Libertà di scelta: davvero sei tu a decidere della tua vita?

Abbiamo libertà di scelta?

Quando ero ragazzo, il primo anno delle scuole superiori, avevo dei jeans che mi arrivavano poco sopra le scarpe, lasciando leggermente scoperte le caviglie.

Ricordo che mia mamma mi diceva che erano corti e che dovevo comprarne di nuovi.
Ma io ero deciso a fare di testa mia, e le risposi che a me piacevano così.

Quasi tutti crediamo che usare la nostra testa significhi saper dire di no agli altri.
Saper fare le cose anche contro l’opposizione di chi vorrebbe che agissimo diversamente.

Nei primi giorni di scuola, un mio compagno mi fece notare che i miei pantaloni erano corti.
Così parlai con mia mamma e ne comprammo di nuovi, più lunghi!

Dire di no non significa affatto essere liberi.

Io potevo sembrare un ragazzino deciso che non si lasciava condizionare dai suoi genitori.
Forse. Ma mi lasciavo condizionare dai miei amici o dai miei compagni di scuola.

Trovare un adolescente che dice “no” ai propri genitori è facile.

Ma questo non significa che sia una persona libera e indipendente.
In realtà quasi tutti gli adolescenti dicono “no” ai genitori e cedono troppi “sì” agli amici.

Avere libertà di scegliere non significa saper dire di no agli altri, ma saper dire di sì a se stessi.

Significa che le mie scelte le porto avanti non per oppormi a qualcuno, ma perché ci credo
e sono convinto che siano giuste
, perché ho riflettuto e fatto una scelta consapevole.

L’anticonformismo non è segno di libertà come ci vogliono far credere.

Il conformista è schiavo di un modello.
Il non conformista è schiavo di un modello differente.

Entrambi, in realtà, basano le proprie scelte sul dire “no” a qualcos’altro.
Sul rifiutare qualcosa andando nella direzione opposta.

Ma la libertà non è fuggire o rifiutare, ma scegliere.

In questo video, tratto dalla nostra Masterclass di Indipendenza Emotiva, ti spiego la vera natura della libertà.

Siamo liberi non se sappiamo dire semplicemente di no, ma quando siamo responsabili forti abbastanza per dire sì a noi stessi, ai nostri ideali, ai valori che abbiamo scelto, a ciò in cui crediamo.

Perché dire di sì a se stessi significa accettarsi e avere il coraggio di esprimere chi
siamo
 ovunque, con chi ci apprezza, con chi ci rifiuta o disapprova.

 

Libertà di scegliere: sei tu che decidi oppure no?

libertà di scegliere - Uomo di spalle in cima a un monte

C’è un passaggio che farà tutta la differenza del mondo nella tua vita: passare dal “devo” al voglio”.

Un paio di giorni fa stavo facendo un incontro con un ragazzo e gli ho suggerito un
piccolo cambiamento che può rivoluzionarti la vita se lo applichi come sta facendo lui.

Si tratta di una piccola trasformazione, appena 6 lettere.
Cambia ogni “devo”, con “voglio“.
Tutto qui.

Questo accrescerà tantissimo la tua libertà di scelta.

Voglio, sono solo 6 lettere e faranno una differenza enorme.
In realtà ti aiuterà a capire una cosa semplice: non esistono “devo”.

  • Devi andare a trovare tua madre? No.
  • Devi portare fuori il cane per fare una passeggiata? No.
  • Devi fare un regalo a Natale? No.
  • Devi arrivare puntuale a lavoro? No.
  • Devi prendere le medicine per una malattia? No.

Togliti dalla testa questa illusionenon devi fare un bel niente.
Tu scegli, vuoi farlo perché non vuoi sopportare le conseguenze.

Se non chiami tua madre lei si arrabbia.
Non vuoi che si arrabbi.

Se non fai quel regalo, quella persona sarà delusa.
Non vuoi deluderla.

Se non prendi quelle medicine starai male.
Non vuoi stare male.

Se arrivi in ritardo al lavoro prendi dei richiami, magari ti licenziano.
Non vuoi perdere il lavoro.

Non esiste al mondo una sola cosa che tu debba fare per forza.

Mai, sei sempre tu a decidere se preferisci questo o quello.
Ma siccome spesso non ci piacciono le conseguenze, allora ci vediamo costretti.

E così la più grande forma di libertà è sempre l’indipendenza emotiva.
Perché alla base di ogni “devo” c’è una cosa sola: sofferenza.

Se tua mamma ci resta male, se le persone care sono deluse, se una malattia ti fa male,
se perdi il lavoro, sono tutte situazioni che ti faranno soffrire.

E a te non piace stare male 🙂

 

Dove finisce la tua libertà di scelta (e dove inizia)

libertà di scelta - Immagine di una donna con anili d'angelo sulle spalle, davanti al mare

Così in realtà il segreto nella vita è imparare a stare bene sempre, che le persone ti trattino bene, o ti trattino male, che tu abbia salute o problemi fisici, che tutto vada come preferisci, o che ci siano problemi e difficoltà.

La cosa più importante che tu possa fare è renderti conto che non “devi”, ma “vuoi“.
Preferisci qualcosa, a qualcos’altro.

E finché tu dici, e pensi, che “devi”, ti senti sotto costrizione e ci stai male.
Quando inizi a dire “voglio“, allora ti rendi conto che stai scegliendo.

Questo ti porta a capire che tu hai totale libertà di scegliere in ogni situazione, ma per farlo davvero devi anche assumerti la responsabilità della tua vita.

Se lo fai, scoprirai di essere totalmente libero, o libera.

E a proposito di responsabilità: di cosa sei davvero responsabile?
Te lo leggo in questo video.

Il libro da cui ho tratto questa “colazione positiva” puoi leggerlo integralmente ordinandolo da questa pagina.




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti