Ferite emotive: come nascono e come si guariscono

Tanti parlano di ferite emotive.​​​​​​​

  • Cosa sono?
  • Come nascono?
  • Come si guariscono?

Oggi voglio spiegarti tutto.

Cos’è una ferita emotiva?
Una ferita emotiva è una metafora.

 

Ferite emotive: cosa sono e come liberartene per sempre

ferite emotive - Primo piano di ragazza triste con gli occhi segnati dalle lacrime

Quando stai male per qualcosa che ti accade e ti porti dietro questo malessere, cioè continui a starci male anche dopo che quella situazione è conclusa, si usa la metafora della ferita.

Se mi taglio un dito, come mi è effettivamente accaduto qualche anno fa, la ferita rimane per un po’ dolorosa.

Poi gradualmente il dolore scompare.

Una ferita lascia a volte una cicatrice.
E questa se inizialmente può far male toccandola, col tempo il dolore tende a scomparire.

Per fare un paragone, si usa dire che i dolori emotivi sono come ferite.
Ma il paragone regge fino a un certo punto.

Chiaramente tu forse sai che la sofferenza potrebbe restare per anni, anche tutta la vita, senza neanche affievolirsi un po’.

Ci sono persone che dopo 50 anni continuano a soffrire di eventi accaduti senza che nulla sia cambiato.

Queste persone direbbero che la ferita emotiva è ancora aperta.

Partiamo dal capire una cosa importante: cosa genera queste ferite emotive?

 

Quando una persona si sente ferita?

Non sono gli altri.
Questa è forse la cosa più importante.

Noi siamo stati educati all’idea che le parole degli altri ci possano ferire.
Ad esempio io dico a mia mamma che è una fallita come madre, e questo dovrebbe ferirla.

Bene.
Ma se fosse la parola, lei dovrebbe venire ferita da questa frase anche se stiamo scherzando.

non succede, ovviamente.

Perché se stiamo scherzando lei non prende sul serio quello che dico e non rimane ferita.

Per cui no, non è la parola che ferisce, ma l’intenzione.
Se scherzo non voglio ferirla, e così lei non soffre di quella frase.

A ferirci sono dunque le intenzioni degli altri?

Nemmeno in realtà.

Che succede se io dico a mia mamma che è una fallita come madre, in una lingua che non conosce?

La ferisco?
No.

O se lo dico con altre parole, in modo NON esplicito, in un modo che lei non capisce?
Magari chi ci ascolta capisce cosa intendo, ma mia madre non se ne accorge.

Si sentirà ferita?
Chiaramente no.

A ferirci non sono le parole, le intenzioni, gli atteggiamenti.

A ferirti è il significato che TU dai a parole, intenzioni, scelte, atteggiamenti e ogni cosa che tu vivi.

Chiaramente che vivi come qualcosa di negativo.

Per cui partiamo da questo dato di fatto: a creare una ferita emotiva non è quello che viviamo, ma il significato che noi diamo a ciò che viviamo.

Un vecchio detto orientale dice che quando ci sentiamo feriti è come se qualcuno ci avesse scagliato contro una freccia.
La freccia cade a mezzo metro da te.

Lì, davanti ai tuoi piedi.
Non ti ha colpito.

Tu la prendi e la ficchi nel tuo braccio.

Ecco che ora hai creato una ferita.
(e torniamo alla metafora da cui eravamo partiti)

 

Cosa sono in realtà le ferite emotive

Per cui le ferite emotive sono create da noi, dal significato che noi diamo a quello che ci accade.

In psicologia si chiama indipendenza emotiva.

Per comprenderla meglio puoi fare il nostro test gratuito.
In Italia è l’unico che lavora su questo processo scientifico e non si basa su teorie.

Non una teoria psicologica, ma il funzionamento oggettivo delle emozioni umane.

Cosa ti spinge a prendere quella freccia e ferirti?

Le tue regole.

Le regole ti dicono quando devi stare male.
Perché una regola dovrebbe farti stare male?

Perché ti porta a chiuderti.

Ognuno di noi ha regole precise che ci dicono quando dobbiamo avere paura di quello che ci accade.

E così ci chiudiamo.

Ogni ferita emotiva ci porta a una chiusura con cui proteggerci da quello che ci accade.

E così mi ferisco solo se le mie regole mi dicono che sia la risposta più giusta per difendermi dalla minaccia che potrebbe farmi del male.

Funziona?
Dimmelo tu…

Qual è l’effetto di una ferita emotiva?
Ti difendi, o stai male?

Nel tempo ti permette di vivere bene, o ti continua a far soffrire e ti preclude tante occasioni e opportunità?

Le nostre regole ci dicono di chiuderci per proteggerci, ma questo approccio non funziona.

Ci fa stare male, difficilmente ci permette di vivere una vita felice.

E così arriviamo alla cosa più importante che volevo dirti oggi: le ferite emotive NON ESISTONO.

 

Come superare le ferite emotive

Sono una metafora, come dicevo prima.
Ma non c’è nessuna ferita.

Se apriamo la tua mente, anche se qualcuno ti “ha ferito emotivamente”, non troveremo nulla.

Nella mente, a livello emotivo, non esistono ferite.

Non esistono cicatrici.

Le ferite emotive sono una metafora, ma non esistono nella realtà.

A farti stare male, come ti spiegavo prima, è il significato che dai, sono le tue regole.

Quelli che tanti chiamano “ferite” non sono altro che regole.

Stai male non per via di un’immaginaria, inesistente e scientificamente irreale ferita emotiva.

Ma perché tu crei questa sofferenza in base alle tue regole.

Lo ripeto: la crei per proteggerti, anche se questo approccio non funziona.

Non esiste alcuna ferita emotiva, a parte nei libri che fatturano milioni giocando sulla sofferenza della gente.

Anche in buona fede, visto che non tutti capiscono quello che ti sto spiegando.

Tu non soffri MAI  per quello che ti è accaduto, ma per le regole che OGGI ti dicono di chiuderti per proteggerti.

Queste regole, confuse con una ferita emotiva, sono il segnale che porta paura.
Le regole ti dicono quando avere paura.

E la paura è legata alle 6 leve della sofferenza.
Dovrebbe difenderti, ma non è la strada corretta.

La paura è sempre la scelta peggiore di fronte a minacce e problemi.

Pensaci: se ci fosse un’emergenza, i soccorritori dovrebbero intervenire in preda al panico e alla paura?
O dovrebbero essere CALMI E LUCIDI mentre aiutano?

Se vai in ospedale, al pronto soccorso, ti aspetti un dottore in preda al panico?
O medici calmi e concentrati?

Di fronte a problemi, minacce, pericoli, tu non devi rispondere con la paura.

Devi invece mantenere calma, lucidità e fiducia.

Ma se le tue regole ti dicono che devi aver paura, questo porterà sofferenza e confusione.
E starai maleinutilmente.

E se le tue regole sono sempre le stesse, tu continuerai a stare sempre male, inutilmente.

Nessuna ferita emotiva, quindi.
Solo regole cariche di paura che portano sofferenza e ulteriori problemi.

La strada quindi, non esistendo nessuna ferita emotivaè capire.

Niente percorsi lunghi e dolorosi a ricordare il passato: tutta fatica inutile.

Il perché lo spiego in questo video (nessuno dice queste cose purtroppo).

 

Come guarire dalle ferite emotive del passato

Infatti che succede se riporti alla mente il passato?
Che le tue regole scattano di nuovo.

Tu ripensi a quelle situazioni e le tue regole ti ripetono che devi chiuderti e averne paura.

Più hai paura, più soffri.

La paura attiva tutte le leve della sofferenza, è un processo psicologico naturale.

E più stai in quel passato e lo ricordi, più le tue regole ti impongono di creare sofferenza.

Un processo assurdo, dove ti torturi… con le tue stesse regole.

Un po’ come se sai che un film ti fa paura.
E tu che fai?

Lo guardi una, dieci, cento volte.

ogni volta stai male.

E poi lo guardi di nuovo, visto che ti dicono, ingenuamente, “che così si supera!”.

Questo approccio non ha mai funzionato e mai funzionerà.

Perché parte dall’idea illusoria che esistano ferite emotive interiori.

Che NON ESISTONO in realtà.

Quello che serve è capire e tue regole.
Quelle che portano alla sofferenza e che vengono confuse con una ferita.

Chiaramente non devi:

  • Forzare contro le tue regole: sono più forti.
  • Cambiarle razionalmente: non funzionerà.
  • Resistere e tenere duro: alla fine crollerai.

Le regole vanno cambiate secondo natura.

Con lo stesso processo con cui queste nascono.

Altrimenti passi dalle finte ferite emotive, alle inutili tecniche di condizionamento e manipolazione cognitiva che quasi sempre ti propongono e che non sono realmente efficaci.

Perché non seguire la natura umana?
Perché non capire come per natura nasce una regola e usare lo stesso processo naturale?

Qual è lo spiego in questo NUOVO video gratuito tratto dalla nostra Masterclass di Indipendenza Emotiva.

E con lo stesso processo puoi cambiare tutte le tue regole che ti fanno soffrire.

Scoprirai, come è successo a me a moltissimi studenti della nostra Scuola, che le ferite emotive non esistono.

Se cambi le regolesmetti di soffrire.

 

Come ho guarito tutte le mie ferite emotive

Se sono le tue regole a creare sofferenza (perché ti dicono che significato dare a cosa vivi), su di loro devi intervenire.

Io oggi ho “guarito ogni ferita emotiva“.
Come?

Cambiando le mie regole.
​​​​​​​
Posso ricordare gli episodi più dolorosi della mia vita oggi.

Ci sto male?
Neanche un po’.

Perché non ho cercato di affrontarli, ma li ho compresi.

Non è cosa vivi che ti fa stare male.
La sofferenza è nelle tue regole.

Attraverso queste esperienze che viviamo noi poi creiamo le nostre regole.

E così, ignorando come funziona la mente umana, confondiamo le regole con presunte e irreali ferite emotive.

Io posso ricordare tutto se ho regole sane che mi guidano mentre rievoco ogni momento della mia vita.

A questo punto niente può farmi soffrire.
E così ho scoperto che in realtà non esistono ferite emotive.

Esistono regole sbagliate.

Ho conosciuto studenti della Scuola che erano arrivati da noi dopo anni di percorsi e tante ferite ancora dentro.

Chi ha lavorato sulle proprie regole in modo naturale, come spiego nella Masterclass…
Ha ottenuto in pochi mesi quel che tutti quei percorsi precedenti non aveva potuto dare.

Perché?
Perché non esistono ferite emotive, ma regole cariche di paura e portatrici di sofferenza.

Cambiate le regole, tu ti liberi di ogni peso.
E la tua vita diventa totalmente nelle tue mani.

Scusami se è poco.

 

Approfondimenti

Il tempo guarisce le ferite
Le ferite del cuore
Ferite d’amore
Guarire le ferite del passato

Vuoi diventare più forte di qualunque problema?

Mettere in pratica quello che scriviamo non è facile.
Ma è possibile.

Come Mental Coach possiamo allenarti in questo.

Non un semplice miglioramento della tua vita, ma diventare tu, per sempre, una persona capace di affrontare qualsiasi problema senza che nulla possa abbatterti o fermarti.

Iniziamo gratis ⇒




Ricevi aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti