresti?

Proverai emozioni negative.

Per una parola sbagliata, per un regalo dimenticato, un comportamenti sgradito, dei gesti che non ti piacciono, delle attenzioni che non arrivano.

Quando tu consideri negativo quel che l’altro fa, provi emozioni negative.
E quando le provi stai male.

E se stai male, cominci a chiederti: sarà la persona giusta?

Questa relazione è quella giusta per me? Questa persona mi renderà felice?

Ed è qui che nasce l’insicurezza.

 

Quando si è indecisi in amore?

Siamo indecisi in amore quando proviamo emozioni negative nella nostra relazione, legate alla persona che abbiamo accanto (o che vorremmo accanto).

Perché siamo indecisi?

Perché provi malessere e ti hanno mentito insegnandoti che se la relazione è quella giusta, tu devi stare bene.

Perché noi viviamo la relazione come la fonte principale di benessere e felicità, illudendoci che sia qualcuno a doverci rendere felici grazie al suo amore.

Ti è mai capitato di incontrare qualcuno disposto a tutto per te, pronto ad amarti facendo qualsiasi cosa, ma che a te non interessava proprio?

Ti rendeva felice l’amore, l’attenzione, la premura, la disponibilità di questa persona che tu non volevi, ma che diceva di amarti e ti prometteva che ti avrebbe reso felice?

L’amore degli altri non rende felici.

E così, ogni volta che tu non sarai felice, che proverai emozioni negative e malessere, pensando che l’altro debba renderti felice, metterai in discussione la vostra relazione nel dubbio: forse questa persona non mi farà stare bene come vorrei.

Ma non può, in realtà…

 

Cosa fare quando non si riesce a lasciare una persona?

Questo è il problema di ogni relazione, non solo quando non sai se lasciare quella persona, ma anche quando non riesci a farlo.

Magari non stai bene in questa relazione, magari “razionalmente” sai che quella non è la persona giusta per te, magari tutti intorno ti dicono di chiuderla.

Eppure non ci riesci.

Il motivo?
Sempre le tue emozioni.

Se tu inizi una relazione, lo fai sempre per stare bene.
Magari oggi questo benessere non c’è, magari sono più i conflitti e i momenti di sofferenza.

Eppure qualcosa ti blocca e non riesci a decidere.

Emozioni: perché se hai iniziato quella storia, è perché qualcosa di positivo c’era, o poteva esserci.

Se tu continui a sperare che “un giorno forse” potreste essere felici, se continui a pensare che “se solo l’altro facesse questo o quello”, se cambiassero delle cose, allora potresti finalmente stare bene…

Farai fatica a chiudere una relazione.

Ricorda questo: tu vuoi stare bene o stare male?

Stare bene, ottimo.

Se pensi, anche in un minuscolo angolo della tua mente, del tuo inconscio, che con questa persona, se solo le cose fossero diverse (come dici tu di solito…) allora saresti finalmente felice… è ovvio che non molli.

Perché c’è, anche piccola, la speranza del benessere che desideri.

Che succede se lasci questa persona e poi non trovi più qualcuno con cui essere felice?
Se non troverai mai più quella sintonia, quella complicità?

Certo, a volte manca anche in questa relazione, ma se c’è estata, anche una volta soltanto, potresti rimanere legata, o legato, a questa speranza.

E se questa speranza la provi con due persone differenti?

 

Cosa fare quando si è indecisi tra due persone?

Anche qui parliamo di indecisione sentimentale: chi scelgo tra due persone che potrebbero entrambe rendermi felice?

Il problema è sempre lo stesso (per questo al soluzione che ti mostro tra poco funzionerà perfettamente anche per te): EMOZIONI.

Se entrambe le due persone riescono a farti stare bene, diventa difficile scegliere a quale benessere rinunciare.

Anche perché spesso queste due persone hanno caratteristiche differenti e ti danno qualcosa di unico. Chiunque scegli, significherà comunque perdere qualcosa di speciale che ti piace tanto.

In una altra pagina ho spiegato se è possibile amare due persone contemporaneamente.

Ma quel che ti blocca nel decidere tra le due è principalmente come loro soddisfano i tuoi bisogni.

Può darsi che ognuna di loro lo faccia in modo differente o soddisfi bisogni diversi.

A quali vuoi rinunciare?

A nessuno, ovviamente.
E qui ti blocchi e non riesci a decidere.

E così o resti in bilico, oppure scappi

 

Perché scappo dalle relazioni?

Il motivo per cui scappiamo dalle relazione è sempre legato alle nostre emozioni: quando una relazione mi fa stare male, scappo.

Ricorda quanto ti ho spiegato prima: tu vuoi stare bene, per cui ha senso restare in una situazione che ti fa stare male?

Alcuni restano intrappolati in relazioni tossiche, cariche di malessere ed emozioni negative, vuoi nella speranza di una felicità futura, vuoi per paura dell’ignoto, di quello che ci sarà (o non ci sarà) dopo.

Altri scappano dalle relazioni perché non vogliono soffrire.

