Gelosia: cos’è e come non farle rovinare le tue relazioni

La gelosia è un sintomo d’amore? Esiste una sana gelosia che ci fa amare e una cattiva, che diventa ossessione? Oggi scoprirai cos’è la gelosia e come renderla innocua per le tue relazioni:

  1. Cos’è la gelosia e perché nasce.
  2. Amore e gelosia: qual è la giusta misura?
  3. Come liberarsi dalla gelosia che distrugge.

Sto per spiegarti qualcosa di unico e importantissimo, nessuno ti dirà quello che stai per leggere.

Quindi allaccia le cinture e preparati a un viaggio che cambierà la tua vita.

Per farlo bene, partiamo dal mio test: ti permetterà di capire se la tua (o sua) gelosia è nei limiti accettabili oppure no.

Non è un test come gli altri: risposta dopo risposta ti aiuterà a comprendere anche cosa dovete cambiare, come liberarvi dai problemi legati alla gelosia.

Fallo subito: renderà più chiaro cosa leggerai dopo 😉

 

Cos’è la gelosia, come nasce e perché

Gelosia

La gelosia, bene o male, l’abbiamo provata un po’ tutti, almeno qualche volta nella vita.

Si tratta di un’emozione che nasce quando temiamo di perdere qualcosa di prezioso per noi.

Se ci pensi, infatti, non provi gelosia per tutte le cose che hai o per tutte le persone che fanno parte della tua vita.

E non provi gelosia nemmeno in qualsiasi circostanza.

La provi, invece, in determinati momenti, quando sono coinvolte persone e cose particolarmente care, soprattutto se c’è una condizione fondamentale: il pericolo.

Provi gelosia quando vedi un pericolo che minaccia qualcosa a cui tieni tantissimo, quando hai paura di perderla.

Ripensa alle situazioni in cui di solito scatta la gelosia?

Quali sono le più frequenti?

Se ci rifletti bene, noterai che la provi ogni volta che qualcosa minaccia di portarti via una persona speciale.

Se provi gelosia per il tuo partner, la senti soprattutto quando qualcosa o qualcuno rischia di mettersi tra di voi.

Magari è una persona che fa dei complimenti, oppure amici, o amiche, che secondo te vorrebbero qualcosa di più di un’amicizia.

Magari sei geloso, o gelosa, di colleghi di lavoro che ci provano, ma anche di parenti che potrebbero sottrarvi tempo insieme.

Osservati con attenzione e noterai che la gelosia non la provi sempre e continuamente, ma solo in determinati momenti e situazioni.

La gelosia nasce ogni volta che pensi ci sia un pericolo, che qualcosa possa portarti via la persona che ami. O pensi di amare (leggi la differenza tra innamoramento e amore).

Però è anche vero che non siamo gelosi di tutte le persone che riteniamo importanti o care, ma solo di alcune.

La gelosia, infatti, scatta solo se la paura di perderle riguarda persone di cui abbiamo bisogno per essere felici.

Giusto per chiarirci: tu vuoi essere felice tanto quanto lo voglio io e chiunque altro.

Quando parlo di felicità, intendo benessere, emozioni positive.

Tu preferisci forse stare male?

Provare rabbia, ansia, delusione o tristezza?

Io non penso proprio!

Tu vuoi essere felice, proprio come chiunque altro.

E sai bene che alcune persone speciali, a te molto care, sono fondamentali per farti stare bene, hanno la capacità di renderti felice.

La gelosia nasce se sono coinvolte queste persone, se perderle significa anche rimanere senza questa gioia che loro possono darti.

Se pensi a oggetti di cui sei geloso, o gelosa, il principio è identico.

Quali sono quelli a cui tieni di più? Quelli che non presti mai, quelli per cui hai paura che altre persone li rompano?

Sarai geloso, o gelosa, di questi oggetti, non certo di tutte le cose che possiedi.

Solo di quelle per te importanti.

Cosa determina la loro importanza?

Ecco qualche idea:

  1. Sanno renderti felice e farti stare bene.
  2. Ti sono costate molti soldi, o molta fatica.
  3. Hai dovuto lottare molto per averli e lotti ogni giorno per mantenerli con te.
  4. Senza staresti male, la tua vita sarebbe triste o addirittura inutile.

Questo vale sia se parliamo di oggetti sia di persone.

Più sono importanti, perché ci rendono felici, semplificano la nostra vita o le danno addirittura senso, più avrai paura di perderle e quindi proverai gelosia se qualcosa, o qualcuno, minaccia di portarteli via.

Ti suggerisco di approfondire anche il tema della fiducia, strettamente legato alla gelosia.

Infatti, tanto meno di fidi degli altri, tanto più la gelosia è forte e ti domina.

Se ci pensi, però, la gelosia non dipende da cosa accade attorno a te o da come si comportano gli altri.

  • Magari la tua ragazza è fedele e non pensa a nessuno, ma sei geloso se un uomo le fa delle avance, anche se non le accetterebbe mai.
  • Oppure il tuo ragazzo non ha occhi che per te, ma sei gelosa se pensa che una tua amica sia davvero molto sexy, anche se non andrebbe mai oltre quel complimento.
  • Dall’altra parte potresti fidarti ciecamente del tuo partner, che non ha mai fatto niente di sbagliato, e magari ti trovi solo, o sola, dalla sera alla mattina perché ti ha tradito con un’altra persona.

Quel che devi capire è che la gelosia non dipende da cosa fanno gli altri, ma da cosa pensi tu.

Se tu pensi che ci sia il pericolo di perdere qualcosa di prezioso, provi gelosia.

Se non senti questo pericolo, anche se ci fosse, niente gelosia, paura o preoccupazione.

So che sembra assurdo, che pensi alla gelosia come la conseguenza delle azioni, o delle parole, degli altri.

Rifletti attentamente sugli esempi che ti ho appena fatto.

Ti è mai capitato di essere geloso, o gelosa, senza motivo?

O meglio, tu il motivo lo vedevi eccome, ma in realtà non c’era nessun pericolo.

Se non hai mai visto il fratello della tua ragazza, ad esempio, e li vedi abbracciati insieme (e non sai che sono fratello e sorella!), magari provi gelosia.

Eppure non c’è pericolo.

Ma tu proveresti gelosia ugualmente.

Quello che cerco di farti capire è che la gelosia la crei tu.

Ogni emozione dipende da te, no c’è niente che possa fartele provare.

So che è un concetto difficile, e per questo ho dedicato un approfondimento all’indipendenza emotiva, per aiutarti a capirlo con esempi ancora più semplici e chiari.

Ti assicuro che questo è uno dei punti chiave per cambiare in meglio la tua vita.

Per cui leggi quella pagina con attenzione prima di proseguire.

Facciamo un veloce riassunto:

  1. La gelosia è un’emozione e la provi ogni volta che rischi di perdere qualcosa, o qualcuno, che per te è importante.
  2. Questo dipende da vari fattori: capacità di renderti felice, semplificarti la vita, fatica che ti è costata ottenerla.
  3. La gelosia dipende da quello che pensi e non da quello che accade. La provi non per un pericolo oggettivo, ma solo se tu pensi che ci sia una minaccia.

Il motivo per cui siamo gelosi in certe situazioni, dunque, è legato a cosa pensiamo stia succedendo: dove vediamo minacce scatta la gelosia.

Ma come detto, non siamo gelosi nei confronti di tutti o di tutto.

Quel che fa la differenza è il bisogno.

  • Se io ho bisogno del computer per lavorare, ne sarò geloso e non te lo presto, perché ho paura che possa romperlo.
  • Se ho bisogno di un mio amico per stare bene, ne sarò geloso ogni volta che altre persone lo tengono lontano da me.
  • Se ho bisogno della mia ragazza per essere felice, ne sarò geloso ogni volta che un motivo qualsiasi potrà portarmela via.

Ovviamente non siamo gelosi solo di potenziali contendenti in campo amoroso, ma potresti essere geloso, o gelosa, di amici, parenti, genitori o figli del tuo partner.

Perché?

Semplicemente perché tutte queste persone potrebbero allontanare da te quella di cui hai bisogno per essere felice.

Cosa succede se passa le sue giornate con figli, amici e genitori invece che con te?

Che ti senti messo, o messa da parte, sei triste per questa situazione, non puoi godere della sua presenza e della felicità che sa farti provare.

Se hai bisogno di me perché ti rendo felice e ti faccio provare gioia e allegria, chiunque mi tenga lontano da te sarà bersaglio della tua gelosia.

Ricordi che nasce quando pensi che ci sia una minaccia?

Non è necessario che tu possa perdere per sempre qualcosa o qualcuno, basta anche che il rischio sia temporaneo.

Siamo gelosi di chi ci potrebbe privare di un amico per una settimana, della nostra ragazza per poche ore, della nostra automobile per un week end.

La gelosia è legata al bisogno che abbiamo di qualcosa o qualcuno.

Più tu hai bisogno che una persona ti renda felice (ricordati che questo è quel che desideriamo!), più è facile che proverai gelosia se qualcuno te la porta via.

Anche per poco.

Ma è normale provare un po’ di gelosia nella coppia?

Avere bisogno che la tua dolce metà ti renda felice fa parte di una relazione, quindi ci sta un po’ di sana gelosia.

Sarà vero?

Vediamolo subito.

 

Gelosia quanto basta

Essere gelosi significa controllo

Gelosia significa controllo.

Siamo gelosi perché, come visto, abbiamo paura che ci tolgano qualcosa, o qualcuno, di cui abbiamo bisogno per essere felici.

Cosa fai quando la provi?

Ecco qualche suggerimento:

  1. Controlli cosa fa la persona di cui sei geloso, o gelosa.
  2. Cerchi di imporre limiti che ti diano sicurezza (luoghi, persone, orari).
  3. Vuoi sapere cosa ha fatto, dove è stata, con chi. Insomma, ti accerti che faccia quello che tu reputi giusto.
  4. Tendi a decidere per l’altra persona, imponendole scelte che ti diano sicurezza.
  5. Vorresti che allontanasse persone che non ti piacciono, di cui non ti fidi.
  6. Inizi a litigare, vi scontrate, magari ci sono momenti di tensione.

Sbaglio?

Forse tu hai modi differenti per reagire alla gelosia, ma di fatto alcune, se non tutte, le cose che ti ho elencato rientrano nel comportamento tipico di chi è geloso.

  • Sono cose che ti piace ricevere?
  • Ti piace che altri decidano come vestirti, dove vuoi andare o chi vedere?
  • Che controllino il tuo telefono o i tuoi spostamenti alla ricerca di errori da condannare?

Sono convinto di no, sono assolutamente certo che tu vuoi essere libero, o libera.

Ma la gelosia non ammette la libertà, perché è pericolosa.

Sono esattamente agli opposti, e non si attraggono mai!

Pensaci: gelosia significa controllo, ma anche possesso.

Sei geloso, o gelosa, delle mie scarpe? Della mia ragazza o del mio televisore?

Ovvio che no, sono cose mie, mica tue.

Siamo gelosi delle cose che consideriamo nostre.

Il possesso è, insieme al bisogno, alla base della gelosia.

Tu consideri tue le persone che devono renderti felice, e provi gelosia se rischi di perderle.

Ti do una bella notizia: nessuno ti appartiene.

Non hai nessun diritto di controllare una persona.

Mogli, fidanzati, mariti, fidanzate, compagni, partner, chiamali come li vuoi: loro non ti appartengono.

Nessuna persona appartiene a qualcun altro.

La gelosia nasce dall’idea che una persona sia mia e debba rendermi felice. Chi si avvicina minaccia un mio possesso.

Per questo, anche se quasi tutti gli esperti di coppia dicono il contrario, l’amore non ha niente a che vedere con la gelosia.

Ho scritto cosa significa amare e devi leggere subito questa risorsa.

Il motivo per cui viviamo malissimo le nostre relazioni è che dipendiamo dagli altri, ne abbiamo bisogno.

Hai letto cosa ho scritto sulla dipendenza emotiva?

Hai capito che niente e nessuno crea le tue emozioni?

Prima ti ho spiegato che la gelosia non dipende da cosa accade, ma da cosa pensi.

Leggi cos’è la felicità, scopri che nessuno può renderti felice, dipende anche questo solo da te.

E farci sentire amati?

Non cambia, sono tutte emozioni: gelosia, amore, felicità, tristezza, delusione, sofferenza.

Sono tutte emozioni e niente e nessuno ha il potere di crearle dentro di te.

Siamo noi a creare a tutte le emozioni che proviamo.

Tu crei le tue emozioni.

Questa è una di quelle verità che stanno sotto gli occhi di tutti, ma che nessuno, o quasi, e nemmeno i più famosi esperti, l’hanno compreso davvero.

Ma è la verità.

È un aspetto così determinante, che voglio mostrarti un video che ti aprirà gli occhi, per sempre.

Ora è tutto più chiaro?

Ottimo, proseguiamo il nostro discorso.

La gelosia nasce dall’idea, sbagliata, che qualcosa o qualcuno mi darà quello che desidero, mi renderà felice, mi farà sentire amato o sicuro.

Niente di questo è però vero.

Sei geloso, o gelosa, quando vedi una minaccia, su questo non penso tu abbia dubbi.

E sai cosa scatta di fronte alle minacce?

La paura.

La gelosia non dipende dall’amore che provi per me, ma dalla paura che io non ti dia ciò di cui hai bisogno.

Potresti essere geloso, o gelosa, di un cane, del lavoro, di qualsiasi cosa che possa toglierti quello che ritieni indispensabile.

Leggi la prima parte della guida in cui spiego come dimenticare un amore. Ti aiuterà a capire perché ci attacchiamo agli altri al punto di stare male.

Mi raccomando, leggi le risorse che ti sto segnalando, altrimenti non ti sarà chiaro quello che ti sto spiegando sulla gelosia.

In sostanza non esiste gelosia buona, nemmeno in una relazione di coppia.

La gelosia, al contrario di quel che pensiamo, in qualsiasi misura, segnala attaccamento, paura, egoismo, bisogno e non certo amore.

Chi è geloso ha paura non è capace di amare, ma dipende da qualcosa o qualcuno.

Chi è geloso non ama.

Forte vero?

Quando comprendi cosa sia l’amore incondizionato ti rendi conto di come questo sia vero.

La gelosia, quindi, è un segnale di pericolo, sì, ma non perché potresti perdere qualcosa o qualcuno, ma perché ti stai rovinando la vita con le tue stesse mani.

Per essere felici, infatti, dobbiamo amare, ma quando provi gelosia vuol dire che non stai amando.

Tutti parlano della gelosia come una prova del nostro interesse vero l’altro, del nostro amore.

Falso, la gelosia non ha niente a che vedere con l’amore.

Sì, ti hanno preso in giro e ci sei cascato, o cascata!

Per te il problema è come si comporta il tuo partner, o magari cosa fanno gli altri che vi stanno intorno.

In realtà cerchi nel posto sbagliato e non risolverai mai le tue difficoltà.

Il problema è che non stai amando, non comprendi che tu sei l’unica persona che può renderti felice e ti attacchi ad altri per stare bene.

La gelosia non ha alcun ruolo positivo in una relazione di coppia, anzi, è un cancro che lentamente può solo ucciderla.

Io credo che l’amore eterno esista, e se comprendi come arrivarci, allora ti rendi conto che la gelosia è solo un ostacolo per raggiungerlo e per essere felici.

Ora sai cos’è la gelosia, ma voglio fare un veloce ripasso prima di spiegarti come eliminarla dalla tua, e dalla vostra, vita.

  • La gelosia è un’emozione che dipende dalla tua convinzione che qualcosa minacci la tua felicità perché potrebbe toglierti chi ne ha la responsabilità, chi dovrebbe renderti felice.
  • La gelosia porta al controllo, all’imposizione, a soffocare la libertà dell’altro e quindi uccide l’amore.
  • Deriva dal nostro bisogno che gli altri ci rendano felici (anche se non possono farlo!), dal nostro attaccamento a loro, dalla paura, mai dall’amore.
  • La gelosia non è mai, in nessuna misura, sintomo d’amore, ma sempre di possesso e paura.
  • Siamo gelosi perché utilizziamo gli altri per soddisfare i nostri bisogni: invece di amarli, li consideriamo una nostra proprietà.
  • La gelosia comporta azioni e comportamenti che a te non piace ricevere.

Ora sai che la gelosia non è mai associata all’amore.

Aspetta, meglio andare sul sicuro e sottolineare bene la questione: non è mai legata all’amore.

Essendo gratuito che hai da perdere? 😉

Ma se sei geloso, o gelosa, come fare a liberartene?

Se, come detto, ti impedisce di amare, come cambiare questa situazione?

Ci siamo, ora ti spiego cosa devi fare per eliminare la gelosia dalla tua vita.

 

Come liberarsi dalla gelosia che distrugge

Come vivere sempre felici e contenti

Ovviamente la gelosia distrugge sempre, a qualsiasi livello.

Ti ho spiegato che dipende dalla nostra paura di perdere qualcuno, o qualcosa, di cui abbiamo bisogno per essere felici.

Ma ti ho anche detto che nessuno, in realtà, può farci provare felicità o amore, tanto meno sofferenza o rabbia.

Dipende tutto da te.

Se tu fossi felice adesso, se le azioni e i comportamenti degli altri non avessero alcun potere sulla tua vita, se non avessi più bisogno di loro per stare bene, la gelosia non avrebbe senso.

Ricordo di una volta in cui ho provato gelosia per la ragazza di un mio amico: il problema è che lui passava più tempo con lei che con me.

Il motivo è sempre lo stesso: passare il mio tempo con lui mi faceva stare bene e lo volevo per me.

Ero possessivo, anche se nessuno l’avrà neppure notato.

Di fatto, però, avevo bisogno di lui per sentirmi bene, e lì nasceva la gelosia.

Per eliminarla devi imparare a stare bene, a sentirti felice, a vivere emozioni positive qualsiasi cosa possa accadere là fuori.

Il segreto è capire come gestire le emozioni negative e trasformarle in positive.

Se hai già letto quanto ho scritto sull’indipendenza emotiva, ti renderai conto che questa guida è la naturale conseguenza di quel che ti ho spiegato sulle emozioni.

Inizia subito a cambiare quelle che provi e impara a scegliere la gioia in qualsiasi momento.

Questo è il primo passo per togliere alla gelosia terreno da sotto i piedi.

Conseguenza naturale di questo processo è imparare come essere felici, ogni giorno.

Come ogni altra emozione, infatti, anche la felicità dipende solo ed esclusivamente da te.

Puoi essere sempre felice? Anche in mezzo a problemi e difficoltà?

Sì, puoi.

Queste due prime guide che ti suggerisco, ti permettono di cambiare la tua vita e raggiungere l’obiettivo che tutti abbiamo: vivere felici.

Leggile subito e ti renderai conto che non hai bisogno di nessuno per essere felice.

Proprio di nessuno.

Solo in questa condizione puoi amare gli altri.

Pensaci e dimmi se queste cose ti piacciono:

  • Altri decidono per te e ti impongono la loro volontà.
  • Chi ti sta vicino cerca di manipolarti per farti fare quel che desidera, magari accusandoti di essere egoista, causa della sua infelicità e sofferenza se non fai come vuole.
  • Alle persone non va bene come sei e ogni giorno è una lotta per cercare di cambiarti.
  • Le tue idee non vanno bene: gli altri ti attaccano e provano in tutti i modi a farti pensare come loro.
  • Nessuno ti permette di fare come credi e tu non hai la libertà di vivere la tua vita come vorresti.

Tu vuoi essere libero, o libera.

Nessun dubbio in merito.

La gelosia soffoca ogni libertà e sai cosa uccide in questo modo?

L’amore.

Le azioni, i comportamenti o gli atteggiamenti che ho elencato, li consideri atti d’amore?

O scelte egoistiche di chi vuole importi qualcosa?

Amare significa lasciare gli altri liberi di essere quello che vogliono e di vivere come preferiscono.

Ricordati che la gelosia è controllo, possesso.

Non è mai libertà.

La gelosia ha paura della libertà.

Se vuoi amare, devi concedere totale libertà agli altri.

Non è per dovere o perché tu controlli, che qualcuno ti amerà per sempre.

Deve volerlo.

Puoi imporre scelte e azioni, costringere qualcuno a non vedere certe persone, vestirsi in un certo modo o frequentare certi posti.

Ma non puoi imporre a nessuno di amarti.

L’amore è libertà allo stato puro.

Se scegli di essere felice, puoi lasciare agli altri la stessa scelta, aiutarli a compierla (qui ti spiego come) e amarli davvero.

Ecco alcuni consigli da cui partire per riuscire a dare amore, concedere libertà e quindi eliminare la gelosia:

  1. Inizia a capire bene cos’è la libertà: se tu sei libero, o libera, avrai la forza di concedere agli altri altrettanto.
  2. Impara ad avere una buona autostima. L’insicurezza e la paura sono come vento sul fuoco della gelosia, del bisogno e dell’attaccamento dagli altri. Liberatene subito.
  3. Spesso la gelosia subentra quando emerge una crisi di coppia, forse solo per cercare di proteggere una relazione da cui dipende la nostra felicità. Scopri come risolvere qualsiasi crisi e anche la gelosia se ne andrà.
  4. Apri gli occhi, prendi consapevolezza di cosa sia la realtà. Più ci vedi chiaro, meno ha posto la gelosia nella tua vita.
  5. Comincia a comprendere che non siamo fatti solo di ossa e nervi. La gelosia è spesso una totale concentrazione sui bisogni che nostro corpo, ma lo spirito che fine ha fatto? Inizia a comprendere cos’è la spiritualità, prova a fare spazio a qualcosa che non vedi ma che determinerà la tua vita ogni giorno.

Come vedi ti sto offrendo tantissimo materiale su cui riflettere e lavorare.

Ultimo consiglio, prima di terminare questa guida: agisci subito.

Se leggi e condividi, magari annuisci con convinzione, ma poi non entri in azione, non cominci a fare cambiamenti nella tua vita, sarà tutto inutile.

Te lo dico chiaramente.

Le cose non cambiano da sole e il tempo non fa molto.

Tutto è nelle tue mani. Dipende da te.

Ti ho detto quello che nessuno riconosce e capisce: la gelosia non è amore, mai.

Se ci rifletti, ti rendi conto che è proprio così.

Amare potremmo riassumerlo nel dare agli altri quello che noi troviamo meraviglioso.

Gelosia, controllo, diffidenza, sfiducia, possesso, sono cose che trovi meravigliose?

Ti piace riceverle?

Io credo proprio di no.

Che ne dici sa da oggi, invece di essere geloso, o gelosa, iniziassi ad amare?

E per aiutarti nel modo migliore, ho pensato che ti potrebbe interessare il video integrale di un incontro in cui ho spiegato come capire fino a che punto ha senso una relazione di coppia.

Per farlo ho individuato cosa la rende forte e unita, ci troverai quindi i punti chiave su cui lavorare, ma anche le domande che ti aiuteranno a “valutare” la vostra relazione.

In oltre ho risposto ai dubbi di chi era presente durante l’evento, e credo che saranno ulteriori spunti per costruire sin da oggi una coppia felice e solida.

Se vuoi tutti i miei video, scopri il mio Corso (70 ore di risorse e 6 mesi di allenamento quotidiano) “Più forte di tutto” ⇒

Vuoi diventare più forte di qualsiasi problema?

Indipendenza emotivaIn 7 anni ho pubblicato un solo libro. Perché uno solo?

Perché in un solo libro trovi tutto quello che ti serve davvero per diventare felice.

Scarica gratis tutto il primo capitolo e prova personalmente ⇓

Condividi
Da oltre 7 anni mi occupo di felicità: la studio, la osservo, la vivo e la condivido. La mia missione è aiutare tutti a cambiare la propria vita ed essere felici. Su Diventarefelici.it porto la mia esperienza personale e quella delle tante persone che ho conosciuto e aiutato in questi anni per dare il mio contributo: voglio migliorare questo mondo, e più persone diventeranno felici, più ci riuscirò. Questa è la mia missione.

35 Commenti

  1. Salve ho letto l’articolo ed è molto interessante.
    Io ho 22 anni e sono molto molto gelosa del mio fidanzato… Per esempio non voglio che parli con altre ragazze, etc… Da questo articolo ho capito che a lungo andare il mio rapporto potrebbe andare male perché si sentirebbe soffocato. Allora come faccio a eliminare la mia gelosia??? Molte volte è successo che abbiamo litigato per queste cose io voglio che passi il suo tempo con me e che non devo condividerlo per molto tempo con altre persone… sono sempre stata una ragazza insicura e gelosa ma non pensavo che fosse così grave!
    Io lo amo e non voglio perderlo per nulla al mondo… Come elimino le mie paure? Come imparo ad avere fiducia? La mia testa ha una grande fantasia a immaginare cose brutte tipo che lui mi tradira’ o mi lasci…. Non può succedere perche lui è il mio mondo

    • Ciao Giulia,
      il percorso è profondo: finché lui è il tuo mondo, avrai sempre paura.
      La gelosia nasce da questo, mai dall’amore. Non è che rovinerà a lungo andar, la tua relazione. La gelosia distrugge te.
      Per prima cosa leggiti questa pagina, poi anche questa. Se vuoi liberartene devi rivoluzionare la tua vita 😉

  2. Ciao, ho perso il mio fidanzato e con lui tutti i nostri progetti per colpa della mia gelosia. È un impulso bruttissimo che non riesco a controllare.
    Sono consapevole di aver svagliato, gliel’ho detto e ho chiesto scusa. Purtroppo non credo che lui accetti questa situazione. Come posso fare?
    Io sono molto innamorata. Ma quello che mi fa più male è averlo deluso. Nn voglio assolutamente controllarlo ma questa cosa fa parte di me e vorrei domarla ma tante volte la volontà sembra insufficiente.

  3. Salve. L’articolo é molto interessante e chiarificatore, complimenti. Nella mia testa so che essere gelosa del mio ragazzo ê sbagliato e razionalmente non sono gelosa, in quanto di lui mi fido ciecamente. Ho solo timore che gli altri me lo tengno lontano… o peggio che possa lasciarmi per un altra. Ho una forte insicurezza e non so cosa fare… mi lascio prendere troppo dalle emozioni.
    Per dire, una amica del mio ragazzo che vive lontano torna per qualche giorno in cittá, gli ha scritto chiedendogli di vederlo in palestra per salutarlo… io mi sento gelosa riguardo a questo… ma nella mia testa non dovrei… o dovrei? É una confusione assurda

  4. Ciao Giacomo, ho letto con attenzione quello che hai scritto ed hai perfettamente ragione. Io ho distrutto un matrimonio di 10 anni, 12 anni di relazione totale ma che vorrei, per quanto sia possibile, ancora provare a salvare. Ho bisogno di aiuto Giacomo… ti prego aiutami…..

  5. Ciao Giacomo.. ho letto molto attentamente tutto quello che hai scritto e in molti punti sono scoppiata in lacrime perché hai proprio colto nel segno… io sono fidanzata da 11 anni,ci sposeremo fra qualche mese e nonostante questo io continuo ad essere gelosa in modo morboso,provo un dolore indescrivibile perché odio questo mio modo di agire e me ne pento sempre pochi secondi dopo… sono una persona impulsiva e riflettere prima di parlare non é il mio forte..
    Io so che c’è un motivo ben preciso se sono “diventata” così.. dopo 8 anni insieme ci siamo lasciati perché…..diciamo che la mia gelosia non era infondata…….ora.. Non riesco sinceramente a raccontare tutto sapendo che questo commento sarà letto da tutti..mi piacerebbe però esporre la situazione a te che mi sembra abbia ben chiaro come risolvere questi problemi..
    Sta di fatto che dopo un mese separati lui é tornato da me (non mi ha tradita per intenderci ma diciamo che mi ha ferita in modo comunque indelebile)
    Una volta tornati insieme le cose sono migliorate ma il mio modo di vedere le cose é peggiorato.. nonostante io abbia perdonato,nonostante tutto sia stato chiarito,infatti non per nulla ci spostiamo,il mio stato d’animo é in perenne angoscia ed ansia se non so cosa fa,dov’è,con chi é e soprattutto se conosce ragazze nuove fra lavoro sport ecc. Divento intrattabile e sfogo la mia ansia facendogli mille domande e cercando quel dettaglio nelle sue risposte che possa nascondere interesse…. sono arrivata alla tua pagina perché in realtà vorrei consultare uno specialista perché davvero vivo male e voglio appunto essere serena e felice..non voglio più piangere…
    Lui non é affatto geloso,al contrario di me,anche se io penso che sia solo un modo per farmi capire “come ci si dovrebbe comportare”.. ma in realtà peggiora il mio stato d’animo perché questa sua gelosia totalmente assente per cose che penso a chiunque darebbero almeno un minimo fastidio se non immane,mi porta a pensare che non gliene importi nulla di me o di perdermi..di nuovo…
    Spero risponderai presto e spero di aver modo di parlarti di dettagli che forse senza tali non puoi ben capire.. grazie comunque,ciò che hai scritto mi aiuta a vedere le cose da un’altra prospettiva..

  6. Hai ragione, la gelosia uccide l’amore. Hai ragione sull’insicurezza e l’autostima.

    Ma allora dovremmo fare finta che tutto vada bene anche quando ci si sente traditi?

    Anche le menzogne e gli inganni uccidono l’amore. Dovremmo fare finta di non vedere e non sapere?

    Dove finisce la libertà dell’altro ed inizia la propria?

    • Ciao Titti,
      la tua libertà, o quella degli altri, semplicemente non finisce.
      Ognuno è libero di fare ciò che vuole, ma è anche responsabile delle conseguenze.
      Ti consiglio, per capire bene cosa intendo, di leggere questa pagina che parla di libertà, questa parla di emozioni, e questa di come costruire bene una relazione 🙂

  7. Si può essere gelosi del passato morto e sepolto di una persona che adesso ci interessa. Forse perché abbiamo paura che lei potrebbe rifarlo ora con altri?

  8. Ciao Giacomo ! Trovo interessante questo articolo ,ma vorrei chiederti una cosa,ad un certo punto scrivi che non sono gli altri a farci provare delle emozioni ,ma non ho ben inteso.questo passaggio,penso che alcune nostre emozioni dipendano anche dal comportamento che hanno gli.altri esempio: se chiedo ad una persona una cosa e questa mi risponde sempre male o la fa di malavoglia quasi fosse costretta penso che non faccia piacere a nessuno , e questo può far nascere in noi delle emozioni negative o sbaglio ?
    Comunque in questo periodo della mia vita non propio felice ho trovato utile questo articolo e alcune cose che hai scritto grazie !

  9. Ciao,
    non sono un giovincello, ho passato i 40 cosi come la persona con cui sto da 4 mesi. Stiamo benissimo insieme, ma la sua gelosia nei confronti di una mia amica sta distruggendo tutto. Conosco questa amica da 13 anni, ed è più giovane di me. Con lei ho un bel rapporto di confidenza, anche se non la vedo praticamente mai (una o due volte l’anno in compagnia) ma la sento quasi quotidianamente su watsapp, come una nipote (lei mi chiama zio!). Io stesso ho avuto l’idea di parlare di questo bel rapporto alla mia ragazza, un po ingenuamente. Lei per qualche tempo ha retto, ma ora è esplosa dicendo che non sopporta questo rapporto! che se ne vuole andare per non essere di mezzo tra me ed il mio “angelo”. Mi ero offerto di tagliare questa amicizia ma si è alterata peggio perchè non vuole influenzarmi o obbligarmi!! Ma allora cosa vuole? non vedo soluzione, le ho parlato ma ci ricade, nonostante io mi dedichi anima e corpo a lei, sempre, periodicamente sbotta e diviene sempre piu difficile recuperarla. Grazie per eventuali consigli

    • Ciao Alex,
      difficile risolvere i problemi che non sono tuoi 😉
      La gelosia, come hai letto qui sopra, dipende da lei, non da te e da cosa fai.
      Rinunciare a un bel rapporto con una persona per la gelosia del tuo partner è secondo me sbagliato. La gelosia è egoista.
      Il consiglio è di aiutare lei a capire, a cambiare, a liberarsi di questa emozione e di questo modo di vedere le cose (la prima a starci male è senza dubbio lei!).
      Ti consiglio di leggere questa guida che ti spiega come aiutare gli altri. Ti sarà utile anche questa pagina.
      Poi, ovviamente, il lavoro deve farlo lei, cambiare deve essere una sua scelta 🙂

  10. Ciao Giacomo, ti chiedo consiglio in un periodo difficile che vivo con il mio uomo. Stiamo insieme da in paio d’anni e la gelosia sta distruggendo il nostro rapporto al punto che non possiamo più uscire insieme, lui è geloso di me in un modo che non riesco più a gestire, quando siamo fuori pensa che io guardi con attrazione tutti quelli che mi guardano ed alcune tipologie di persone che lui pensa mi interessino (non riesco nemmeno a capire con che criteri ha deciso queste tipologie). E da qui litigi terribili e violenti. Lui mi dice che è perche si sente idiota a starmi vicino mentre io faccio sentire gli altri meglio di lui.. Il fatto è che normalmente sono persone che io o non avevo degnato di uno sguardo o non mi ero nemmeno accorta che c’erano! Ho provato a capire se lo facevo involontariamente..non è così..mi sono esaminata mille volte e non lo faccio..e allora come risolvere? Se puoi darmi un consiglio grazie davvero, non so che fare e peggiora…

    • Ciao Letizia,
      tu puoi essere perfetta, ma lui continuare a vedere sguardi e intenzioni inesistenti.
      La gelosia dipende da chi è geloso, non dall’altro 😉
      Io ti consiglio due cose: non fare l’errore di farti limitare e condizionare da un problema che dipende da lui.
      Quindi aiutalo. fagli leggere questa pagina, magari anche il mio libro.
      Lui deve voler fare un percorso per superare questo problema, non puoi imporglielo ma suggerirlo sì, e lasciare che lui decida.
      E tu capire se ci sono le condizioni per vivere una relazione che sia basata davvero sull’amore. Leggi questa pagina e poi anche questa 🙂

  11. Buonasera Giacomo,
    in me sta nascendo un forte senso di gelosia che mi chiude lo stomaco e non mi fa viver bene la mia relazione. Sto con una persona da tempi molto recenti e molte cose di quelle che ha scritto le ho dette anche alla mia metà: paura di perderla, paura che preferisca un altro a me, paura di ripiombare nella tristezza da cui sono uscito per merito suo. Per me rappresenta molto questa persona, mi ha davvero aiutato a risollevarmi. Però, è più forte di me, ho dato una letta ai messaggi sul suo telefono (lasciato incustodito come fa spesso e senza codici, indice forse del fatto che dovrei fidarmi?) e una miriade di pensieri ed emozioni negative mi hanno pervaso il corpo nel leggere certi messaggi scambiati con un’altra persona, questa interessata sentimentalmente con la mia metà. Ho cercato di concentrarmi sui suoi gesti positivi ma sono pensieri che durano pochi istanti e poi torno nella mia negatività. Che fare? Non voglio controllarlo ma la tentazione di continuare a leggere la conversazione è davvero molta. Poi magari rovinerei la relazione per una stupidaggine.. Non so davvero che pensare, mi consigli! La mia metà mi dice che non mi devo preoccupare, che va tutto bene e che non è interessata ad altri.
    Mi perdoni per essermi dilungato.
    PS: Sono decisamente paranoico, se può essere un dettaglio che la può aiutare.

    • Ciao Paolo,
      in parte hai già risposto tu stesso alla tua domanda. Hai scritto che hai paura di perdere questa persona, paura che ti lasci e, soprattutto direi, paura che senza non sarai felice.
      In questo modo è ovvio che tu sia geloso.
      Il problema non è nemmeno il cellulare (ma non farlo più!), il problema è cambiare il modo in cui vivi la vostra relazione.
      Io ti consiglio di leggerti con molta attenzione questa guida, questa pagina e poi questa.
      Poi devi leggere anche questa, che è il solo modo per arrivare a liberarti della gelosia.
      Devi partire da qui, e se vuoi un consiglio, inizia a seguire questo Corso: parla di emozioni e ovviamente la gelosia non fa eccezione. I primi 3 video sono tutti gratuiti 😉

  12. Ciao Giacomo,
    hai ragione,molto riflessivo quello che hai scritto ,peccato che tutto questo è difficile da mettere in pratica.Come fare a controllarsi?Io ho sempre un bisogno eccessivo di essere rassicurata dal mio ragazzo che tutto andrà bene.Se conosce nuove persone ho paura che se ne vada , che io non gli basto e questo mi rende molto giù di morale.Lo so che questa gelosia non porta a niente di buono , il problema è che io quest persona non voglio perderla perché mi fa stare bene.
    Come fare affinché la mia felicità non sia in baglia degli altri?

  13. Come comportarsi quando si è gelosi di una persona che non ci appartiene più? anche nella totale consapevolezza che non la si ama più ne si vuole tornare al passato, però come eliminare del tutto anche i ricordi? Come accettare che abbia i stessi gesti e le stesse premure per qualcun altro?

    • Ciao Veronica,
      secondo me non ha senso cancellare i ricordi, e poi è impossibile farlo.
      Però se provi gelosia vuol dire che qualcosa ti lega a questa persona, ma non ieri, oggi.
      Ho scritto che la gelosia si basa sul bisogno che questa persona possa farci stare bene, sull’importanza che diamo.
      Se c’è gelosia vuol dire che quella persona ha ancora a che fare con la tua felicità.
      Anche solo pensare che i suoi comportamenti con altri possano farti stare male.
      Prova a leggere questa risorsa, ti aiuterà a capire meglio.

      • okay questo è vero, però anche quando ci si libererà completamente dall’idea che l’altra persona abbia a che fare con la nostra felicità, i ricordi saranno ancora lì.. Non basteranno quelli per stare male o per avere comunque momenti di debolezza e nostalgia?

        • Ciao Veronica,
          considera che nessun ricordo ha il potere di farti stare male.
          Ogni emozione dipende dal senso che dai a quel ricordo.
          Stai male se quel ricordo ti porta a pensare di aver perso qualcosa, di non avere quella felicità.
          In realtà dipende da come vivi quel ricordo.
          Se diventerà un momento importante della tua vita che ti ha permesso di diventare ciò che sei, non farà male.
          Se diventerà un momento che non tornerà più e che non potrai più stare bene come allora, starai male senza dubbio 😉
          A questo punto devi assolutamente leggere questa pagina.
          E visto che siamo in tema, mi metto subito a scrivere una guida per spiegare come dimenticare il passato, nel senso di liberarsi dal dolore dei ricordi che spesso ci fanno stare male. Se ti iscrivi alla newsletter ti avviso appena lo pubblico 😉
          Un abbraccio

        • Grazie mille. Alla fine è avvenuto esattamente questo: ricordi che prima mi tormentavano ora sono piacevoli e ci penso con il sorriso sulle labbra. Ho capito che sono momenti vissuti a pieno e che mi hanno permesso di essere ora la persona che sono, e anche che ne vibrò di più belli.

Commenta