La vita è un dono e hai il diritto di sprecarla

La vita è un dono?
O è un diritto? O un dovere?

Un pomeriggio sono andato a fare un giro in un paese vicino casa mia.
Seduto su una panchina ho incontrato un uomo che aveva una cagnolina.

Abbiamo scambiato qualche parola, poi lui si è allontanato e un’ora dopo ci siamo ritrovata vicino a una fontana: io volevo rinfrescarmi, lui era seduto proprio lì.

Così, tra un sorso e l’altro, ho fatto di nuovo due chiacchiere, osservato meglio la cagnolina e così mi sono accorto che aveva un solo occhio.

Il signore mi ha spiegato che quando era ancora piccola un altro cane le aveva schiacciato l’occhio con una zampa e fortunatamente la cicatrizzazione della ferita non aveva creato altri problemi.

Sai com’era la cagnolina?
Allegra, saltellava a destra e sinistra, quando ha ritrovato la sua padrona (la moglie dell’uomo), le è corsa incontro scodinzolando felice, e quando ha incontrato un cane si è messa a giocare con lui.

Pensandoci mi sono tornate in mente le formiche a cui ho distrutto la casa (ne parlo in questa newsletter). Stavo zappando un pezzo di terra nel mio orto e mi sono accorto che proprio lì sotto avevano la loro tana.

Mesi, molto probabilmente, di lavoro distrutti dalla mia zappa, e sai come hanno reagito?
Si sono subito rimesse all’opera, creato un nuovo buco nel terreno, una nuova tana e ricominciato il lavoro.

Noi dovremmo prendere esempio, in questo, dagli animali.
Loro non si fermano a piangersi addosso per i propri problemi.
Ne prendono atto e ripartono come se niente fosse.

 

La vita è un dono o un diritto?

La vita è un dono

Avere due occhi non è un diritto, è un dono.
Avere una casa non è un diritto, è un dono.
Essere vivi non è un diritto, è un dono.
Il più importante di tutti, ovviamente.

Noi viviamo invece la vita come se tutto ci fosse dovuto, e appena le situazioni ci portano a perdere alcune cose, vivendole come un diritto, ci sentiamo danneggiati.

Sentiamo che sia ingiusto che ci venga tolto qualcosa, come se fosse un nostro diritto averlo.
Ma con questo approccio non comprendi che la vita è un dono.

Se comincio a vedere tutto come un dono, mi rendo conto che non ho il diritto di pretendere nulla.
Qualsiasi cosa ho, avrò oppure ho avuto, è sempre un dono.

Non dovremmo confondere le conquiste sociali con la vita.
Poter votare a pubbliche elezioni è un diritto.
Ricevere un processo equo se sono accusato di qualcosa è un diritto.

Avere un figlio, è un dono.
Avere un partner o una famiglia, è un dono.

Ricevere assistenza in ospedale è un diritto.
Avere una buona salute è un dono.

E tutte le cose che cerchiamo per essere felici non sono mai un diritto.
La felicità non è un diritto, è anch’essa un dono.

E la cosa più entusiasmante che ho scoperto sulla felicità, è che questo dono puoi fartelo solamente tu, non c’è nessuno che possa donarti la felicità a parte te.

Se cambio prospettiva smetto di pretendere cose che sono doni, come se fossero miei diritti.
Alla cagnolina che ho conosciuto non passa per la testa che avere due occhi sia un suo diritto e che poiché quel cane le ha fatto perdere un occhio, la vita sia ingiusta.

Con quello che ha, così com’è, vive la vita al massimo delle sue possibilità.
Per lei, che è un cane, la cosa viene molto istintiva.
Per noi, che abbiamo una mente raffinata, viene molto difficile.

E non perché pretendere certe cose sia naturale.
Ma solo perché siamo educati alla pretesa di presunti diritti, e non alla gratitudine di immensi doni.

Se da oggi inizierai a vedere come “dono” tutto quello che hai, smetterai di attaccarti alle cose, che essendo un dono non ti appartengono.

Godi dei doni che hai avuto, e quel che perdi lascialo andare.
Invece di concentrarti su quello che hai perso, fai come la cagnolina: vivi con entusiasmo e gioia ogni istante, con la gratitudine per quello che hai.

Se guardi bene, e se leggi questa email, scoprirai che il dono più grande e importante, la tua vita, l’unico che ti permette di fare qualsiasi cosa, è ancora a tua disposizione.

Invece di sprecarla protestando per i tuoi presunti diritti, vivila con amore.
Scoprirai che la vita è un dono, e hai il diritto di sprecarla, se lo vuoi.

 

Un abbraccio
Giacomo Papasidero
Il Tuo Mental Coach

Vuoi diventare più forte di qualunque problema?

Mettere in pratica quello che scrivo non è facile. Ma è possibile.
Come Mental Coach posso allenarti in questo.
Non un semplice miglioramento della tua vita, ma diventare tu, per sempre, una persona capace di affrontare qualsiasi problema senza che nulla possa abbatterti o fermarti.

Ti bastano 20 minuti di allenamento al giorno e il programma giusto...

Scopri il programma ⇒

Informazioni sull'autore

Giacomo Papasidero

Mental Coach dal 2010, mi occupo di felicità ed emozioni da oltre 10 anni. Il mio obiettivo è insegnare che ognuno di noi può diventare più forte di qualsiasi problema. Questo per me significa diventare felici. Anche se ho tenuto un seminario all'Università di Parma e sono stato ospite a SKyTg24, la cosa di cui vado più fiero è la Scuola di Indipendenza Emotiva che ho avviato nel 2018, perché è un percorso chiaro, graduale e concreto che sta rivoluzionando la vita di tante persone.

41
Lascia un commento

avatar
22 Commenti con discussione
19 Risposte nelle discussioni
1 Seguono questa pagina
 
Commenti più recenti
Discussioni più vive
24 Partecipanti alla discussione
Eleonoraanna rita ghidoneMarianaMaria ChineDeborah Cavalieri Ultimi che hanno commentato
  Ricevi aggiornamenti  
Notificami
Eleonora
Ospite
Eleonora

Ciao Giacomo, ho perso mio padre 4 mesi fa’ per un adenocarcinoma polmonare 4 stadio scoperto a due mesi dalla sua morte.Mio padre… Un uomo che ha snobbato la moglie e 3 figli… Con il suo solo egoismo… Ed io seconda genita per amore incondizionato l ho ospitato a casa mia per gli ultimi mesi di vita.
In questi due mesi ho potuto parlare con lui… ricordare le cose divertenti successe quando lui stava con noi e le cose dolorose che ha creato con la sua assenza. ..
Ora a distanza di soli 4 mesi ho un vuoto enorme la rabbia il rancore non ci sono più nel mio cuore … ma solo consapevolezza di fare del bene!Ma un macigno rimane tutti i santi giorni da quel 18 giugno … HO PAURA DI MORIRE! Cosa che prima non avevo !ho sempre il pensiero che possa succedere di nuovo !

anna rita ghidone
Ospite
anna rita ghidone

E SI LA VITA è UN DONO………..E UN TRADIMENTO CON UNA PROSTITUTA DOPO 50 ANNI DI MATRIMONIO E UN DONO ??????COME SUPERARE E PERDONARE ???

Mariana
Ospite
Mariana

Ciao Giacomo grazie infinite per le cose che dici ti o appena conosciuto sento come se fossi una voce ce parla alla mia mente stanca è addormentata ..mi sento la ragazza scivolata nell pozzo dell racconto che o letto …. in questo momento per me hai acceso una luce sulle mie paure il peggior nemico delle mie giornate , paura di perdere paura di ricominciare paura di non farcela paura di non essere più all alteza paura di lasciare le cose come sono tanto crollano losteso dallo stesso punto paura di essere felice in modo diverso da come mi ero ingannata!? ….capisco perfettamente cosa intendi volare ….una volta ero come le formiche dell racconto che hai fatto e o letto
2 volte …ora però la paura e diventata padrona delle mie scelte è questo e solo perché in famiglia con figli e difficile fare come le formiche magari rifarsi una casa un puo più in là….a me mi tocca ogni giorno fare come le formiche la dove e stato distrutto nello stesso luogo nello stesso punto dallo stesso punto ricostruire ….io avrei preferito volare e ricostruire in alte parti così come ero allenata … però o 2 picli angeli che non sano ancora volare per ora gli insegno come dici nell racconto dell ragazzo atleta ” e dificile fallire quando non ti abati e non ti fermi mai “E VERO scusami se non ricordo bene la frase ma io parlo anche per esperienze personali e vero tutto quello che dici non è difficile capirti…è difficile dificile accettare ,di guardare nella direzione giusta … o creato come i bambini castelli di sabbia sulla riva dell mare …per ora posso solo continuare construire castelli di sabbia ….l’importante e il mio desiderio costante che mi fa sperare che un giorno potrò costruire in un posto migliore mi alleno alla pazienza e il giorno che mi dira andiamo! Brava! Ora puoi sperimentare qualcosa che non sapevi che esiste perche eri sempre impaziente 😭…o 48 anni e sono15 anni che spero e aspetto il giorno ( nella mia mente)😜un abbraccio grande ti ringrazio tantisimo ti prego di scusarmi se o scritto tanto buona giornata!

Maria Chine
Ospite
Maria Chine

Ciao Giacomo ogni volta leggere i tuoi messaggi e un vero piacere e un aiuto ma a volte le situazioni in cui ti trovi ti lasciano senza forza di reagire e vorrei scomparire, un abbraccio e grazie

ROBERTA FORMENTI
Ospite
ROBERTA FORMENTI

Gran benefica Lezione

Orlando Rosa
Ospite
Orlando Rosa

Sempre molto bello leggere le tue imail

Chiara
Classe agosto 2019
Chiara

Ciao Giacomo, oggi la tua news letter mi ha fatto riflettere….se la avessi letta mesi fa, prima di intraprendere il percorso nella scuola, non mi avrebbe fatto l effetto che mi fa ora. Iniziare questo percorso mi ha davvero aperto gli occhi e fatto vedere il mondo, la vita, sotto un altra prospettiva. Le tue mail adesso hanno un significato più profondo, riesco davvero a capire quello che vuoi trasmettere, anche se ancora non riesco ad applicarlo. Grazie mille per aver condiviso le tue esperienze, sono davvero un’ancora di salvezza 😘

mariafrancesc@
Classe agosto 2019
mariafrancesc@

Avevo bisogno di rileggere questa newsletter…e questa mattina è arrivata. Molto bella e profonda nella sua semplicità. Dono, gratitudine, umiltà sono parole che vorrei illuminassero i miei giorni sempre, quando le vedo vivere negli altri, colgo sempre delle esperienze meravigliose. Grazie 🙂

PATRIZIA
Ospite
PATRIZIA

Hai pienamente ragione Giacomo, dovrei imparare a godere delle cose che mi circondano senza inseguire quelle che ho perso. Ti ringrazio per quello che trasmetti, devo lavorarci molto…..

Anna maria
Ospite
Anna maria

Quello che riceviamo da te è un dono ❤️ grazie

Send this to a friend