Sempre le nostre emozioni sono al chiave, perché tutto quello che fai, o non fai, è volto sempre alla ricerca del benessere che desideri o ad evitare il malessere che non vuoi.

A questo punto sarà chiaro che l’indecisione sentimentale, l’insicurezza in amore, sono sempre un riflesso del tuo benessere e delle tue emozioni.

Ora che abbiamo capito per quale motivo ti trovi in questa situazione e cosa comporta, ti spiego come uscirne una volta per tutte.

 

Come eliminare l’indecisione sentimentale

indecisione in amore

Ricapitoliamo: siamo indecisi perché non sappiamo quale sia la scelta giusta per la nostra relazione.

Questa insicurezza deriva da un solo motivo: non sai quale decisione ti renderà più felice. Se quella persona o quell’altra. Se portare avanti quella relazione o chiuderla.

E tutto si gioca, come detto, sulle tue emozioni.
Ed è proprio qui che si trova la soluzione, e si chiama indipendenza emotiva.

Illusione, ti accennavo prima, e bugie.
Ce ne hanno dette tante, troppe, e sono la vera causa di sofferenza tra gli esseri umani purtroppo.

La più grande è che sono gli altri a renderti felice, a farti stare bene o stare male.
Questo è FALSO.

Te lo spiegavo prima, te lo chiarisco meglio adesso: pensa a un tuo ex.
Una persona che a te non interessa più e non ti fa nessun effetto.

Questa persona OGGI può renderti felice se ti abbraccia e dice di amarti?
NO?

Strano, prima poteva.
E probabilmente oggi, abbracciando e dicendo “ti amo” rende felice qualcun altro.

Pensaci bene: se prima ti rendeva felice il suo abbraccio, se oggi non ti fa ne caldo ne freddo (anzi magari ti darebbe anche fastidio riceverlo), cos’è cambiato?

Questa persona “si è rotta” e non è più capace di rendere felice qualcuno?
Ad essere cambiata è lei?

O tu?
Inverti i ruoli.

Tu magari oggi sai che qualcuno si sentirebbe felice se l’amassi.
Se lo chiedessimo a questa persona, direbbe che tu la rendi felice.

E se lo chiedessimo a un tuo ex a cui non importa più nulla di te?

Dovrei credere che tu non puoi più rendere felice qualcuno, visto che il tuo ex non sarebbe felice del tuo abbraccio e dei tuoi “ti amo”?

L’emozione non dipende dall’altro, ma solo da te.
Sei tu che crei felicità o sofferenza dentro di te.

Non è l’amore degli altri a farti stare bene, ma se tu DESIDERI quell’amore e se loro ti dimostrano questo amore come PIACE A TE.

Infatti che accade se chi ti ama e desideri non si comporta come vorresti?
Non ti da le attenzioni che desideri?

Sta bene o stai male?

Tutto dipende da come tu vivi quello che accade.
Ed ecco che se l’emozione che provi è il motivo di ogni dubbio sentimentale, capire le tue emozioni è l’unica soluzione.

Un giorno una ragazza mi chiese come riconoscere la persona giusta.

Io ho capito questo.
Se vai in giro cercandola, non al troverai mai.

O magari ne troverai tante, troppe, al punto da avere un sacco di dubbi su chi sia quella veramente giusta.

Io le dissi che prima doveva diventare felice.

Non siamo incompleti, possiamo e dobbiamo stare bene da soli, perché questo è l’unico modo per stare bene con gli altri.

Amare se stessi apre le porte all’amore vero per gli altri.

Allora se io sono felice e vivo con amore ed entusiasmo la mia vita, se non guardo a ogni persona come “un oggetto” con cui soddisfare i miei bisogni, non mi manca nulla.

Ogni persona che incontro non la giudico in base al fatto che possa rendermi felice o no. La conosco, la scopro, la tratto con amore.

E quando un giorno, scoprendo l’altro, mi sveglierò pensando: “Cavolo, ma sai che questa persona sarebbe proprio perfetta accanto a me, e io accanto a lei?“, avrò capito.

Non sarà perché ne ho bisogno.
Non sarà perché deve rendermi felice.

Sarà perché sono già felice e la mia vita è già meravigliosa.

E conoscendo quella persona senza “secondi fini”, ho scoperto chi è e chi sta diventando e penso, sinceramente, che insieme sarebbe molto divertente proseguire il nostro viaggio.

Non sarei meno felice senza.

Sarei UGUALMENTE felice.

E chiaramente sarebbe molto diverso, perché insieme costruiremmo una vita differente.

Ecco, io penso che ogni indecisione sentimentale si nutre della nostra paura di non riuscire ad essere felici.

Se tu diventi felice, il resto verrà da sé e riconoscerai la persona giusta con facilità.

Come puoi ben capire è prima di tutto un percorso di crescita personale tuo, che devi iniziare oggi.

Io consiglio spesso, in questi casi di dubbi, prima di prendere una decisione importante come questa, di darti tempo.

Prenditi qualche mese per NON decidere.

E no, in questi mesi non aspettare “di capire”, ma lavora per diventare, tu, una persona davvero felice.

Quando lo sarai, ogni dubbio crollerà.




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti