Dare il meglio di sé: puoi fare di più, ma hai fatto tanto

Cosa significa dare il meglio di sé?

Un imprenditore tedesco durante la seconda guerra mondiale salvò circa 1100 ebrei con la scusa di impiegarli per preparare munizioni per l’esercito Nazista (munizioni spesso volutamente difettose).

Un film molto famoso, The Schindler’s List, racconta questo episodio e oggi vorrei farti vedere solo 4 minuti alla fine della pellicola, in cui quest’uomo, dopo aver fatto tanto e rischiato tutto, non è soddisfatto.

Ringrazio Alberto che mi ha scritto per condividere quest’idea, e ha ispirato questa email.

Potevo fare di più, è il senso.
Oscar ha dato il meglio di sé?

Da ragazzo, ai tempi delle scuole superiori, una professoressa sminuì una mia compagna con toni rudi, e io potevo fare di più: non mi alzai, non dissi nulla, non mossi un dito.

Diversi anni fa una mia amica era in cinta dell’uomo che amava, ma non “poteva” tenere quel bambino per via dell’annullamento in corso del matrimonio del suo amante. Potevo fare di più, anche lì non ebbi il coraggio di dirle quel che pensavo, di sostenerla, di starle vicino.

Spesso ricevo email in cui vengo ringraziato anche solo per le parole che condivido e so bene che possa fare molto con ogni idea, frase, concetto che scrivo e con cui cerco di ispirarti e farti riflettere.

Posso fare di più, ma ho imparato a non piangere per quello che non ho saputo fare.
Osservo, miglioro, cerco di capire i miei errori e crescere grazie a loro.

Forse anche tu hai fatto spesso tanto.
Forse anche tu  volte hai pensato di aver fatto troppo per chi non lo meritava, o troppo poco rispetto a quello che in una situazione sentivi necessario.

Va bene così.
Potremo sempre fare di più, ne sono certo.
Ci sarà sempre qualcosa in più da dire, dare, mostrare, sopportare.

Non importa.
Se è vero che potevi, puoi e potrai fare di più, non dimenticare anche che potevi non fare nulla.

 

Dare il meglio di sé oggi, non ieri

Dare il meglio di sé

Dai, agisci, ama, spendi la tua vita, il tuo tempo, le tue energie per fare “di più”, per fare il massimo, con equilibrio e saggezza, per dare un contributo.

E se domani capirai che oggi potevi fare di più, allora la prossima volta fai di più.
E ogni giorno ringrazia per quel che fai, anche se sembra poco, può essere tutto per qualcuno.

Guardati attorno, apri gli occhi, il cuore, e chiediti: posso fare qualcosa?
Solo porti questa domanda e cercare questa risposta, significa fare di più.

In fondo questo significa dare il meglio di sé: agire e imparare a migliorarsi ogni giorno.
Per te, e per chi avrà la fortuna di incontrarti.

 

Un abbraccio
Giacomo Papasidero
Il Tuo Mental Coach

Giacomo Papasidero
 

Mental Coach dal 2010, mi occupo di felicità ed emozioni da oltre 10 anni. Il mio obiettivo è insegnare che ognuno di noi può diventare più forte di qualsiasi problema. Questo per me significa diventare felici.Anche se ho tenuto un seminario all'Università di Parma e sono stato ospite a SKyTg24, la cosa di cui vado più fiero è la Scuola di Indipendenza Emotiva che ho avviato nel 2018, perché è un percorso chiaro, graduale e concreto che sta rivoluzionando la vita di tante persone.

12
Lascia un commento

avatar
8 Commenti con discussione
4 Risposte nelle discussioni
0 Seguono questa pagina
 
Commenti più recenti
Discussioni più vive
9 Partecipanti alla discussione
Marco SerpiniElisaTizianaFrancesca MussiLuigi Ultimi che hanno commentato
  Ricevi aggiornamenti  
Notificami
Marco Serpini
Ospite
Marco Serpini

Se pensi che non hai fatto abbastanza, che non sei abbastanza e “piangi sul latte versato” non serve a niente. Ti colpevolizzi e vivi nel passato, così non aiuti né te stesso né gli altri. Così come hai detto la cosa migliore da fare è prendere consapevolezza che possiamo fare di più e che ogni cosa che abbiamo fatto ha un valore e può essere utile per qualcuno, e se anche fosse per una sola persona “Chi salva una vita salva il mondo intero”.

Elisa
Ospite
Elisa

Se rimaniamo SINCERI con noi stessi, allora NULLA é MAI Perso…grazie Giacomo per Le tue Newsletter..che leggo ben volentieri..un Caro saluto da Elisa e Famiglia..un abbraccio

Tiziana Macca
Studente
Tiziana Macca

Si condivido appieno. Quello che si fa o non si fa dipende dal momento personale, dalla crescita, dalla consapevolezza di sé. Insomma di chi eravamo in quel momento. Poi nel tempo possono nascere sensi di colpa o sapere, ora, che si poteva fare d più o anche di meno. Ma allora eravamo così e non colpevolizziamoci. Il passato non si cambia (come insegna Giacomo)ma ci può migliorare ed insegnare chi vogliamo diventare.
Giacomo: Grazie per tutte le parole che condividi con noi.
Tiziana

Francesca Mussi
Studente

Caro Giacomo, il tuo è un compito molto difficile e importante e credimi sono veramente felice di averti incontrato nella mia vita. Certo che fai di tutto per riuscirci poi però sta me o noi. Un abbraccio fortissimo Francesca

Luigi
Ospite
Luigi

…dare il meglio di se x migliorarsi, lo condivido pienamente, ciao.

Fatime
Studente
Fatime

Ciao Giacomo,
Complimenti per questa newsletter. A volte è difficile uscire dalla nostra zona di comfort, ma cercare di dare il meglio di noi stessi e davvero l’unica cosa che aiuta a migliorarci.
The Schindler’s list è un film che apprezzo tanto ed è splendida quella scena di essa che c’è sul video.

Serena Sironi
Mental Coach

Devo ammettere che leggendo questo post, mi sono commossa pensando al passato, di cui mi sono sentita in colpa per tutta una vita.
In realtà credo di aver già dato il meglio per quel che potevo fare a quei tempi, ma ancora a volte mi porto l’eco di quel passato che mi dice che, ora che posso fare di più lo voglio fare. E in tutta onestà, sì, a volte credo non basti. Al momento valuto con equilibrio e amore, ma a posteriori mi accorgo che avrei potuto fare meglio.
Vero, mi comprendo e mi perdono per migliorarmi volta per volta.
Penso alle riflessioni sul mio passato senza il quale non esisterebbe il presente e il futuro che vedo ora e che mi offre infinite possibilità di riscatto 🙂

Eleonora T
Studente
Eleonora T

Condivido appieno quel che dici. Ho imparato a non colpevolizzarmi più da alcuni anni quando ho capito che nel momento in cui ho agito ho fatto quello che ero in grado di fare con la consapevolezza di quel momento quindi ho fatto del mio meglio ma continuando a lavorare su me stessa e ad imparare dagli errori ho capito che posso sempre migliorare e far di meglio. Siamo su questa terra per imparare, evolvere. Concludo dicendo che per migliorare è importante, secondo me, una preziosa qualità :l’umiltà.
Grazie per i preziosi insegnamenti che diffondi.