Mi dà fastidio: cosa fare quando qualcosa ti infastidisce

Mi dà fastidio!
Cosa fare quando qualcosa ti infastidisce?

Guarda dentro.

Dentro di te.
Partiamo da un presupposto: ogni fastidio è una condizione interiore.

Di solito pensiamo che siano cose, atteggiamenti, comportamenti, situazioni a darci fastidio.

In realtà questo non è mai vero.
Il fastidio è dentro di noi, non nelle cose che non ci piacciono.

 

Mi dà fastidio: perché e come accade

mi da fastidio - Ragazza bionda con un'espressione contrariata e infastidita

Ogni emozione, stato d’animo, sensazione, dipende sempre da una “reazione valutativa”.

In sostanza accade qualcosa e io giudico quello che accade come negativo.
Il motivo?

Semplice, penso che sia qualcosa di sbagliato e lo percepisco, in qualche misura, come una minaccia per me e il mio benessere.

No, non ti sto dicendo di pensare che il problema sia dentro di te.
Ti sto solo spiegando che il fastidio, ogni fastidio, è creato nella nostra mente.

Si chiama indipendenza emotiva, ed è la legge psicologica principale.

In sostanza quel che provi, fosse anche un piccolo fastidio, dipende da regole e pensieri che usi per giudicare quello che accade.

Se vuoi capire bene la natura umana puoi guardare questa lezione gratuita.

 

Precisiamo alcune cose importanti sul nostro fastidio

Può darsi che tu provi fastidio per qualcosa di OGGETTIVAMENTE negativo.
Bene, il fastidio però dipende sempre da te.

E questo non significa che quella cosa non sia sbagliata.

Quel che puoi fare è affrontare e cambiare ciò che trovi sbagliato senza partire da una condizione emotiva negativa.

Quando agiamo spinti da rabbia, fastidio, delusione, tristezza, disperazione, agiamo sempre in modo negativo.

Quando provo fastidio, mi fermo e cerco di capire perché sto reagendo così.
Potrei restare calmo e sereno.

E affrontare la situazione che non mi piace con calma e serenità.
Sarebbe meglio per me (sarei bene) e per tutti (farei meglio)

Per capire meglio come sia possibile arrivare a tanto, sfrutta il nostro test gratuito: ti aiuterà rapidamente a comprendere la natura delle tue emozioni.

Altra cosa importante: capire che il fastidio lo crei tu non significa che sia “finto” o “falso”.
Significa solo capire che è un processo interiore e non indotto dall’esterno.

Lo sottolineo, non sarà mai abbastanza: non c’è emozione che dipende dall’esterno.

Che sia amore, paura, ansia, innamoramento, gioia, benessere o sofferenza.
Quel che provi è unica e totale responsabilità del tuo atteggiamento.

Detta in modo molto semplice e diretto: provi fastidio ogni volta che le tue regole ti dicono che è giusto farlo.

  • Chi ha scelto queste regole?
  • Chi le governa (spesso sono inconsce)?
  • Sono utili?

In questa lezione gratuita ti spiego come sono nate TUTTE le tue regole (e come nasceranno quelle che avrai in futuro).

 

Non ti dà fastidio, ma sei tu che ti infastidisci!

Da oggi fai così: ogni volta che provi fastidio fermati.
Sorridi se hai dato la colpa alla situazione e poi guardati dentro.

Cerca di capire il motivo per cui TU reagisci male a quella situazione.

Ad esempio chiediti: “Come potrei affrontare in modo positivo quello che sta accadendo?

Non conta se è un fatto, un comportamento o delle scelte degli altri.

Non dare più la responsabilità, o la colpa, dei tuoi fastidi all’esterno.

Non è mai così e tu resti nella trappola del bisogno.

 

Approfondimenti

Sono triste
Sentirsi tristi senza motivo
Mi sento triste
Insoddisfazione




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti