Innamorarsi di se stessi: cosa vuol dire e come riuscirci davvero

Cosa vuol dire innamorarsi di se stessi e come riuscirci davvero?

Rispondere a questa domanda è troppo importante per poter imparare ad essere felici con se stessi e così con gli altri.

Finiamo spesso per cercare l’amore degli altri invece che essere noi la prima persona ad amarci.

E così ci innamoriamo di chi pensiamo ci darà quell’amore e quella felicità che desideriamo, oppure assecondiamo gli altri per essere amati e ottenere da loro ciò che ci manca.

Amore e felicità. Né più né meno che questo.

Lo stai dove sta il problema? Con questo non amiamo mai davvero nessuno.

Non solo, ma quello che otteniamo dagli altri il più delle volte non sarà nemmeno amore vero.

Se non siamo innamorati di un amore profondo per noi stessi, chi porteremo nelle nostre relazioni potrà essere molto lontano da chi siamo veramente.

Saremo invece ciò che gli altri vogliono nella speranza di ottenere il loro amore e trasformando ogni relazione in un baratto che con l’amore vero ha ben poco a che vedere.

E così, innamorarsi di se stessi vuol dire imparare ad amarsi, ma significa anche poter stare bene con gli altri.

Ora se sai cosa significa amare, potresti dirmi che innamorarsi ed amare non sono proprio la stessa cosa.

Vero, ma quando parliamo di innamorarsi di se stessi i concetti arrivano a sovrapporsi.

Per capire meglio voglio spiegarti cosa vuol dire innamorarsi di se stessi.

 

Cosa vuol dire innamorarsi di se stessi

innamorarsi di se stessi

Ho scritto un articolo in cui ti spiego cosa significa innamorarsi e leggendolo potresti dirmi che innamorarsi di se stessi è tutt’altro che volersi bene, visto che l’innamoramento, di fatto, non è altro che una dipendenza.

E una dipendenza non è mai una cosa buona.

Eppure ogni dipendenza è negativa non perché sbagliata di per sé, ma perché porta sempre alla paura.
Di perdere o non avere ciò da cui si dipende. Con tutte le conseguenze del caso.

Ma, pensaci, se ti innamori di te potrai mai perdere ciò di cui dipendi?

Innamorarsi di sé vuol dire dipendere da se stessi e come potresti perdere ciò che è inseparabile da te?

Nel bene e nel male tu con te ci sarai sempre, c’è poco da fare.

Poi è vero, quando ti innamori non vedi altro che il tuo innamorato, faresti di tutto per quella persona dimenticandoti di tutto il resto.

E così innamorarsi di se stessi potrebbe voler dire diventare egoisti e non saper amare.

Eppure, se ci penso, il momento in cui mi sento profondamente innamorata di me stessa è quando amo davvero, quando mi piaccio per ciò che faccio e come agisco, quando sento di aver fatto qualcosa di buono.

Mi amo quando mi dono.

Sto profondamente bene e non potrei sentirmi più felice di così 😀

E sembra che io non sia l’unica a pensarla in questo modo.

Questa è una frase che ho trovato leggendo Fromm, uno psicologo psicoanalista che ha dedicato all’amore moltissimi dei suoi studi:

“Amore è soprattutto dare e non ricevere. Dare è la più alta espressione di potenza e di vita. Nello stesso atto di dare io provo la mia forza, la mia ricchezza, il mio potere, e questa sensazione di vitalità mi riempie di gioia”

A proposito di questo, ti propongo il nostro test sull’amore. Ti aiuterà a capire se sai amare davvero, soprattutto chi dici di amare 🙂

 

Se penso invece a quando faccio qualcosa di negativo, commetto errori o col mio comportamento danneggio gli altri, non sto bene affatto e non mi piaccio.

Si può arrivare ad odiare se stessi quando non ci si piace per ciò che si è o si fa.

Altro che innamorarsi di sé!

E così quando capisci che la cosa più bella e preziosa che potresti fare per te non è altro che amare, allora va da sé che fare di tutto per te vuol dire amare tutto e tutti quanto te.

Riesci a vederlo? Bisogna amare se stessi per amare gli altri! 😀

Ecco perché innamorarti di te di un amore profondo è la cosa migliore che tu possa fare per tutti 🙂

 

Come innamorarsi di se stessi e piacersi da morire

cosa vuol dire innamorarsi di se stessi

Per capire come innamorarsi in modo sano di se stessi, perché sia amore vero per se stessi e non un’illusione che porta altrove, devi capire una cosa importante.

Innamorarsi di sé stessi non vuol dire vantarsi o compiacersi, significa invece riconoscere in te la persona più importante perché mezzo per poter arrivare a tutti gli altri.

Chi si innamora davvero di sé, sente un impulso quasi irrefrenabile nel dirsi “amo me stesso, o me stessa”.

È proprio quello che mi succede quando mi sento profondamente innamorata di me e mi piaccio da morire.

Un impulso mosso da profonda gioia e gratitudine per ciò che sono e che vuole celebrare tutto il valore che mi riconosco.

E se mi osservo, come già ti dicevo, questo succede:

  • quando faccio qualcosa di buono e positivo
  • quando riconosco tutto il buono di me

E di certo questo sono due spunti preziosi per iniziare ad amare se stessi, ma sono momenti.

Troppo poco per innamorarmi ed amare me stessa, ci vuole qualcosa di più.

Per capire come innamorarti te devi partire da ciò che fai quando ti innamori di qualcuno.

Ecco qualche spunto prezioso per cominciare 🙂

 

1. Conosciti e scopri il bello che c’è in te

Nel tempo ci si potrebbe allontanare da se stessi fino a perdersi e dimenticarsi di sé, di chi si è veramente.

Ecco perché è importante ripartire da se stessi per tornare a conoscersi e capire se stessi.

Conoscersi è indispensabile per innamorarsi di sé perché, pensaci, di chi ti innamori?

Ti innamoreresti mai di una persona che non ti piace? Non credo proprio.

E come fai a sapere se ti piaci oppure no senza conoscerti davvero, impossibile non trovi?

Ecco perché per potersi innamorare di sé è essenziale iniziare a pensare a se stessi per dedicarsi il tempo di conoscersi davvero.

E lo sai qual è il bello?

Quando ti conosci davvero ti piaci per forza 😀

E sì, perché inizi a scoprire tutto ciò che ti piace di te, ma anche tutto quello che non ti piace che però puoi cambiare.

È tuo e hai tutto il potere di farlo, dipende solo da te 🙂

 

2. Dai valore a tutto il buono che hai

Quando inizi a conoscerti ed osservarti, cominci a cogliere tutto il buono che hai.

Vedi i tuoi pregi, le tue qualità e capacità. Vedi anche le cose buone che fai.

E questo è di certo prezioso, ma vederle non basta.
Ti innamori di ciò che ti piace, ma ti deve piacere sempre.

Queste cose devi viverle, usarle, portarle fuori per poterle apprezzare e valorizzare in ogni istante che vivi con te.

Il buono che hai deve diventare ciò che sei.

Limitarsi a un momento sarà solo un compiacersi che alimenta vanità.

E innamorarsi di se stessi, l’abbiamo detto, non può essere questo.

 

3. Diventa la persona che desideri

Quando comprendi cosa vuol dire innamorarsi, capisci che ti innamori di chi sai potrebbe darti ciò che desideri davvero.

Anche se molto probabilmente lo farai senza rendertene conto, anche se lo farai pensando che sia amore.

E così come potresti innamorarti di te se non diventando la persona che ti da ciò che desideri davvero?

Lo vedi cosa significa questo?

Per innamorarti di te devi diventare ogni giorno di più la persona che desideri.

Questo vuol dire anche capire come stare bene con se stessi, perché in questo modo diventi la persona che vorresti sempre al tuo fianco.

Allora fallo da ora, pensa a come dovrebbe avere la persona che vorresti accanto in ogni istante.

Pensa a come vorresti che si comportasse nei problemi e nelle difficoltà, con gli altri e con te.

Pensa all’atteggiamento che vorresti avesse nei confronti della vita.

Immagina diversi contesti e situazioni e definisci esattamente quella persona.

Come si dovrebbe comportare e che atteggiamento dovrebbe avere.

Scrivilo magari, ti servirà per rafforzare ciò che vedi ed averlo sempre davanti ai tuoi occhi.

Quindi impegnati a diventarlo ogni giorno.

 

4. Prenditi cura di te

Altra riflessione sull’innamoramento. Innamorarsi vuol dire sentire “tua” la persona amata.

È questo che succede, tant’è che l’innamoramento si scioglie nel possesso.

E innamorarmi di me stessa vuol dire sentirmi “mia”.

Me quand’è che una cosa la sento mia?

Ci penso e mi viene in mente che ciò che sento appartenermi di più sono le cose di cui mi prendo cura.

Ecco quindi che per innamorarsi di se stessi bisogna prendersi cura di sé.

Allora prima di tutto ti propongo questo test per capire se ti stai prendendo cura di te in modo sano e scoprire come riuscirci al meglio.

 

E adesso non ti resta che agire.

  • Comincia ad ascoltare i tuoi bisogni e prendertene cura.
  • Dai importanza, spazio e valore a ciò che fai per te.
  • Prenditi i tuoi spazi e tempi anche se questo vorrà dire imparare a dire di no.
  • Vivi la vita al tuo ritmo, hai bisogno di calma per viverla pienamente e poterti vivere davvero.
  • Fai il meglio per valorizzare ciò che sei portandolo alla luce rendendolo migliore ogni giorno.

 Amati, perché sei la cosa più importante che hai 🙂

 

5. Impara a rispettarti ed essere chi sei

Dicevamo che quando ti innamori senti “tua” la persona amata e ti senti una cosa sola con lei.

Uno completa l’altro e così ti senti “uno” con lei.

Per questo se vuoi innamorarti di te devi anche essere “uno” con te.

Ciò vuol dire essere fuori quello che sei dentro, integrità e coerenza con chi sei.

E questo è anche rispetto di se stessi.

E sì, perché quando capisci cosa vuol dire rispetto, ti accorgi che rispettare se stessi vuol dire vedersi per ciò che si è davvero per potersi concedere la libertà di esserlo senza volerlo cambiare.

Se invece cercherai di essere chi non sei, ogni cambiamento non avrà mai vero effetto su di te, ma solo su come appari.

E così finirai per essere tu senza non essere tu.

Altro che “uno”! Come fai essere “uno” se non sei ciò che appari?

E così per innamorarsi di se stessi è necessario vedersi per ciò che si è davvero, accettare se stessi e rispettarsi per come si è senza volersi cambiare.

Essere dentro ciò che si è fuori.

Per innamorarsi di sé insomma, bisogna imparare ad essere se stessi.

Questo vuol dire che:

  • fai quello che dici
  • quello che dici è ciò che pensi
  • fai sempre quello che ritieni giusto anche quando gli altri non saranno d’accordo con te
  • dici di sì quando è sì e di no quando è no
  • inizi a fare quello che faresti sempre, anche quando gli altri potrebbero giudicarti o ridere di te

Sono solo alcuni esempi, ma credo che ci siamo capiti 😉

 

6. Impara ad amare, semplice, ma difficile

Imparare ad amare, l’ultima preziosissima cosa che devi fare per innamorarti veramente di te.

E non ti sto dicendo di imparare come amare se stessi, ma come amare gli altri (o gli animali, le cose).

Perché amare vuol dire voler il bene dell’altro o di ciò che ami.

E quando agisci con amore fai qualcosa di buono, e questo ti rende una persona utile, una persona che ha un senso.

Non ti innamori forse della persona che pensi potrebbe renderti felice?

Già, e proprio per questo solo se pensi di avere un senso, un motivo per esistere, se la tua stessa vita acquista un senso ai tuoi occhi, allora puoi essere felice e condividere la tua felicità.

E se ti innamori di chi pensi possa renderti felice…

Beh, quale persona potrebbe farlo davvero se non tu condividendo la tua felicità proprio con te? 😀

E così il cerchio si chiude. E capisci perché imparare ad amare vuol dire anche imparare ad amarsi 🙂

 

Ci siamo, dopo tutto quello che ti ho mostrato in questo articolo avrai capito che tutte le persone dovrebbero imparare a innamorarsi ed amare se stesse per poter amare gli altri.

E amare gli altri sarà solo un modo per riuscirci.

Ma ti immagini che meraviglia di mondo sarebbe se tutti fossero innamorati di sé? 😀

Eppure amare non è qualcosa di semplice e spesso, invece, è molto impegnativo.

Come avrai notato però, questa pagina è ricca di link: portano ad altre risorse gratuite con cui fare proprio questo percorso.

Leggile tutte, con calma.

Se li userai per diventare felice, questi mesi saranno i più importanti della tua vita.




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti